Covid ultime 24h
casi +17.012
deceduti +141
tamponi +124.686
terapie intensive +76

Coronavirus in Italia, il sondaggio Emg: gli elettori di Pd e Lega hanno più paura degli altri

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 27 Feb. 2020 alle 14:11
34
Immagine di copertina
Un uomo cammina in piazza Duomo indossando una maschera della serie horror Screem al posto delle ormai diffuse mascherine sanitarie (Credits: ANSA / PAOLO SALMOIRAGO)

Coronavirus Italia, sondaggio: chi ha più paura tra gli elettori dei vari partiti

Il governo, dal ministro della Salute Speranza al premier Giuseppe Conte, prova ad abbassare i toni dell’emergenza Coronavirus in Italia, ma sono tanti gli italiani che dichiarano di avere moltissima paura dell’epidemia che finora ha provocato 14 morti e oltre 500 contagi: a dirlo è l’ultimo sondaggio di Emg Acqua.

Secondo la rilevazione, realizzata per la trasmissione Agorà di Rai 3, il 43 per cento degli italiani è preoccupato per le ricadute del coronavirus sulla propria salute, ma anche sull’economia del Paese (per gli effetti, ad esempio, sui locali chiusi o gli eventi rinviati). Solo il 6 per cento si dice tranquillo, mentre il 30 per cento teme le ricadute del coronavirus soltanto per quanto riguarda l’economia e il 18 per cento soltanto per la propria salute.

coronavirus italia paura

Ma la particolarità del sondaggio di Emg Acqua riguarda soprattutto il fatto che a ogni membro del campione è stato chiesto per quale partito vota. È stato così possibile costruire una “mappa” della psicosi coronavirus in Italia dal punto di vista degli elettori dei singoli partiti.

Il risultato è che i più “timorosi” del coronavirus sono gli elettori della Lega (per il 60 per cento di loro, c’è da aver paura per le ripercussioni del Covid-19 sia sull’economia che sulla nostra salute) e quelli del Pd (per il 55 per cento di loro ci saranno gravi conseguenze sull’economia). Al contrario, tra gli elettori che hanno meno paura degli effetti sulla salute del coronavirus ci sono quelli del M5s (25 per cento).

coronavirus

Secondo la metà degli intervistati, inoltre, la paura per l’epidemia in corso in Italia è “eccessiva”, mentre per il 43 per cento è “giustificata”. Per quanto concerne le fonti principali di informazioni, il 72 per cento degli intervistati dichiara di preferire la tv, mentre il 49 per cento internet. Il 4 per cento ammette di non essersi informato per niente. Il 62 per cento comunque si dice “sufficientemente informato”, mentre il 32 per cento vorrebbe “più chiarezza”. Quasi tutti (81 per cento) sono infine convinti che la politica, a causa dell’emergenza coronavirus in Italia, dovrebbe “unirsi senza polemiche”.

Leggi anche:

Coronavirus, il sondaggio: per 3 italiani su 4 il rischio è alto

Lo studio scientifico che aveva previsto il coronavirus un anno fa: “Partirà dalla Cina, dobbiamo prevenirlo”

TPI REPORTAGE da Codogno, il paese fantasma con l’incubo del contagio da Coronavirus (di Giulio Cavalli)

“I miei colleghi spargevano il sale al mio passaggio”: il caso dei giornalisti in quarantena per il Coronavirus (di Selvaggia Lucarelli)

Ecco due cose che abbiamo capito del virus: parla Italiano e viaggia in business Class, non si annida in Africa ma nel profondo nord (di Luca Telese)

Coronavirus, l’infermiera entrata in contatto con il paziente 1 ha violato la quarantena (di Franco Bagnasco)

Sul Coronavirus va in scena il primo duello tv tra i due futuri candidati premier: Conte e Salvini

Coronavirus in Italia, Burioni a TPI: “Chi è tornato dalla Cina senza sintomi doveva essere isolato. Ora niente panico: quarantena per tutti i possibili infetti”

34
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.