Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:23
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. Superate le 100mila vittime in Italia. Vaccino AstraZeneca, via libera per over 65. Von der Leyen: “Continua lo stop a export”

Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi (8 marzo 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Da oggi, lunedì 8 marzo 2021, la Campania e le province marchigiane di Ancona e Macerata entreranno in zona rossa, mentre Veneto e Friuli Venezia Giulia passeranno dal giallo all’arancione e il Piemonte dall’arancione all’arancione scuro. Intanto prosegue a rilento la campagna vaccinale [qui i dati in tempo reale]. Di seguito tutte le ultime notizie di oggi sul Covid-19 in Italia e nel mondo, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Ore 22,00 – Mattarella si vaccina domani allo Spallanzani – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si vaccinerà domani all’Istituto Spallanzani di Roma.

Ore 20,45 – Veneto chiude le scuole in 3 distretti –  In Veneto tre distretti sanitari vedranno chiudere le scuole dalla seconda media in su, per il superamento dell’incidenza di 250 casi di Covid-19 ogni 100mila abitanti. Lo ha riferito la direttrice regionale del Servizio di prevenzione, Francesca Russo. I distretti coinvolti sono l’Alta Padovana (dove già quattro scuole erano state chiuse la scorsa settimana) con un’incidenza di 272 casi su 100mila, il distretto di Asolo (Treviso) con 268 casi su 100mila, e il territorio dell’Ulss 4 Veneto orientale che presenta incidenza 302. Le chiusure entreranno in vigore tra 24-48 ore.

Ore 19,30 – Salvini: “Lockdown senza vaccini non serve a niente” – “Se è per una megaoperazione di messa in salute e in sicurezza perché no. Ma chiudere adesso senza i vaccini temo che non serva a niente e a nessuno”: così il segretario della Lega Matteo Salvini ha risposto ai giornalisti a margine di una visita al centro di Telefono Donna all’ospedale Niguarda di Milano. “Ogni chiusura, seppure richiesta dalla comunità scientifica, è una sconfitta – ha aggiunto – Vale per le scuole, le attività commerciali, i teatri”. Secondo quanto riporta Ansa, Salvini ha dichiarato: “Noi stiamo correndo come matti per recuperare il tempo perso sui vaccini. Ancora oggi personalmente ho sentito alcune istituzioni straniere perché siamo in ritardo. Bisogna porre rimedio ai ritardi e agli errori commessi in Europa”. E ha aggiunto: “Prima mettiamo in sicurezza gli italiani prima torniamo a vivere. Se on arrivano da Bruxelles ma – ha concluso – possono arrivare dall’India, da Israele da San Marino, dalla Russia, dagli Stati Uniti dalla Groenlandia bisogna comperarli al prezzo che serve. Se per una mega-operazione di messa in salute e in sicurezza perché no. Ma chiudere adesso senza i vaccini temo che non serva a niente e a nessuno”.

Ore 19,10 – Riunione Gelmini-Speranza con tecnici su piano vaccini – Il nuovo piano vaccini è stato al centro di una riunione questo pomeriggio tra i ministri degli Affari Regionali Mariastella Gelmini e della Salute Roberto Speranza con il Commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo e il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio. All’incontro, nel corso del quale non si è parlato di eventuali nuove misure, ha partecipato anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli.

Ore 18,50 – Berlino punta a vaccinare fino a 10 milioni a settimana – “Già dalla fine di marzo, ad aprile, maggio e giugno ci devono essere fino a 10 milioni di vaccinazioni a settimana e questo piano ora è ben preparato, me ne sono assicurato”. Lo ha detto il candidato cancelliere socialdemocratico e ministro delle Finanze Olaf Scholz in un’intervista all’emittente Zdf.

Ore 18,40 – Israele, vaccinata quasi metà della popolazione: riaprono bar, ristoranti e cinema – Dopo mesi di chiusure imposte dal governo, in Israele il successo della campagna di vaccinazione anti-Covid ha permesso di riaprire numerose attività economiche, come bar, ristoranti e cinema, che potranno accogliere chi ha un certificato di vaccinazione. Qui la notizia completa.

Ore 18,15 – Usa, vaccinati potranno vedersi al chiuso senza mascherine – Le persone vaccinate negli Usa potranno incontrarsi tra loro al chiuso senza indossare mascherine o rispettare il distanziamento sociale. Lo prevedono le nuove linee guida dei Cdc, la massima autorità sanitaria federale. Continua invece a valere l’obbligo di indossare la mascherina in pubblico.

Ore 17,40 – Campagna vaccini: 118 al governo, disponibili 24 ore al giorno – I medici della Sis 118 vogliono scendere in prima linea nella campagna di vaccinazione per “non perdere neanche un attimo di tempo”. “Pensiamo ad una vaccinazione effettuata 24 ore al giorno, di giorno e di notte, senza soluzioni continuità, alternando ogni 8 ore il personale medico-infermieristico coinvolto, includendo prefestivi, festivi e superfestivi”, ha detto il presidente della Sis 118 Mario Balzanelli. “Particolarmente per le vaccinazioni da effettuarsi a domicilio, i medici e gli infermieri del 118, in orari aggiuntivi, e previ accordi, i nostri equipaggi integrati sanitari sono i più idonei e qualificati, considerando che sono i professionisti dedicati del Sistema di Emergenza-Urgenza Territoriale del Paese, nella gestione di eventuali improvvise reazioni avverse, possibili per quanto si verificano molto raramente”, spiega Balzanelli.

Ore 17,25 – Superate le 100mila vittime in Italia – Il bollettino diffuso oggi dal ministero della Salute conta 13.902 casi e 318 morti. Superate le 100mila vittime in Italia. Qui il bollettino di oggi.

Ore 16,50 – Papa: “Dopo mesi ‘prigione’ con viaggio sono tornato a vivere” –  “Dopo questi mesi di prigione, davvero mi sentivo un po’ imprigionato, questo viaggio è stato per me rivivere. Rivivere perché è toccare la Chiesa, toccare il santo popolo di Dio, toccare tutti i popoli”. Lo ha detto Papa Francesco rientrando a Roma dal suo viaggio in Iraq, riferendosi al periodo in cui non ha viaggiato a causa delle misure anti-Covid. “Mi sento diverso quando sono lontano dalla gente”, “vorrei ricominciare le udienze generali al più presto, speriamo che ci siano le condizioni. In questo io seguo le norme dell’autorità, loro sono responsabili e loro hanno la grazia di Dio per aiutarci”, ha detto Bergoglio. “C’è una proposta di piccole udienze generali, non ho deciso”, dipende dall’evoluzione della situazione pandemica. Qui la notizia completa.

Ore 16,45 – Vaccini: Giorgetti nomina Tria consulente e libera 200 milioni – Il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha firmato oggi un decreto che nomina, senza oneri per lo Stato, Giovanni Tria, già ministro dell’economia, consulente economico sul dossier vaccini per la parte che riguarda la produzione industriale nazionale e i rapporti con l’Ue. Lo rende noto il Mise. Il ministro ha anche firmato un decreto ministeriale “per liberare immediatamente 200 milioni” per interventi di ricerca e riconversione industriale per la produzione degli vaccini, sottolinea il ministero, fondi che si affiancano alle ulteriori risorse previste nel decreto sostegni per la creazione del “Polo per la vaccinologia e farmaci biologici”.

Ore 16,35 – Draghi: “Con accelerazione piano vaccini, via d’uscita non è lontana” –  “La pandemia non è ancora sconfitta ma si intravede, con l’accelerazione del piano dei vaccini, una via d’uscita non lontana. Voglio cogliere questa occasione per mandare a tutti un segnale vero di fiducia. Anche in noi stessi”. A dirlo è stato il presidente del Consiglio Mario Draghi in un video messaggio alla commissione Pari opportunità in occasione dell’8 marzo, festa delle donne. “Tra i vari criteri che verranno usati per valutare i progetti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ci sarà anche il loro contributo alla parità di genere”, ha detto il premier. Qui la notizia completa.

Ore 16.00 – Vaccino, Von der Leyen: “Continua lo stop a export AstraZeneca” – L’Unione Europea continuerà a bloccare le esportazioni di vaccini AstraZeneca fintanto che l’azienda non consegnerà abbastanza dosi all’Ue. Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in un incontro con alcuni media internazionali. “AstraZeneca deve aumentare i suoi sforzi. Altrimenti non possiamo permettere le esportazioni”, ha chiarito la leader Ue.

Ore 15.50 – Usa: cinema riaperti a NY, 25 mln dollari incassati nel weekend – Il primo weekend dalla riapertura dei cinema a New York, un anno dopo l’inizio del lockdown, ha portato incassi per 25 milioni di dollari. È il miglior risultato negli ultimi dodici mesi, che supera i 23,8 milioni incassati nel weekend di Natale in occasione del lancio del film “Wonder Woman 1984” limitato, però, a quelle sale a cui era stato consentito di aprire. Il dato è riportato da Comescore, agenzia di marketing di New York.

Ore 15,00 – Vaccini, l’appello di 67 organizzazioni italiane: “Draghi sostenga la condivisione dei brevetti” – “Chiediamo al Governo italiano di sostenere la proposta di India e Sud Africa per la sospensione temporanea dei brevetti e di battersi, affinché la Commissione europea faccia altrettanto”. È la richiesta avanzata dal Comitato Nazionale per l’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) che promuove la petizione europea “Right2cure – Noprofit on pandemic” (“Diritto alla Cura, nessun profitto sulla pandemia”), composto da 67 realtà nazionali che si muovono con altre 400 organizzazioni della società civile in tutto il mondo. Il comitato chiede che il governo Draghi sostenga presso l’Organizzazione Mondiale del Commercio (Omc), la proposta di India e Sudafrica di esentare dal brevetto i prodotti utilizzati per combattere la pandemia da Covid-19 e in particolare i vaccini. Lo scopo è fare pressione sulle istituzioni affinché la cura e i vaccini anti-Covid sia garantiti a tutti, equamente, anche nei paesi più poveri e più in difficoltà con le spese legate alla proprietà intellettuale delle case farmaceutiche.

Ore 14,00 – Circolare ministero, ok al vaccino AstraZeneca per over 65 – Via libera al vaccino AstraZeneca anche per le persone over 65. Lo prevede la circolare del ministero della Salute firmata dal direttore generale della prevenzione Gianni Rezza e pubblicata oggi. Il vaccino potrà quindi essere somministrato a tutti i soggetti sopra i 18 anni, a eccezione dei pazienti identificati “come estremamente vulnerabili in ragione di condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici o per patologia concomitante che aumenti considerevolmente il rischio di sviluppare forme fatali di COVID-19”. La decisione fa seguito a un parere favorevole del Consiglio Superiore di Sanità: “Ulteriori evidenze scientifiche resesi disponibili – si legge nella circolare ministeriale – non solo confermano il profilo di sicurezza favorevole relativo al vaccino in oggetto, ma indicano che, anche nei soggetti di età superiore ai 65 anni, la somministrazione del vaccino di AstraZeneca è in grado d’indurre significativa protezione sia dallo sviluppo di patologia indotta da SARS-CoV-2, sia dalle forme gravi o addirittura fatali di COVID-19. Sulle basi di tali considerazioni, anche in una prospettiva di sanità pubblica connotata da limitata disponibilità di dosi vaccinali e alla luce della necessità di conferire protezione a fasce di soggetti più esposti al rischio di sviluppare patologia grave o addirittura forme fatali di COVID-19, il gruppo di lavoro su SARS-CoV-2 del Consiglio Superiore di Sanità ha espresso parere favorevole a che il vaccino AstraZeneca possa essere somministrato anche ai soggetti di età superiore ai 65 anni”.

Ore 13,40 – Positivi il presidente siriano Bashar al Assad e la moglie – Il presidente siriano Bashar al-Assad e la moglie sono risultati positivi al Covid-19. Lo ha riferito la presidenza siriana. Una dichiarazione ufficiale del governo riferisce che i due sono in “buona salute e condizioni stabili e continueranno a lavorare durante un periodo di quarantena domestica della durata di due o tre settimane”. Assad e la moglie hanno fatto un test dopo aver avuto “sintomi lievi”, ha detto l’ufficio del presidente. Qui la notizia completa.

Ore 13,20 – Vaccino: primo accordo per produzione Sputnik in Italia – Primo accordo per la produzione del vaccino Sputnik in Italia, e primo di questo genere in Europa. Lo hanno firmato il fondo sovrano statale russo che detiene il brevetto del vaccino, il Russian Direct Investment Fund, e l’azienda farmaceutica italo-svizzera Adienne Pharma&Biotech, che produrrà il vaccino in due stabilimenti, in Lombardia e nel Centro Italia, e si dice pronta a fornire 10 milioni di dosi da luglio 2021 al gennaio 2022. Ad annunciarlo, la Camera di Commercio Italo-Russa.

Ore 12,00 – 8 marzo, Mattarella: “Donne più colpite da effetti Covid” – “Questo 8 marzo, purtroppo, si svolge ancora sotto il segno della pandemia, che ha appesantito la nostra esistenza, causando un numero senza precedenti di vittime e immani problemi economici, sociali e di relazioni umane. Un fenomeno planetario imprevisto che ha messo a dura prova la capacità di resistenza dei cittadini e la stessa convivenza civile. La diffusione del Covid-19, come sempre accade nei periodi difficili, ha colpito maggiormente le componenti più deboli ed esposte. Le donne tra queste”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della celebrazione della Giornata internazionale della donna.

Ore 11,20 – Ipotesi super zona rossa: un lockdown di tre settimane per vaccinare in massa – Se dovesse essere necessario, il governo sarebbe pronto a un nuovo lockdown per vaccinare più in fretta il Paese. La parola “zona rossa” per tutta l’Italia, infatti, non è più un tabù. Qui la notizia completa.

Ore 11,20 – Speranza: “Prossime ore non facili, piegare la curva” – “Le prossime ore non saranno facili perché abbiamo due obiettivi: da una parte provare a piegare la curva e dall’altra richiamare tutti alla massima attenzione”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante un evento di Fs alla stazione Termini.

Ore 8,10 – Potenza, 22 morti in Rsa: 2 arresti per omicidio – I Carabinieri del Nas di Potenza, nell’ambito dell’indagine denominata “Casa Covid”, delegata dalla Procura della Repubblica di Potenza, stanno eseguendo, unitamente alla Compagnia Carabinieri di Viggiano (Potenza), due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due soci titolari di Casa Alloggio per anziani di Marsicovetere (Potenza), ritenuti responsabili di epidemia colposa e omicidio colposo in danno di 22 anziani e circonvenzione di incapaci. I dettagli saranno forniti dal Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Potenza nella conferenza stampa che si terrà alle ore 12  presso la Procura.

Ore 07,00 – Vaccini, Salvini: “Produrli in Italia, non dobbiamo dipendere da multinazionali e dall’Europa” – “La salute degli italiani viene prima di tutto”. Lo ribadisce il leader della Lega Matteo Salvini, intervenendo alla trasmissione di Barbara D’Urso. A suo giudizio, “bisogna iniziare subito a produrre vaccini in Italia perché quando si ripeterà in futuro un’emergenza, non dobbiamo dipendere dalle multinazionali o dai ritardi dell’Europa”. Per questo motivo, prosegue, “dobbiamo rivolgerci a tutti i paesi del mondo per fare in fretta. Ogni giorno perso sono morti, industrie che chiudono”. Per Salvini, bisogna anche ricorrere a terapie domiciliari per non affollare troppo gli ospedali. E poi si domanda: “Mi domando Arcuri come abbia passato il suo tempo, il tempo darà le sue risposte, per ora andiamo avanti”.

Covid ultime notizie in Italia e nel mondo: cosa è successo ieri

Di Maio: “Servono misure più rigide” – “In questo momento il problema numero uno per tutti deve essere la pandemia. Nelle ultime 24 ore in Italia abbiamo registrato oltre 20mila nuovi casi, con un tasso di positività che sale al 7.6 per cento. Aumentano di nuovo i ricoverati in terapia intensiva e piangiamo complessivamente quasi 100mila vittime. Con questi numeri servono misure più rigide, come sta chiedendo anche il comitato tecnico scientifico”. Lo dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un post.

Il bollettino di oggi della Protezione Civile – Oggi, domenica 7 marzo 2021, in Italia si registrano 20.756 nuovi casi di Covid-19 e 207 decessi di persone contagiate dal virus. È quanto emerge dal consueto bollettino quotidiano pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile. Rimane in crescita la curva epidemica in Italia. Ieri il bilancio era stato di 23.641 nuovi casi  e 307 i morti. Qui il bollettino completo

Vaccini, Speranza: “Prossimo trimestre decisivo” – “A breve avremo una circolare per la somministrazione di AstraZeneca anche agli over 65”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervistato durante il programma tv a Mezz’ora in più, su RaiTre. “Ci sono state evidenze scientifiche che dimostrano che il vaccino AstraZeneca può essere usato su altre fasce generazionali”, ha spiegato Speranza. “Abbiamo ricevuto da poco il parere dal Consiglio Superiore di Sanità e a giorni ci sarà la circolare del ministero che andrà in questa direzione”. Per il vaccino, ha sottolineato il ministro, “il prossimo trimestre sarà decisivo”. “Abbiamo già oltre 5 milioni di vaccinati. Il mio obiettivo è arrivare a far sì che entro l’estate tutti gli italiani che vogliono vaccinarsi, possano avere avuto la somministrazione”.

Alto Adige, allarme variante sudafricana – In Alto Adige, dove è in vigore il lockdown duro dall’8 febbraio, cresce la preoccupazione per la presenza della variante sudafricana del Covid-19. Il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale, Florian Zerzer, ha spiegato su “su 49 casi di variante sudafricana rilevata in 15 Comuni, i decessi ad essa collegata sono già 3 con pazienti in rianimazione”.

Vaccini in Lombardia: ecco i nuovi errori che mettono a rischio il piano Moratti-Bertolaso – Leggi l’articolo.

Riaperture in Israele – Oggi in Israele riaprono ristoranti, bar, scuole e sono consentiti gli eventi in presenza. Sono i primi effetti della campagna vaccinale, che nello Stato ebraico procede a velocità record.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Non vi azzardate a vaccinarmi”: le parole di una 50enne no vax prima di essere intubata per Covid
Cronaca / Licata, consigliere comunale ex Lega spara 4 colpi di pistola contro il socio in affari
Cronaca / 6.171 casi e 19 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività 2,7%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Non vi azzardate a vaccinarmi”: le parole di una 50enne no vax prima di essere intubata per Covid
Cronaca / Licata, consigliere comunale ex Lega spara 4 colpi di pistola contro il socio in affari
Cronaca / 6.171 casi e 19 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività 2,7%
Cronaca / “Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna. La situazione peggiora”: Zaki scrive dal carcere
Cronaca / “Siamo nella quarta ondata di Covid, aumentano i morti”: i dati della Fondazione Gimbe
Cronaca / Pfizer: dopo 6 mesi vaccino meno efficace. Si avvicina la terza dose
Cronaca / Il 58,12% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / Sileri: "Sollecitato provvedimento per terza dose ai fragili"
Cronaca / Pescara, 51enne sequestrata e seviziata nello sgabuzzino del palazzo: è caccia all’uomo
Cronaca / Roma, vicino lo sgombero di Casapound: Raggi annuncia “novità”