Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Coronavirus, 17 morti e 650 contagi. Isolato il ceppo italiano di Covid-19, il Duomo di Milano riapre ai turisti

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 27 Feb. 2020 alle 07:54 Aggiornato il 27 Feb. 2020 alle 20:14
177

Coronavirus Italia ultime notizie: 17 morti, 650 contagi. Primi casi in Abruzzo e Puglia

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Si aggiornano ancora i numeri dell’emergenza coronavirus in Italia: al momento, i morti sono 17 mentre i contagi sono saliti a 650. Oltre alle tre regioni focolaio (Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna), negli ultimi giorni sono stati trovati pazienti positivi al Covid-19 in Piemonte, Trentino, Sicilia, Toscana, Liguria, Marche, Puglia e Campania e – per ultimo – l’Abruzzo. I tre contagiati del Lazio sono tutti guariti, mentre in Lombardia è stata trovata positiva una stretta collaboratrice del presidente della Regione, Attilio Fontana, che ha annunciato il suo auto-isolamento per 14 giorni nonostante i suoi test abbiano dato esito negativo. La Camera, intanto, ha approvato il decreto legge del governo per affrontare l’emergenza. Il testo adesso passerà in Senato.

Qui tutte le ultime notizie sul Coronavirus dal mondo. Di seguito, invece, tutte le ultime notizie sul coronavirus in Italia in tempo reale:

Ore 20,00 – La nave Msc Meraviglia è ancora ferma in Messico – Non è finita l’odissea della Msc Meraviglia, la nave da crociera con oltre 4mila passeggeri a bordo, tra cui numerosi italiani, che da giorni ormai è alla ricerca di un porto dove poter attraccare. Dopo essere stata rifiutata dalla Giamaica (ne abbiamo parlato qui) e dalle Cayman (ne abbiamo parlato qui), l’imbarcazione sembrava aver avuto l’autorizzazione dalle autorità del Messico ad attraccare presso il porto di Cozumel.

Tuttavia, secondo le ultime informazioni, la nave è ancora ferma al porto, mentre i passeggeri non sono ancora stati fatti scendere. Il capitano, inoltre, avrebbe comunicato ai passeggeri che la crociera verrà rimborsata al 100 per cento ai passeggeri, i quali, però, vorrebbero a questo punto tornare a Miami, dove si erano imbarcati.

Il problema è sorto a causa di un membro dell’equipaggio che presentava sintomi influenzali, anche se fino ad ora non è stato accertato alcun caso di Coronavirus a bordo.

Ore 19,15 – Il duomo di Milano riapre ai turisti – L’assessore al Welfare della regione Lombardia Giulio Gallera ha annunciato che il Duomo di Milano riaprirà ai turisti a partire da lunedì 2 marzo. La conferma è arrivata anche dall’ufficio stampa della Veneranda Fabbrica, che in una nota ha fatto sapere che: “Si conferma la riapertura ai turisti del Duomo. La Veneranda Fabbrica del Duomo si sta organizzando per essere pronti alla riapertura, che presumibilmente avverrà lunedì 2 marzo”.

Il Duomo di Milano era stato chiuso lo scorso 25 febbraio in seguito all’emergenza Coronavirus in Lombardia.

Ore 18,20 – Il punto della Protezione Civile: 650 contagiati, 3 nuovi decessi. Sono 650 le persone positive da Coronavirus in Italia: lo ha detto il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli nella consueta conferenza stampa del pomeriggio. Borrelli, poi, ha annunciato che in Lombardia sono stati registrati 3 nuovi decessi: si tratta di due persone di 88 anni e una di 82, tutte e tre con un quadro clinico “delicato e importante”. Il bilancio dei morti, quindi, sale 17. Sono 45, invece, le persone sino ad ora guarite in Italia dal Covid-19.

Ore 18,15 – Isolato al “Sacco” di Milano il ceppo italiano di Coronavirus – L’ospedale “Sacco” di Milano ha fatto sapere di aver isolato il ceppo italiano di Covid-19.

Ore 17,00 – Il Tar sospende l’ordinanza della Regione Marche – Il Tar Marche, con decreto urgente del suo presidente, ha sospeso in via cautelare l’ordinanza con cui la Regione Marche aveva disposto la chiusura di scuole, musei, e inibito tutte le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura fino alle ore 24 del 4 marzo 2020 al fine di contrastare la diffusione del coronavirus.

Ore 16,00 – Bloccati i trasferimenti dei profughi dublinanti “da e per l’Italia”- Le autorità italiane hanno bloccato tutti i trasferimenti dei dublinanti da e per l’Italia”. Nelle prossime quattro settimane nessun aereo che trasporti profughi potrà atterrare nel nostro Paese. Nella lettera non è indicato il motivo, ma una fonte vicina al dossier parla di una decisione presa “a causa del virus”.

Ore 15,20 – Alitalia: “Sanificato un aereo su cui aveva viaggiato un contagiato” – Alitalia nelle scorse ore è stata informata dalle autorità sanitarie che è stata riscontrata patologia Covid-19 in un passeggero italiano che il 17 febbraio scorso ha viaggiato sui voli AZ2109, Milano Linate-Roma, e AZ802 Roma-Algeri. “La compagnia, in costante contatto con le autorità – si legge in un comunicato – ha fornito alla Sanità aerea italiana i nominativi delle persone sedute in prossimità al passeggero in questione, così che possa procedere a contattarli per accertamenti, come previsto dal protocollo per simili casi. Alitalia ha inoltre predisposto la sanificazione degli aeromobili interessati, il cui sistema di ventilazione è dotato di potentissimi filtri, e dato indicazione al personale di bordo dei due voli, che, comunque non presenta alcun sintomo di malessere, di attenersi al protocollo sanitario previsto”.

Ore 15,00 – Patuanelli annuncia: “Stop a bollette e mutui nelle zone rosse” – Il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha annunciato la sospensione dei pagamenti di bollette elettriche, idriche e gas e delle rate dei mutui bancari per tutte le imprese che si trovano nei comuni colpiti dal Coronavirus.

Ore 14 – Il sondaggio: gli elettori di Lega e Pd hanno più paura del coronavirus – Un sondaggio realizzato da Emg Acqua sottolinea che il 43 per cento degli italiani teme per gli effetti del coronavirus sia sulla propria salute, sia sull’economia del nostro Paese. Tra essi, sono molti (60 per cento) gli elettori della Lega. Mentre il 55 per cento degli elettori del Pd teme soprattutto per il lato economico dell’economia. (Qui il sondaggio completo)

Ore 12,40 – Borrelli: “I morti sono 14, 528 contagi” – “I morti in Italia a causa del coronavirus sono in totale 14, ma stiamo aspettando l’ufficialità dell’Iss dopo gli accertamenti”: lo ha detto Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, nella conferenza stampa di stamattina. I dati aggiornati sull’epidemia parlano di “un totale di 528 persone positive: di queste, 474 sono in assistenza, cioè ancora risultano positive, 278 persone sono in isolamento domiciliare, 159 ricoverate con sintomi e 37 in terapia intensiva”. Borrelli ha inoltre annunciato che stanno aumentando le guarigioni: “Sono 37 solo in Lombardia, 42 in tutta la penisola”. Questi i dati aggregati sui contagi per ogni regione: Lombardia 305 (37 guariti), Veneto 98, Emilia 97, Liguria 11, Lazio 3, Sicilia 3 (due guariti), Toscana 2, Campania 2, Piemonte 2, Abruzzo 1, Provincia autonoma di Bolzano 1.

Ore 12,15 – Primo positivo in Abruzzo: è un 50enne – In mattinata è stato registrato il primo contagio da coronavirus in Abruzzo: si tratta di un uomo di 50 anni, impiegato di banca, di Monza. Sul 50enne il primo test ha dato esito positivo: si attende adesso la controprova dell’istituto Spallanzani di Roma. Era arrivato venerdì scorso nella sua abitazione estiva a Roseto degli Abruzzi, con la moglie e i due figli, da Monza. Tra martedì e mercoledì ha accusato sintomi riconducibili al coronavirus, come febbre alta e insufficienza respiratoria. Ora è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Teramo. L’uomo è in condizioni di media gravità e respira da solo. La famiglia è in isolamento domiciliare: nessuno presenta sintomi. Nel frattempo, il sindaco di Atri ha predisposto – a scopi precauzionali – la chiusura delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado del suo comune per la giornata di oggi.

Coronavirus Italia ore 12 – Salvini: “Lega pronta ad accompagnare il Paese al voto, Conte inadeguato” – Matteo Salvini, alla Camera, ha confermato l’indiscrezione di stamattina secondo cui la Lega è pronta ad accogliere la proposta di Renzi per formare un governo di Salute pubblica in grado di traghettare il Paese a nuove elezioni: “Noi – ha detto il segretario del Carroccio – vogliamo che l’Italia riparta. Con Conte non riparte. La Lega c’è per accompagnare il Paese fuori dal pantano, accompagnare il Paese al voto, da qui a 8 mesi”. Stamattina, ha concluso Salvini, “salirò al Quirinale e porterò al presidente della Repubblica il raccapriccio per le frasi di Conte sugli ospedali in Lombardia”.

Ore 11.10 –  Di Maio: “A breve misure su prezzi gel e mascherine” – Stiamo per introdurre con i provvedimenti che a breve verranno approvati misure che servano a calmierare i prezzi di beni come mascherine e disinfettanti. Il tema vero è quando servono le mascherine perché non sempre ce ne è esigenza”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio parlando alla stampa estera di Roma.

ore 10.50 – Di Maio alla Stampa Estera: “Crisi molto limitata” – “Nessuno vuole minimizzare ma su 7104 comuni, ne sono coinvolti poco più di 10: se guardiano alla mappa possiamo dirci finalmente quale è l’unità di grandezza e l’entità del fenomeno”. Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, parlando dalla Stampa estera del coronavirus per rassicurare sull’entità della crisi in Italia. una crisi- ha tenuto a sottolineare – molto limitata. “I casi di contagio sono riconducibili ai due focolai, non ce ne sono di nuovi”, ha aggiunto.

“Tutti i pazienti allo Spallanzani sono guariti e vogliamo comunicare al mondo questa notizia. Il primo invito che posso fare a tutti i Paesi del mondo è di attenersi ai bollettini ufficiali della Protezione Civile, perché tante informazioni danno notizie di contagi falsi che andranno a danneggiare il brand made in Italy, il nostro turismo e il nostro commercio. Penso al Piemonte, ha un solo caso ma in alcuni Paesi è nella lista dei posti dove si sconsiglia di andare”.

“I focolai accertati sono solo 2 – ha aggiunto – su 7 mila Comuni in Italia ne sono coinvolti poco più di 10. I nostri figli vanno a scuola nella maggior parte delle Regioni Italiane, questo vuol dire che come loro vanno in aula possono continuare a venire tranquillamente in Italia anche i turisti e gli imprenditori”.

0re 10.40 – Coronavirus: Toninelli, mascherina Fontana autogol per Lombardia – “Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana annuncia che una sua stretta collaboratrice è risultata positiva al Coronavirus. Lui no, ma sceglie di mettersi comunque in quarantena. Lo comunica in un video su Facebook: inizia a parlare senza mascherina e finisce indossandola. Tra l’altro, una mascherina non adatta perché priva di filtro. Onestamente, sono immagini che non aiutano perché spaventano ed espongono l’Italia al rischio di un isolamento economico che non ha alcuna giustificazione”.

Così, Danilo Toninelli. “Il panico – prosegue il senatore M5s – deve essere assolutamente arginato, non alimentato in alcun modo. Serve una corretta informazione, che non faccia inutili allarmismi, un linguaggio equilibrato e altrettanto deve valere per i gesti. I cittadini hanno bisogno di sostegno e aiuti concreti, come quelli che il governo sta mettendo in campo con detrazioni e aiuti alle imprese”.

Ore 10 – Salgono a 98 i positivi in Veneto – Salgono a 98 i casi di contagio da coronavirus in Veneto. Lo comunica nel bollettino delle 6 la Regione Veneto. Il numero dei positivi sale di 11 unità rispetto all’ultimo aggiornamento delle 18 di ieri.

Coronavirus Italia ore 9 – Allenatore italiano di calcio sospeso in Ungheria pur senza avere alcun sintomo – Giuseppe Sannino, allenatore italiano (tra le altre, è stato al Chievo e al Palermo) attualmente all’Honved Budapest, è stato “sospeso” a scopo precauzionale dalla sua squadra, insieme al vice Alessandro Recenti, a causa dell’emergenza coronavirus. Il club ungherese, in un comunicato, ha spiegato che i due allenatori “potrebbero essere entrati in contatto con persone che vivono nelle aree interessate dal coronavirus. Gli allenatori italiani non mostrano alcun sintomo, ma non hanno preso parte all’allenamento a scopo precauzionale e non saranno presenti per la partita di sabato prossimo”. Non è chiaro, tuttavia, se Sannino e Recenti siano stati in Italia nell’ultimo periodo.

Ore 8 – Terzo caso confermato in Campania – C’è un terzo caso di positività al coronavirus in Campania: la conferma arriva direttamente dalla Regione. Si tratta di un 50enne di Napoli, rientrato nei giorni scorsi dalla Lombardia. Si attende il responso del secondo esame, quello dello Spallanzani. L’uomo al momento è in isolamento domiciliare e finora è in buone condizioni di salute. Anche le altre due pazienti campane positive al coronavirus (le due donne nel Salernitano e a Caserta) erano rientrate dalla Lombardia.

Ore 7 – Un corista della Scala di Milano positivo – Un corista della Scala di Milano è positivo al coronavirus: il teatro milanese ha deciso di prolungare lo stop alle attività fino al 2 marzo. Il dipendente in questione è assente per malattia dal 13 febbraio scorso, ben una settimana prima della scoperta del focolaio lombardo. Dunque c’è preoccupazione per le tempistiche del contagio. Il corista sta bene: ha superato la fase acuta della malattia e non è attualmente ricoverato. La Scala ha diramato un avviso urgente a tutti i dipendenti: chiunque abbia lavorato per la messa in scena de Il Trovatore il 12 febbraio o sia venuto in contatto con il collega dovrà sottoporsi agli accertamenti.

Ore 5 – Primo caso in Puglia, chiuse le scuole a Taranto – Dopo l’annuncio del primo caso di coronavirus in Puglia (un uomo di 43 anni di Torricella, in provincia di Taranto, rientrato da Codogno domenica 23 febbraio e ora ricoverato all’ospedale Moscati), il presidente di regione, Michele Emiliano, ha disposto la chiusura delle scuole in tutta la provincia di Taranto, fino al 29 febbraio.

Coronavirus Italia ultime notizie ore 1 – L’Iss convalida i due casi in Toscana – L’Istituto superiore di sanità ha convalidato i primi due casi positivi di coronavirus in Toscana. Si tratta dell’imprenditore fiorentino di 63 anni e del 49enne di Pescia (Pistoia). Si attende adesso la validazione dell’Iss su altri due casi sospetti: un 65enne amico dell’imprenditore e un norvegese di 26 anni che studia a Firenze.

IL PUNTO / Coronavirus, Governo vara decreto legge: ecco cosa prevede • Stop a manifestazioni sportive Veneto e Lombardia • Stop a gite scolastiche • Stop ad attività didattiche università Lombardia, Veneto e a Ferrara, stop disco e attività intrattenimento Piacenza • Nelle aree focolaio stop lavoro e scuola, né ingresso né uscita • Sospensione Trattato Schengen NON è in discussione • I focolai sono in 11 comuni tra Lodi e Veneto; Vo’ Euganeo, Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano. 50mila persone non potranno uscire da comuni • Previsti anche presidi forze ordine in focolai • Si attende ora un decreto economia indennizzi per le aree colpite • Fino 3 mesi arresto per chi non rispetta norme.

Leggi anche:

Lo studio scientifico che aveva previsto il coronavirus un anno fa: “Partirà dalla Cina, dobbiamo prevenirlo”

TPI REPORTAGE da Codogno, il paese fantasma con l’incubo del contagio da Coronavirus (di Giulio Cavalli)

“I miei colleghi spargevano il sale al mio passaggio”: il caso dei giornalisti in quarantena per il Coronavirus (di Selvaggia Lucarelli)

Ecco due cose che abbiamo capito del virus: parla Italiano e viaggia in business Class, non si annida in Africa ma nel profondo nord (di Luca Telese)

Coronavirus, l’infermiera entrata in contatto con il paziente 1 ha violato la quarantena (di Franco Bagnasco)

Sul Coronavirus va in scena il primo duello tv tra i due futuri candidati premier: Conte e Salvini

Coronavirus in Italia, Burioni a TPI: “Chi è tornato dalla Cina senza sintomi doveva essere isolato. Ora niente panico: quarantena per tutti i possibili infetti”

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: segui tutti gli aggiornamenti in diretta su TPI

177
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.