Covid ultime 24h
casi +26.323
deceduti +686
tamponi +225.940
terapie intensive -20

Io tu noi, Lucio: il docufilm stasera su Rai 2 che racconta Lucio Battisti

Di Antonio Scali
Pubblicato il 10 Set. 2020 alle 17:33
37
Immagine di copertina

Io tu noi, Lucio: il docufilm su Lucio Battisti in onda su Rai 2: anticipazioni e ospiti

Il 9 settembre 1998, esattamente 22 anni fa, se ne andava uno dei cantanti più geniali e rivoluzionari della storia della musica italiana e non solo: Lucio Battisti, Questa sera, 10 settembre 2020, Rai 2 gli dedica un’intera prima serata, con il docufilm Io tu noi, Lucio, realizzato da Giorgio Verdelli e in onda dalle 21.20. Un’occasione per ripercorrere la straordinaria carriera di Battisti, grazie al racconto di musicisti, amici e colleghi che ci racconteranno aneddoti e particolari anche inediti su Lucio. A guidare i telespettatori in questo viaggio nell’universo del cantautore di Poggio Bustone è l’attrice Sonia Bergamasco. Di seguito tutte le anticipazioni.

Anticipazioni

Se c’è un artista capace di superare le generazioni e rendersi immortale grazie alle sue canzoni quello è sicuramente Lucio Battisti. L’accoppiata con Mogol, autore dei testi, è senz’altro la più prolifica e ricca di successi della musica leggera italiana. Un cantante capace di cambiare il modo di scrivere la musica e i brani nel nostro Paese, svecchiando lo stile e portando la nostra canzone a un livello internazionale. Un musicista di grande pregio, meticoloso, e aperto a mille sperimentazioni. Un autore generoso, che ha fatto la fortuna di molti altri artisti della sua cerchia.

Di questo e di molto altro si parlerà nel docufilm di Giorgio Verdelli Io tu noi, Lucio, stasera, 10 settembre 2020, su Rai 2, in occasione dei 22 anni dalla prematura scomparsa di Battisti, che si è spento a soli 55 anni. A guidare gli spettatori nel percorso musicale del più innovativo tra i cantautori e musicisti italiani, attraverso un racconto fatto di voci e testimonianze inattese, sarà l’attrice Sonia Bergamasco.

Un intenso viaggio nell’universo Battisti, dagli esordi come chitarrista nei dancing ai trionfi con Mogol, sino agli ultimi dischi con i testi della moglie, in arte Velezia, e del poeta Pasquale Panella. Musicisti, amici e collaboratori racconteranno l’artista inimitabile e l’uomo di rottura che ha abbattuto tutti gli schemi della musica italiana, rivelando i segreti di una personalità complessa, che si celava dietro un’apparente semplicità musicale, ma che nascondeva, invece, un produttore meticoloso e che non lasciava nulla al caso.

Un modo di scrivere la musica che sorprende anche oggi, per aver rotto gli schemi tradizionali, svelando tutta la grande modernità delle sue canzoni. Non a caso si tratta di un artista ancora molto ascoltato, anche dai più giovani. Tanti i personaggi, i musicisti, gli amici e i colleghi che hanno conosciuto da vicino Lucio e che interverranno nel corso del docufilm, per aiutarci a conoscere meglio sia l’uomo che l’artista. Carlo Verdone, Paola Turci, Ron, Eugenio Finardi, Niccolò Fabi, Gianna Nannini, Riccardo Scamarcio, Vasco Rossi, Ermal Meta, Mogol, Geoff Westley, Edoardo Bennato, Mario Lavezzi, Mario Biondi, Renzo Arbore racconteranno suggestioni musicali e poetiche del grande cantautore.

Dal debutto alle contestazioni della critica per la sua insolita dimensione timbrica che usciva dai canoni classici accarezzando sfumature soul e popolari, tanto che molti ritenevano assurdamente che non sapesse cantare o che non avesse una bella voce, solo per il fatto di non rientrare negli schemi del “Bel canto” all’epoca ancora in voga. Il grande pubblico, però, capì presto la sua portata innovatrice e la bellezza delle sue canzoni, in cui testo e musica si fondevano perfettamente in un assolo impeccabile. Brani che ogni volta finivano in testa alla classifiche, capolavori immortali entrati a pieno titolo anche nel linguaggio comune degli italiani. A rendere uniche le canzoni di Battisti anche la sua straordinaria capacità interpretativa, il suo modo di raccontare storie e suscitare emozioni.

E ancora intervengono nel docufilm Io tu noi, Lucio Tony Cicco, Franco Mussida, Claudio Pascoli, Franco Daldello, Roby Matano, Pietruccio Montalbetti, Alberto Radius, Vince Tempera, Alberto Salerno, Ron, Mara Maionchi,  Claudio Bonivento, Le Vibrazioni, Colapesce, Antonio Di Martino, descriveranno Lucio Battisti, insieme alle straordinarie immagini d’archivio, legate indissolubilmente alle sue canzoni. Capolavori senza tempo come Ancora tu, Il tempo di morire, Un’avventura, Acqua azzurra, acqua chiara, Il mio canto libero, Emozioni, I giardini di marzo, Anna, La collina dei ciliegi, Io vorrei…non vorrei…ma se vuoi, Sì, viaggiare, Con il nastro rosa, La canzone del sole, Non è Francesca, e tantissimi altri successi.

Dal docufilm – prodotto da Alessandro Lostia, con Sonia Bergamasco, scritto da Giorgio Verdelli in collaborazione con Michaela Berlini e Ines Paolucci – emergeranno anche dettagli poco noti al grande pubblico, come l’amore di Lucio per la soul music, la curiosità verso nuovi orizzonti musicali, l’abilità come arrangiatore e produttore e la voglia di stabilire sempre nuovi traguardi restando assolutamente personale: la stima di David Bowie e Pete Townshend degli Who e l’ammirazione di musicisti come Jack Savoretti e Cristiano Godano. Appuntamento questa sera, 10 settembre 2020, in prima serata dalle 21.20 su Rai 2 con Io tu noi, Lucio.

37
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.