Covid ultime 24h
casi +20.499
deceduti +253
tamponi +325.404
terapie intensive +26

Covid, le ultime notizie di oggi. Recovery, la Spagna avrà 10 miliardi di euro in più: supera l’Italia. Zampa: “Ricorso della Lombardia? Potevamo risparmiarci queste polemiche”

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 18 Gen. 2021 alle 06:15 Aggiornato il 18 Gen. 2021 alle 20:10
1
Immagine di copertina
Credit: Ansa foto

Covid, le ultime notizie di oggi (18 gennaio 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – L’Italia supera la soglia delle 80mila vittime per la pandemia di Covid 19. E anche nel mondo la diffusione dei contagi da Coronavirus non accenna a placarsi. Prosegue la campagna di vaccinazione, ormai entrata nel vivo nel nostro Paese. Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid 19 in Italia e nel mondo di oggi, lunedì 18 gennaio 2021, aggiornate in tempo reale:

LA DIRETTA – COVID ULTIME NOTIZIE

Ore 19.40 – Vaccini, Moratti: “La ripartizione anche in base al Pil della Regione” – Quattro parametri da tenere in considerazione per la ripartizione dei vaccini anti-Covid: il contributo che le Regioni danno al Pil, mobilità, densità abitativa e zone più colpite dal virus. Questi i valori indicati dalla vicepresidente e neo assessore al Welfare della Regione Lombardia Letizia Moratti in una lettera inviata al commissario Domenico Arcuri. È quanto emerge dalla riunione di Moratti con i capigruppo in Regione. “La vicepresidente Moratti sulla distribuzione dei vaccini ha chiesto una serie di integrazioni che mi sembrano estremamente coerenti e logiche e ascolteremo cosa ne pensa Arcuri”, ha spiegato il presidente della Regione Attilio Fontana in conferenza stampa. (La notizia completa)

Ore 18 – Fontana: “Pronto ricorso a Tar del Lazio contro zona rossa” – “È stato predisposto il ricorso che, tra stasera e domattina, verrà depositato al tar del Lazio”. Lo ha detto il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, durante un punto stampa nella sede regionale, a proposito del ricorso contro la decisione del governo di inserire la Lombardia in zona rossa.

Ore 16,52 – Vaccino, Pfizer dimezza dosi Sardegna, si ferma somministrazione – La Pfizer ha dimezzato le dosi di vaccino contro il Coronavirus destinate alla Sardegna e la Regione ha dovuto sospendere la campagna vaccinale, finora limitata – in base alle priorità indicate a livello nazionale – agli operatori sanitari, residenti e personale delle Rsa. Sono poco più di settemila le dosi che dovrebbero arrivare oggi, invece che oltre 14 mila. “Abbiamo dovuto sospendere la campagna vaccinale così come è stata programmata”, ha spiegato all’AGI l’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu. “Somministreremo solo le seconde dosi”.

Ore 16,22 – Regno Unito, Johnson: “Somministrati 4 milioni di vaccini” – Il Regno Unito sta accelerando “il più veloce possibile” nella campagna di vaccinazioni di massa anti-Covid, compatibilmente con le forniture disponibili. Lo ha sottolineato Boris Johnson nell’Oxfordshire. “Finora sono 4 milioni” i vaccini somministrati nel Paese fra prima e seconda dose, ha detto, aggiungendo che più di metà degli ultraottantenni britannici e degli ospiti delle case di riposo sono ora vaccinati. Categorie “vulnerabili” che restano “la nostra priorità assoluta” assieme al personale sanitario, ha aggiunto, difendendo tuttavia come possibile e sensata la scelta di allargare da oggi la platea anche agli over 70.

Ore 15,50 – Recovery: Spagna avrà 10 miliardi di euro in più, supera l’Italia – La Spagna riceverà dal fondo di Recovery e resilience facility dell’Ue 10,36 miliardi di euro in più di sovvenzioni rispetto a quanto previsto nel piano iniziale. Si tratta di un aumento del 17% che porta il totale da elargire a 69,52 miliardi e fa del Paese iberico il primo beneficiario del pacchetto di Next Generation Eu, superando l’Italia che avrà 68,89 miliardi (comunque in aumento rispetto ai 65,45 iniziali). Seguono Francia (39,37 miliardi), Germania (25,61) e Polonia (23,85). È quanto risulta dal documento approvato la settimana scorsa dalla commissione bilancio dell’Europarlamento. L’incremento dell’accantonamento per la Spagna rispetto alla previsione di 59,16 miliardi di euro è dovuto – spiega l’agenzia Efe – al fatto che i dati siano stati ricalcolati tenendo conto delle previsioni economiche emesse a novembre dalla Commissione europea, che hanno peggiorato la stima del Pil 2020 per la Spagna, così come l’inflazione, poiché l’ultima ridistribuzione è espressa a prezzi correnti e la precedente era a prezzi 2018.

Ore 15,35 – Svizzera, focolaio a St. Moritz, due hotel in quarantena: 12 le persone contagiate da una variante – Le autorità sanitarie svizzere hanno messo in quarantena due hotel e chiuso tutte le scuole di sci a St. Moritz dopo la scoperta di un focolaio di una variante del Covid. Sono 12 i casi individuati nella cittadina, ma non è stato precisato se la variante che li ha contagiati sia quella britannica o quella sudafricana, né la loro nazionalità. I positivi sono tutti ospiti del Grand Hotel des Bains Kempinski St Moritz e del Badrutt’s Palace Hotel e ci sono 300 dipendenti e 95 ospiti in quarantena. Domani inizieranno i test di massa sui 5.200 abitanti della popolare località sciistica, dove le piste da sci sono rimaste aperte anche se bar e ristoranti sono stati chiusi.

Ore 15,25 – Lazio, la vaccinazione degli over 80 inizierà il primo febbraio – “Il taglio nelle forniture da parte di Pfizer ha imposto una rimodulazione del piano vaccinale per gli over 80 anni così, dopo una prima fase positiva di sperimentazione svolta presso l’Istituto Spallanzani e il Campus Bio-Medico di Roma, da lunedì 25 gennaio gli over 80 anni potranno prenotare il proprio vaccino anti Covid sul sito SaluteLazio.it (PrenotaVaccinoCovid): basta solo il codice fiscale. Si potrà scegliere uno dei 100 punti di somministrazione diffusi sul territorio regionale, con la prima fascia oraria disponibile ed in automatico con la prima prenotazione del vaccino si prenota anche la seconda, sempre nel medesimo punto di somministrazione. Le prenotazioni potranno esser fatte per il periodo temporale dal 1° di febbraio al 31 di marzo. L’avvio delle somministrazioni dei vaccini prenotati sarà dal primo febbraio”. Lo comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

Ore 15,00 – Russia, 20 milioni di vaccinati entro marzo – La Russia conta di vaccinare contro il coronavirus circa 20 milioni di persone nel corso del primo trimestre dell’anno. Lo ha detto la vice premier Tatiana Golikova. La tabella di marcia prevede in tutto 68,6 milioni di vaccinazioni nell’arco del 2021. Lo riporta Interfax

Ore 14,20 – Sami Modiano: “Vaccinarsi è necessario” – “Oggi mi sono stupito di tanta gentilezza, non mi aspettavo tutta questa attenzione. Sono grato ai dottori e agli infermieri che mi hanno vaccinato. Fare il vaccino è necessario per noi e per gli altri, specialmente alla nostra età”. Lo ha dichiarato Sami Modiano, uno degli ultimi sopravvissuti ad Auschwitz, dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino contro il Covid, questa mattina al Campus biomedico. “La vita – ha detto – ci mette davanti a sfide inaspettate e spesso molto dure, ma abbiamo dentro di noi la forza per superarle. Dobbiamo restare ottimisti”. Qui il video.

Ore 12,15 – Morto l’arcivescovo africano Gabuza – La Chiesa in Africa ha perso per coronavirus un altro Pastore. Si tratta dell’arcivescovo Abel Gabuza, morto dopo una lunga battaglia contro il Covid.

Ore 12,00 – Sileri: “Vaccino a pazienti oncologi più avanti rispetto a febbraio”- La vaccinazione anti-Covid ai pazienti oncologici “inizierà un po’ più avanti rispetto a febbraio, si aspetta anche l’ok al vaccino di AstraZeneca”. Lo ha precisato il vice ministero della Salute Pierpaolo Sileri, rispondendo alle domande durante la conferenza stampa online della Fondazione Insieme contro il cancro sui test genomici per la prevenzione del cancro al seno. “La vaccinazione in Italia sta andando bene, ora c’è un problema con la consegna di alcune dosi in Italia, ma questo riguarda l’Europa intera”, ha detto Sileri. “Ora le vaccinazioni proseguiranno per gli anziani e i pazienti fragili. Tra questi ultimi ci sono anche i pazienti oncologici, ma per loro saranno i medici che li seguono a decidere, non tutti possono seguire la tempistica già stabilita”.

Ore 11,30 – Zampa: “Ricorso della Lombardia? Potevamo risparmiarci queste polemiche” – “Ci sono una serie di passaggi che potremmo risparmiarci tutti. Sorprende che la Lombardia contesti oggi un metodo che ha approvato insieme a tutti gli altri. È dall’inizio che è cosi: i 21 indici sono stati approvati da tutte le Regioni, Lombardia compresa, ed è sulla base di quei 21 indici che avviene poi il calcolo matematico che determina la colorazione, che altro non è che la condizione in cui quella regione si trova in quel momento”. Lo dichiara a InBlu Radio il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa.

Ore 11,15 – In Svizzera si terrà un referendum sulle norme anti Covid decise dal governo: è la prima volta al mondo. In Svizzera i cittadini saranno chiamati ad esprimersi sulle norme anti-Covid in un referendum: è il primo Paese al mondo in cui viene chiesto il parere dei cittadini riguardo le restrizioni anti-contagio. Qui la notizia completa.

Ore 10,50 – Letizia Moratti: “Il Governo sospenda la zona rossa in Lombardia per 48 ore”. “Sospendere per 48 ore l’ordinanza che colloca la Lombardia in zona rossa in attesa dei dati di martedì che certificheranno il minor grado di rischio”. È la richiesta della vicepresidente della Lombardia, Letizia Moratti, al ministro della Salute Roberto Speranza. “La revisione sollecitata per martedì – spiega Moratti – potrà essere molto più puntuale e oggettiva e dimostrare il minor grado di rischio della Lombardia”. Qui la notizia completa.

Ore 10,45 – Vaccini Pfizer: ecco quali Regioni registreranno più tagli. I governatori di Friuli e Toscana: “Faremo solo i richiami”. Da oggi in Italia e in altri Paesi europei si riducono le consegne dei vaccini anti-Covid prodotti da Pfizer: l’azienda ha annunciato il taglio di quasi 165mila dosi questa settimana per il nostro Paese, ufficialmente a causa dei lavori di potenziamento dell’impianto di Puurs, in Belgio. Ecco quali sono le Regioni più colpite dal taglio.

Ore 10,30 – Brasile: via libera a distribuzione vaccini su tutto il territorio – Dopo il via libera della autorità farmaceutiche ai vaccini AstraZeneca e SinoVac, il ministero della Salute brasiliano oggi avvia la distribuzione dei sieri anti-Covid su tutto il territorio nazionale.

Ore 9,40 – Ricciardi: “Invertire curva epidemica” – Secondo Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, Roberto Speranza, in questo momento “ci vorrebbe un Governo focalizzato su una situazione che è difficile, perché le misure che noi abbiamo attivato a dicembre hanno limitato, ma non annullato, la curva epidemica. Hanno generato una sorta di plateau stabile, che ogni giorno continua” a farci “migliaia di infetti e centinaia di morti”. Intervenuto ad Agorà, l’esperto ha sottolineato che l’obiettivo primario deve essere quello di abbassare il numero dei contagi quotidiani.

Ore 9,00 – Ema: “Ritardo consegna vaccino non è un problema” – “Il ritardo nella consegna delle dosi di vaccino non è in problema per il momento. Si tratta di confermare il piano: rimane sospesa la consegna di questa settimana che ha un po’ rallentato il tutto anche perché 25mila dosi sono tante”. Lo dichiara a Sky Tg24 Armando Genazzani, direttore di Scienze del farmaco all’Upo di Novara, e rappresentante dell’Italia nel gruppo vaccini anti Covid di Ema.

Ore 8,30 – Russia: al via da oggi vaccinazione su larga scala – Inizia oggi in Russia la vaccinazione di massa dei cittadini contro il Covid. Il 15 dicembre è iniziata la campagna, a partire dalle categorie professionali più esposte. Il siero prescelto è lo Sputnik V, prodotto in Russia e sulla cui efficacia aleggia ancora un alone di mistero.

Ore 07,00 – Locatelli: “Immunità di gregge? D’estate col 70% di vaccinati” – L’immunità di gregge in Italia si potrà raggiungere in estate. È la stima che Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità, fa a ‘Che tempo che fa’, su Raitre. Afferma Locatelli: “Io sono per natura ragionevolmente ottimista: sarà un fenomeno progressivo e riusciremo ad avere questa immunità di comunità quando riusciremo a vaccinare il 70% dei residenti. Ovvero entro il terzo trimestre”.

Covid in Italia e nel mondo: cosa è successo ieri

L’Alto Adige va contro il Governo e resta in zona gialla – L’Alto Adige resta in zona gialla, nonostante Governo e Cts l’abbiano posta in zona rossa. Il presidente Arno Kompatscher, in disaccordo con l’esecutivo, ha infatti firmato l’ordinanza che prevede il mantenimento delle restrizioni da zona gialla attualmente in vigore.

L’Austria prolunga il lockdown fino al 7 febbraio – L’Austria prolungherà lo stato di lockdown fino ad almeno il 7 febbraio. Lo ha annunciato oggi il cancelliere austriaco Sebastian Kurz (OeVP) confermando l’allungamento del terzo blocco che era iniziato il 26 dicembre scorso. Per contenere il più possibile il contagio da Covid-19, dal 25 gennaio sarà obbligatorio l’uso della mascherina Ffp2 in tutti i negozi e sui mezzi pubblici. La distanza interpersonale dovrà essere di due metri. Secondo il governo austriaco le mascherine Ffp2 dovranno essere vendute nei negozi di generi alimentari a prezzo di costo.

Cts: riaprire scuole superiori. Le Regioni che le tengono chiuse se ne assumono la responsabilità – Le scuole devono essere riaperte: chi le tiene chiuse se ne assume la responsabilità. È questa l’indicazione del Cts al termine della riunione convocata d’urgenza su richiesta del governo. Il Decreto della Presidenza del consiglio dei ministri (Dpcm) entrato in vigore il 16 gennaio prevede la riapertura delle scuole superiori tra il 50% e il 75% nelle regioni in zona gialla o arancione, ma alcuni governatori vorrebbero tenere chiuso. Attualmente il rientro domani delle superiori è previsto solo nel Lazio, Molise, Piemonte (al 50%), Emilia-Romagna. Si capirà nel pomeriggio che cosa decideranno i governatori, sulla base del parere del Cts. Il Piemonte per esempio è l’unica regione che dovrebbero riaprire nel Nord. Il Friuli ha firmato già ieri un’ordinanza urgente che ribadisce quanto già deciso, ovvero il rientro il 1° febbraio.

Vaccini: Giani, 4 giorni sospensione per garantire richiami – “Pfizer si prepara ad adeguare le proprie catene produttive ad una richiesta di fornitura di vaccini forse superiore anche alle loro aspettative, in un periodo che per ora li vede unici fornitori. Da parte nostra, quindi, la sospensione per quattro giorni della vaccinazione, per garantire il richiamo a quanti hanno avuto la prima dose”. Lo ha detto oggi il governatore toscano Eugenio Giani confermando, spiega una nota, “quanto annunciato ieri, ovvero che non c’è nessuno stop nelle vaccinazioni”. Nella serata di ieri la Regione ha diffuso una nota confermando per oggi il via alla somministrazione delle seconde dosi Pfizer che proseguiranno nei prossimi giorni. Invece per le prime dosi confermate le prenotazioni odierne ma annullate quelle di del 18, 19, 20 e 21 gennaio “per garantire la disponibilità della seconda dose a tutti coloro a cui è già stata somministrata la prima”. In Toscana da domani partono invece le somministrazioni delle prime 5.300 dosi del vaccino di Moderna.

Leggi anche: 1. Nuovo Dpcm: scuole, impianti da sci, visite ai parenti. Le regole in vigore dal 16 gennaio; // 2. Come leggere i dati Covid: il preoccupante trend dell’Umbria; // 3. La protesta dei ristoratori che violano il Dpcm e restano aperti: “Siamo disperati, dal governo solo briciole”; // 4. Vaccino, nelle prossime settimane ritardi in consegne Pfizer a Paesi Ue. Von der Leyen: “Ci aspettiamo che calendario venga rispettato”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.