Coronavirus: a Bergamo finiti i posti nelle camere mortuarie, salme ammassate in chiesa

La situazione nella città lombarda peggiora di ora in ora

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 12 Mar. 2020 alle 18:57
9.2k
Immagine di copertina

Coronavirus: a Bergamo finiti posti nelle camere mortuarie, salme in chiesa

A Bergamo, a causa dell’emergenza Coronavirus, le camere mortuarie sono al collasso e le salme vengono ammassate in chiesa. È quanto svelato da un articolo del Corriere della Sera, in cui viene raccontato che la chiesa di Ognissanti, situata nel cimitero di Bergamo, ospita al momento una quarantina di bare in attesa di cremazione. Le salme, infatti, sono state fatte confluire nella struttura religiosa, attualmente chiusa così come il cimitero comunale, perché le camere mortuarie degli ospedali bergamaschi ormai sono tutte piene.

Nicola Porro racconta la vita da positivo al Coronavirus

Il forno crematorio lavora 24 ore su 24, mentre gli uffici comunali ormai raccolgono solo gli addetti alle onoranze funebri che devono registrare i decessi. La città di Bergamo, d’altronde, è tra le più colpite allo stato attuale dall’epidemia di Covid-19. Fino ad ora si sono registrati 1.815 contagi e 142 decessi, mentre le terapie intensive degli ospedali sono al collasso. Solo pochi giorni fa il sindaco Giorgio Gori aveva scritto sui social: “I pazienti in terapia intensiva non stanno diminuendo, sono i posti che non ci sono più, nonostante siamo aumentati a fatica di qualche decina grazie ad un intervento straordinario. E alcuni pazienti vengono lasciati morire”, lanciando poi un appello a “fermare tutto per 15 giorni”.

Leggi anche:

1. Coronavirus, è possibile reinfettarsi? La risposta di Burioni / 2. Terapie intensive al collasso: “Rischio calamità sanitaria”/ 3. Tutto chiuso, l’Italia si ferma: stringiamo i denti ora per tornare presto alla normalità (di L. Telese)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

9.2k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.