Covid ultime 24h
casi +16.974
deceduti +380
tamponi +319.633
terapie intensive -73

Anche il Papa soffre il lockdown: “Dopo mesi di ‘prigione’ col viaggio in Iraq sono tornato a vivere”

Di Anna Ditta
Pubblicato il 8 Mar. 2021 alle 17:26
181
Immagine di copertina
Papa Francesco durante la sua visita in Iraq. Credit: Ansa

Il Papa ha detto che dopo un periodo in “prigione” dovuto alle misure anti-Covid, con il suo viaggio in Iraq si è sentito “rivivere” grazie al rapporto con la gente. “Dopo questi mesi di prigione, davvero mi sentivo un po’ imprigionato, questo viaggio è stato per me rivivere. Rivivere perché è toccare la Chiesa, toccare il santo popolo di Dio, toccare tutti i popoli”, ha detto Papa Francesco rientrando a Roma dall’Iraq.

Negli scorsi mesi il Papa non ha potuto viaggiare a causa della situazione sanitaria. Il viaggio in Iraq è stato il primo dopo la pandemia. “Mi sento diverso quando sono lontano dalla gente”, ha detto Bergoglio, “vorrei ricominciare le udienze generali al più presto, speriamo che ci siano le condizioni. In questo io seguo le norme dell’autorità, loro sono responsabili e loro hanno la grazia di Dio per aiutarci”, ha aggiunto. “C’è una proposta di piccole udienze generali, non ho deciso”, dipende dall’evoluzione della situazione pandemica.

Leggi anche: 1. Papa Francesco in Iraq ha fatto politica. Quella che non sanno fare i potenti (di G. Cavalli) /2. Iraq, il Papa nella città cristiana devastata dall’Isis: “La religione non va strumentalizzata” /3. La prima volta di un Papa in Iraq: Francesco va nei luoghi che furono dell’Isis per costruire la pace

181
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.