IO app, ecco l’applicazione unica dei servizi per il cittadino: come funziona

Di Redazione TPI
Pubblicato il 20 Apr. 2020 alle 12:10 Aggiornato il 20 Apr. 2020 alle 12:10
51
Immagine di copertina

Mentre siamo tutti presi dall’emergenza Coronavirus e dalle notizie riguardanti l’inizio della cosiddetta Fase 2, è arrivata sugli store online dei nostri smartphone, Apple e Google, una novità davvero attesa e utile: si tratta di IO, l’app con cui il cittadino può “interagire in modo semplice e sicuro con i servizi pubblici locali e nazionali, direttamente dal tuo smartphone”. Tramite un “unico punto di accesso”, quindi, sarà da ora in poi possibile sia pagare il bollo dell’auto che iscrivere il proprio figlio a scuola, ad esempio. Sono infatti questi e molti altri i servizi a cui è possibile accedere tramite la nuova tecnologia che ha, ovviamente, l’obiettivo di semplificare la vita delle persone e snellire alcune procedure amministrative e burocratiche.

L’idea della app IO era stata lanciata nel 2016 da Paolo Barberis, ex consigliere per l’innovazione di Palazzo Chigi che, attraverso l’applicazione, puntava appunto a una trasformazione digitale della pubblica amministrazione. Un tema, questo, tutt’oggi dibattuto e che, anzi, in questo contesto di emergenza sanitaria torna attualissimo, viste le esigenze di contenimento sociale per fermare la corsa del Covid-19. Accedendo tramite Spid, cioè la propria identità digitale, IO app permetterà dunque di avere a disposizione una serie di servizi, anche se al momento la maggior parte di questi non è ancora stato reso fruibile tramite la nuova applicazione. L’unico già disponibile a livello nazionale, in effetti, è il pagamento del bollo auto, mentre tutto il resto delle opzioni dovranno essere man mano attivate.

Leggi anche:

1. Come comprare gli occhiali durante la quarantena per il Coronavirus? Thema Optical lancia l’App VEA / 2. Hotspot Wi-Fi aperti: conoscete tutti i rischi? / 3. WhatsApp contro le fake news: stop messaggi inoltrati. Sarà possibile inviarli a una sola chat alla volta

4. Motorola Solutions: il servizio push-to-talk WAVE gratuito per chi combatte il Coronavirus / 5. Coronavirus: arriva DEFCON 1, l’App per la tracciabilità della popolazione / 6. Coronacheck, il primo sito web che verifica le notizie sul Coronavirus

51
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.