Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Casal Bruciato, la sindaca Raggi contestata: “Vergogna” | VIDEO

Rom Casal Bruciato Raggi | La sindaca di Roma, Virginia Raggi si è recata in visita nel quartiere romano di Casal Bruciato nel primo pomeriggio dell’8 maggio per incontrare la famiglia rom a cui è stata assegnata una casa popolare.

L’accoglienza non è stata però delle migliori: alcune persone hanno contestato la prima cittadina urlandole contro “Buffona”, “non sei la nostra sindaca”, “vergognati”.

Le dichiarazioni della Raggi – “La famiglia rimarrà nella casa perché ne ha diritto. E le donne che protestano si facciano un esame di coscienza”, ha detto la sindaca Raggi per commentare le minacce di stupro rivolte a Senada, la madre della famiglia Rom.

La famiglia si è divisa – Sui 12 figli della famiglia di origini bosniache, alcuni sono stati mandati dagli zii. Sono rimasti nell’abitazione in via Sebastiano Satta la bambina più piccola, di 3 anni, e il figlio più grande, di 21.

Giampiero Palmieri,vescovo ausiliario di Roma, si è recato a Casal Bruciato per aiutare i nomadi: “Sono una brava famiglia, pagano le tasse, lavorano. Volevano anche organizzare una festa con il condominio, per condividere il momento del loro arrivo”, ha detto.

Poi il vescovo ha aggiunto: “Dobbiamo decidere se essere umani o no”.

La protesta – Non si ferma quindi la protesta di alcuni residenti, aizzati dagli esponenti di CasaPound contro la famiglia assegnataria di una casa popolare. (qui il racconto della giornata del 7 maggio a Casal Bruciato).

“Merde, andate via. Tanto dovete uscì…”, sono stati gli insulti diretti contro la famiglia rom, degenerati in:“Troia, ti stupro”.

Gli schieramenti – Il quartiere sembra esseri polarizzato: da una parte ci sono i militanti di CasaPound che sostengono i cittadini che vogliono mandare via la famiglia di origini bosniache; dall’altra il movimento di sinistra Asia per il diritto alla casa, che ha dalla sua i cittadini che sono pronti ad integrare i nomadi provenienti dal campo La Barbuta.

La tensione ha iniziato a montare dal 6 maggio, quando la famiglia rom è stata contestata da più di 50 persone che hanno trascorso l’intera giornata in strada per protestare contro il loro arrivo nel quartiere. La famiglia è stata costretta a passare la notte nell’appartamento di via Sebastiano Satta, senza né luce né gas.

Come ha detto il capofamiglia Imer a TPI “Non mando i miei figli a scuola perché ho paura. Siamo molto spaventati: addirittura i bambini più piccoli tremano da questa mattina” (qui l’intervista completa).

 

*da Casal Bruciato Stefano Fasano per TPI

La protesta precedente nella periferia di Roma, contro la minoranza Rom, è quella di Aprile 2019 avvenuta a Torre Maura. Qui alcuni link:

> “Fate leva sulla rabbia del quartiere”, Simone zittisce CasaPound e difende i rom 

> Proteste di Torre Maura, il papà di Simone: “Fiero di lui, ma adesso non diventi la voce della sinistra”

> La scrittrice Elena Stancanelli su Simone, il 15enne di Torre Maura: “Coraggioso, ma non sa parlare in italiano”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie
Cronaca / I buchi nelle indagini sulla strage di Capaci: quelle tracce mai seguite
Cronaca / Rimorchiatore affonda al largo di Bari, 5 morti: “Capitano trovato vivo su una zattera”
Cronaca / Il pm Tescaroli a TPI: “Sulla strage di Capaci presunti interessi esterni a Cosa nostra”
Cronaca / Falcone e quelle indagini naufragate su Mattarella e Gladio
Cronaca / ESCLUSIVO TPI: Falcone spiato da apparati dello Stato durante l’interrogatorio (finora ignoto) a Licio Gelli