Il sindaco di Santa Maria Capua Vetere: “Giuliana De Sio potrebbe aver contagiato 9 persone qui”

Il sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra ipotizza che la responsabilità di 9 casi nel comune campano possa essere dell’attrice Giuliana De Sio

Di Selvaggia Lucarelli
Pubblicato il 16 Mar. 2020 alle 13:07 Aggiornato il 16 Mar. 2020 alle 13:10
3.1k

Antonio Mirra: Giuliana De Sio potrebbe aver contagiato 9 persone qui”

A Santa Maria Capua Vetere c’è un focolaio di Coronavirus e un cittadino è deceduto. Il sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra ha raccontato la situazione nella città, una situazione complessa e senza troppi giri di parole, ipotizza che la responsabilità possa essere dell’attrice Giuliana De Sio. Dice infatti in un video postato su Facebook che a Santa Maria Capua Vetere ci sono 10 persone positive al Coronavirus di cui 9 appartenenti a tre nuclei familiari in buona e discreta salute, oltre un cittadino deceduto. “La ricostruzione dei contatti” aggiunge il sindaco “spetta all’Asl, ma faccio notare che Giuliana De Sio ha contratto il virus a metà febbraio ed è stata al teatro Garibaldi a Santa Maria Capua Vetere il 24 febbraio.

Uno spettacolo preceduto da un incontro con i cittadini al Salone degli Specchi. Quella sera erano presenti sia il paziente 1 che il paziente 2 e anche una parte del nucleo familiare del paziente deceduto. La mia idea è che quando un cittadino è positivo, specie un personaggio pubblico, deve comunicare subito la sua positività per permettere ai cittadini e alla Asl di ricostruire la rete dei rapporti. La mia città vive un momento difficile e non voglio attribuire responsabilità, ma i dati sono che lo spettacolo della De Sio è stato il 24 febbraio e che i pazienti si sono sentiti poco bene tra fine febbraio e i primi di marzo.

Il 6 marzo abbiamo avuto notizia del paziente 1 e il 7 del paziente 2. La Asl non riusciva a trovare punti di contatto, ora abbiamo saputo della De Sio, leggendo un suo post. Vedremo se qualcuno aveva dei doveri e non li ha rispettati, mettendo a rischio spettatori che si sono fatti magari dei selfie con l’attrice e chi ha lavorato sul palco”.

Leggi anche: 1. Il paradosso dei tamponi per il Coronavirus: se un calciatore è positivo fanno test a tutta la squadra, ma non ai medici in prima linea /2. Mascherine gratis per tutti: l’azienda italiana tutta al femminile che ha convertito la produzione industriale per il Coronavirus

3. Coronavirus, i ricercatori cinesi in Italia: “Vi abbiamo portato il plasma con gli anticorpi” /4.“Una nave da crociera trasformata in ospedale contro il Coronavirus: vi spiego perché è una buona idea” (di L. Telese)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

3.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.