Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Offese al carabiniere ucciso, la prof di Novara: “Non ho scritto io quel post”

Immagine di copertina

Offese al carabiniere ucciso, la prof di Novara: “Non ho scritto io quel post”

La prof di Novara finita al centro della bufera per un post Facebook in cui insultava il carabiniere ucciso a Roma, Mario Cerciello Rega, nega di aver scritto il messaggio. “Quel post non l’ho scritto io, chi mi conosce sa che non penso quelle cose”, ha affermato oggi all’Ansa l’insegnante Eliana Frontini, docente di Lettere e Storia dell’Arte.

La frase che ha innescato le polemiche è “uno di meno” riferita al vicebrigadiere ammazzato con 11 coltellate tra il 25 e il 26 luglio. “Per motivi che spiegherò solo a chi di dovere, mi sono assunta una responsabilità non mia. Non si è trattato di hackeraggio, semplicemente è stato usato il mio account e il mio computer. Non l’ho detto prima perché non credevo che la vicenda assumesse questo peso…”.

“Ho subito chiesto scusa, anche se mi rendo conto che si tratta di ben poca cosa rispetto alla gravità di quelle affermazioni”, ha aggiunto l’insegnante parlando all’agenzia di stampa. “Ora, però, è il caso di riportare la vicenda alle sue dimensioni reali”.

A scrivere il commento potrebbe essere stato un familiare. “Non ho scritto io quel post – si è limitata a dire l’insegnante al riguardo -, quando verrò sentita dall’Ufficio scolastico territoriale o eventualmente da altri organi, comunicherò il nome della persona che ha agito. Una persona che è pronta ad assumersi le sue responsabilità”.

La vicenda della prof di Novara

Il post della bufera è comparso online nella giornata di sabato. “Uno di meno, e chiaramente con uno sguardo poco intelligente, non ne sentiremo la mancanza”, aveva scritto la docente di Novara. E la sua frase non era passata inosservata, anche per la professione svolta dall’autrice del messaggio.

I commenti di sdegno dopo la frase sono stati immediati. Contattata dai giornalisti, la prof aveva detto: “Ho esagerato”. In un altro post su Facebook aveva scritto:  “Ho commesso un errore gravissimo, me ne sono resa conto appena ho cliccato su invia, ma ormai il danno era fatto”.

Frontini, che attualmente si trova all’estero in vacanza, in attesa dell’esito del procedimento disciplinare, chiesto dal ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, è stata sospesa dall’Ufficio scolastico regionale.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Cronaca / Gratteri a La7: “Minacce di morte? Ho paura ma cerco di addomesticarla. Se mi fermo, mi sento un vigliacco”
Cronaca / Ilaria Capua: “Mi fermo per un anno. Il Covid ha cambiato le priorità di tutti noi, anche personali”
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Cronaca / Roma, venditore di rose dà fuoco ai capelli di una ragazza: “Era deluso dalle poche vendite”
Cronaca / La giocatrice di basket difende il suo allenatore: “Non c’è stato nessuno schiaffo, avevo sbagliato un tiro”