Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Tecnologia

IO app, ecco l’applicazione unica dei servizi per il cittadino: come funziona

Immagine di copertina

Mentre siamo tutti presi dall’emergenza Coronavirus e dalle notizie riguardanti l’inizio della cosiddetta Fase 2, è arrivata sugli store online dei nostri smartphone, Apple e Google, una novità davvero attesa e utile: si tratta di IO, l’app con cui il cittadino può “interagire in modo semplice e sicuro con i servizi pubblici locali e nazionali, direttamente dal tuo smartphone”. Tramite un “unico punto di accesso”, quindi, sarà da ora in poi possibile sia pagare il bollo dell’auto che iscrivere il proprio figlio a scuola, ad esempio. Sono infatti questi e molti altri i servizi a cui è possibile accedere tramite la nuova tecnologia che ha, ovviamente, l’obiettivo di semplificare la vita delle persone e snellire alcune procedure amministrative e burocratiche.

L’idea della app IO era stata lanciata nel 2016 da Paolo Barberis, ex consigliere per l’innovazione di Palazzo Chigi che, attraverso l’applicazione, puntava appunto a una trasformazione digitale della pubblica amministrazione. Un tema, questo, tutt’oggi dibattuto e che, anzi, in questo contesto di emergenza sanitaria torna attualissimo, viste le esigenze di contenimento sociale per fermare la corsa del Covid-19. Accedendo tramite Spid, cioè la propria identità digitale, IO app permetterà dunque di avere a disposizione una serie di servizi, anche se al momento la maggior parte di questi non è ancora stato reso fruibile tramite la nuova applicazione. L’unico già disponibile a livello nazionale, in effetti, è il pagamento del bollo auto, mentre tutto il resto delle opzioni dovranno essere man mano attivate.

Leggi anche:

1. Come comprare gli occhiali durante la quarantena per il Coronavirus? Thema Optical lancia l’App VEA / 2. Hotspot Wi-Fi aperti: conoscete tutti i rischi? / 3. WhatsApp contro le fake news: stop messaggi inoltrati. Sarà possibile inviarli a una sola chat alla volta

4. Motorola Solutions: il servizio push-to-talk WAVE gratuito per chi combatte il Coronavirus / 5. Coronavirus: arriva DEFCON 1, l’App per la tracciabilità della popolazione / 6. Coronacheck, il primo sito web che verifica le notizie sul Coronavirus

Ti potrebbe interessare
Salute / Strappato alla morte con un duplice trapianto
Tecnologia / “Ecco i loro trucchi per comprarsi tutto”: come funziona la lobby di Big Tech
Tecnologia / Tre contenuti fondamentali in un progetto e-learning
Ti potrebbe interessare
Salute / Strappato alla morte con un duplice trapianto
Tecnologia / “Ecco i loro trucchi per comprarsi tutto”: come funziona la lobby di Big Tech
Tecnologia / Tre contenuti fondamentali in un progetto e-learning
Tecnologia / Cybersecurity, le 6 regole degli esperti anti-ransomware per il 2022
Tecnologia / Cloud, l’Ue lancia la controffensiva alle Big Tech Usa ma l’Italia non ha una strategia chiara
Tecnologia / Una sonda della Nasa ha toccato il sole per la prima volta
Tecnologia / Dal Riconoscimento facciale alla sorveglianza di massa: ecco come siamo spiati dall’algoritmo
Tecnologia / Digital Revolution, Tutela della Privacy e Influencer Marketing: i trend del 2021
Tecnologia / Metaverso, venduto uno yacht virtuale per 650mila dollari
Tecnologia / Aumentano i clienti Fastweb mobile: tutte le informazioni sull’operatore