Coronavirus, il Giro d’Italia non partirà dall’Ungheria il 9 maggio

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 13 Mar. 2020 alle 15:02 Aggiornato il 13 Mar. 2020 alle 15:05
77
Immagine di copertina

Coronavirus, Giro d’Italia: niente partenza dall’Ungheria

A causa dell’emergenza Coronavirus l’edizione numero 103 del Giro d’Italia non partirà, come previsto, da Budapest sabato 9 maggio 2020. Lo ha comunicato oggi, 13 marzo, Rcs Sport, gli organizzatori della storica corsa rosa.

Il comunicato

“Il Governo ungherese a causa del diffondersi del coronavirus ha dichiarato lo stato di emergenza che proibisce l’organizzazione di eventi di massa e rende impossibile organizzare eventi internazionali. Di conseguenza il Comitato Organizzatore delle tappe ungheresi del Giro d’Italia ha dichiarato l’impossibilità di ospitare la Grande Partenza della Corsa Rosa in Ungheria nelle date inizialmente previste. Le parti hanno ribadito la loro determinazione a lavorare insieme per consentire al Giro d’Italia di partire dall’Ungheria in una data successiva. RCS Sport, vista la situazione nazionale e internazionale, comunica che viene posticipata la data del Giro d’Italia 2020. La nuova data sarà annunciata non prima del 3 aprile quando termineranno le disposizioni previste dal D.P.C.M. del 4 marzo 2020 e dopo che l’organizzazione si sarà confrontata con il Governo, gli Enti locali e territoriali e le Istituzioni sportive italiane e internazionali”.

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

77
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.