Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Covid, Lombardia e Piemonte potrebbero uscire dalla zona rossa. Ma le province a rischio restano in lockdown

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 17 Nov. 2020 alle 08:22 Aggiornato il 17 Nov. 2020 alle 08:38
180
Immagine di copertina

Lombardia e Piemonte verso la zona arancione

La Lombardia e il Piemonte potrebbero uscire dalla zona rossa venerdì 27 novembre se i parametri resteranno stabili per i prossimi 14 giorni. A confermarlo è il ministro Speranza, che al Corriere della Sera ha detto che “le  prime regioni entrate in zona rossa dovrebbero essere le prime a uscirne”. E in effetti le due Regioni hanno registrato una lieve inversione di tendenza negli ultimi giorni. Ma Speranza resta cauto. “C’è una decelerazione e questa settimana sarà importante vedere se continua e quali sono i numeri dei ricoveri. Ma ancora non siamo di fronte a un arretramento del virus. La situazione resta molto seria, nessuna regione italiana è in zona verde. Serve la massima prudenza”, osserva.

Non è detto però che il passaggio alla zona arancione riguardi le intere Regioni, perché qualora si registri un alto numero di contagi in determinate aree e una situazione di particolare sofferenza, queste potrebbero restare  in lockdown. Il Dpcm lo consente, assicura il ministro. E oggi i governatori si riuniranno nella conferenza delle Regioni su richiesta del presidente del Friuli Venezia Giulia, per discutere della validità dei parametri. Il governatore ha infatti annunciato che servirà un confronto sui criteri applicati dal Comitato tecnico-scientifico “rispetto ai dati forniti a livello regionale”. All’ordine del giorno potrebbe esserci anche un allungamento dell’orario di apertura dei negozi la sera sotto Natale.

E se le due Regioni più colpite potrebbero gradualmente allentare le restrizioni entro due settimane, altre invece si preparano a diventare rosse: è il caso dell’Abruzzo, della Puglia e, forse, anche della Liguria. Mentre il Veneto dovrebbe passare in arancione. Ma anche in questo caso, all’interno delle stesse province, a tempo debito, alcune zone potrebbero subire un lockdown più leggero se l’Rt e gli altri parametri sono inferiori. “È una valutazione da fare”, ha continuato Speranza. E anche Boccia sarebbe pronto a concedere deroghe.

Leggi anche: 1. Esclusivo TPI – Inchiesta tamponi falsi Campania, parte 2. Parla il principale indagato: “La Asl Napoli 3 sapeva, ho fatto test per loro. Ho le fatture che lo dimostrano” /  2. Esclusivo: Cotticelli a TPI: “Davo fastidio alla massoneria. Volevano eliminarmi, non potendo uccidermi mi hanno screditato” / 3. Covid, l’annuncio di Pfizer: “Vaccino efficace al 90%, 15-20 milioni di dosi in arrivo entro l’anno” / 4. Liguria, Umbria, Abruzzo, Toscana e Basilicata passano alla zona arancione

5. L’Ordine dei medici della Liguria: “Lockdown subito a Genova, è già tardi. I posti letto stanno finendo” / 6. Per gestire la Sanità della Calabria ora si fa il nome di Gino Strada / 7. Usa, il piano anti-Covid di Biden: “Proteggeremo le minoranze, indossate la mascherina” / 8. L’assurdo suicidio di Napoli tra Covid e movida. I medici a TPI: “A breve non potremo curare tutti”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

180
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.