Campania, due ricoverati positivi al Covid scappano dall’ospedale nella notte

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 4 Set. 2020 alle 08:10 Aggiornato il 4 Set. 2020 alle 08:14
143
Immagine di copertina
Ricoveri Credits: ANSA

Usciti dall’ospedale due pazienti positivi al Coronavirus ricoverati al Covid Center del Loreto Mare”. A denunciare l’episodio avvenuto nella notte è la Direzione Generale dell’Asl Napoli 1 Centro che in una nota definisce “gravissima” l’azione compiuta dai due pazienti.

Chi sono i due pazienti positivi

In pratica i due ricoverati positivi che si trovavano nelle stanze del Covid Center, come prevede la legge per evitare ogni forma di contagio, sarebbero usciti all’esterno dell’ospedale senza alcuna autorizzazione. Si tratterebbe di due giovani, che secondo quanto raccontato dagli stessi due pazienti in un video che circola sui social, erano ricoverati da circa 10 giorni.

In un video le motivazioni della fuga

Nelle immagini, i due e un altro uomo che si presenta come il padre di uno dei due raccontano di “essere stati buttati fuori”, circostanza smentita categoricamente dall’Asl Napoli 1. Secondo l’Asl, invece, i due avrebbero eluso la sorveglianza scavalcando i cancelli chiusi dell’ex Pronto Soccorso dell’ospedale. Quando il personale del Loreto Mare si è accorto di quanto accaduto, è stata allertata la Polizia di Stato che ha provveduto a verbalizzare l’accaduto e a riportare la calma, dopo una discussione che si stava accendendo.

Nel video, uno dei due ragazzi, mentre l’altro resta in silenzio, lamenta che non avrebbe ricevuto cure adeguate nella struttura sanitaria e denuncia anche scarse condizioni igieniche. Circostanze anche queste smentite dall’Asl. Secondo il racconto del ragazzo nel video, ad innescare la scintilla che li avrebbe spinti ad uscire dal Covid Center sarebbe stato il diniego di un infermiere a far entrare del cibo da fuori, portato dal presunto genitore, all’interno della struttura, perché a loro giudizio quello offerto dall’ospedale non sarebbe stato di loro gradimento.

Il ragazzo e il genitore nel video sostengono di aver portato il cibo da fuori all’interno per i 10 giorni di ricovero precedenti e che quel giorno, invece, la possibilità sarebbe stata loro rifiutata. Anche in questo caso, l’Asl sottolinea che è tassativamente vietato introdurre alimenti negli ospedali, tanto più nei reparti Covid dove vigono stringenti norme anti-contagio.

La risposta della Asl

“Quanto avvenuto durante la notte al Covid Centr del Loreto Mare è gravissimo – scrive la Asl Napoli 1 Centro – perché denota una condotta da parte dei due pazienti positivi al Covid che ha messo a rischio la salute pubblica. È altrettanto grave che per motivare un gesto irresponsabile sia stato gettato discredito sull’operato del personale che lavora ogni giorno con abnegazione e professionalità. La direzione generale dell’ASL Napoli 1 Centro ha già segnalato alle Forze dell’Ordine quanto accaduto e ha dato mandato ai suoi legali di valutare ogni utile iniziativa per tutelare l’immagine degli operatori sanitari e dell’Azienda”.

Leggi anche: 1. “Tutti sapevano”, ma nessuno si è fermato: così la Sardegna è diventata il nuovo focolaio d’Italia (di S. Lucarelli) / 2. Scuola, dalla mascherina all’autocertificazione: il Cts approva le nuove linee guida / 3. Coronavirus, lo studio: quando c’è doppio danno al polmone, mortalità più alta in terapia intensiva / 4. Piemonte, insegnante positiva al Coronavirus in una scuola di Verbania: istituto chiuso, 6 studenti in isolamento

5. Norme anti-Covid: chiuso locale a luci rosse a Roma. Gli scambisti: “Come rispettiamo il distanziamento?” / 6. Non solo la scuola: anche l’Università deve ripartire, o l’Italia non avrà più futuro / 7. Crisanti: “Ecco il mio piano per aumentare il 400mila il numero di tamponi in Italia. Bisogna trovare gli asintomatici, i numeri di oggi diversi da quelli di marzo” / 8. Covid, uno studio consegnato al Governo il 12 febbraio prevedeva fino a 60mila morti in Italia

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

143
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.