Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Carabiniere ucciso a Roma, la telefonata al 112 per denunciare furto e ricatto: “Mi hanno rubato la borsa, sono scappati” | AUDIO

Un'importante registrazione nel caso dell'omicidio

Di Donato De Sena
Pubblicato il 28 Lug. 2019 alle 13:22 Aggiornato il 28 Lug. 2019 alle 14:41
0
Immagine di copertina

Carabiniere ucciso a Roma, spunta l’audio della telefonata al 112

Spunta un’importante registrazione audio di una telefonata nella vicenda del carabiniere ucciso a Roma la notte tra il 25 e il 26 luglio. Si tratta della chiamata al 112 di Sergio Brugiatelli, l’uomo avvicinato dagli studenti americani accusati dell’omicidio del militare 35enne, originario di Somma Vesuviana.

Quella notte il 47enne è stato derubato dello zaino da parte dei ragazzi, e il furto ha innescato l’operazione sfociata nella morte del vice brigadiere. I due giovani avrebbero rubato il borsello all’uomo come ritorsione per una dose di aspirina spacciata per cocaina.

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

Carabiniere ucciso a Roma, l’audio della telefonata per denunciare furto e ricatto

L’audio della telefonata spuntato oggi conferma che il 47enne Brugiatelli ha davvero contattato il 112, proponendo ai militari dell’Arma di farsi trovare al posto suo al momento della restituzione del suo borsello. A contattare i carabinieri, emerge dalla registrazione, è inizialmente una donna spiegando che accanto a lei c’era una persona derubata a cui i ladri chiedevano tra gli 80 e i 100 euro per riavere la borsa. Poi la donna ha passato il telefono a Brugiatelli, che ha raccontato come sarebbero andate le cose.

> Carabiniere ucciso a Roma, il commento dei famigliari di Elder

“Buonasera, mi hanno rubato la borsa, sono in piazza Gioacchino Belli, questi ragazzi mi hanno chiesto il riscatto dei soldi. Devo fare una denuncia: dentro avevo documenti, patente, codice fiscale, soldi”, sono le parole nella chiamata al 112.

E ancora: “Se potete venire vi do il numero, se potete rintracciarli… mi sono anche scappati… a piedi”. Poi la richiesta di indicazioni da parte del 112: dove si trova lei? “A piazza Gioacchino Belli. Ho una bicicletta grigio, mi vedete davanti al bar… sono in pantaloncini blu, scarpe bianche. Vi do il numero e provate a chiamare”. “Attenda lì, stiamo arrivando”, la risposta dei carabinieri.

> Carabiniere ucciso a Roma, il racconto del ragazzo americano accusato di omicidio: “L’ho scambiato per un pusher”

Stando a quanto ricostruito finora i due americani accusati dell’omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega avrebbero detto a Brugiatelli che gli avrebbero restituito il suo borsello solo in cambio di 100 euro e un grammo di cocaina. In seguito però all’appuntamento si sono presentati i carabinieri, il vice brigadiere che ha perso la vita e il suo collega Andrea Varriale. I due militari, dopo essersi qualificati, sono stati aggrediti con ferocia. Cerciello è morto dopo essere stato colpito con 8 coltellate, da Finnegan Lee Elder, 19enne di San Francisco.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.