Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » TV

Gf Vip: Zorzi e Oppini sono il nostro teleromanzo preferito, un po’ come Sandra e Raimondo

Immagine di copertina

Ma chi glielo doveva dire agli autori del GfVip che dopo mesi a scervellarsi per cercare di far decollare la love story più “fake” della storia della tv, alla fine a emozionare il pubblico sarebbe stata la coppia meno prevedibile, artefatta e patinata di tutto il cast, ossia quella tra Tommaso Zorzi e Francesco Oppini? Signorini&Co a propinarci clip su clip costruite sul nulla cosmico tra Ely e Pierpa e la loro “amicizia speciale”. Peccato che questo sentimento altro non fosse che una blanda attrazione affievolitasi in poche settimane e che mai sarebbe potuta decollare per i mille vincoli che hanno palesemente condizionato l’ex lady Briatore nel suo percorso nella casa.

Loro ad affannarsi per dare un po’ di credibilità alla fanta-liason tra la concorrente di punta e il bel fusto di turno e intanto gli spettatori a casa ad appassionarsi giorno dopo giorno all’affinità elettiva tra due uomini, non incasellabile in uno specifico cliché o sotto una rassicurante etichetta. Protagonisti due ragazzi così diversi eppure così simili. Il 25enne influencer da 1.1 milioni di followers dalla spiccata vena artistica e il 38enne commentatore di calcio e venditore di auto, il primo omosessuale dichiarato, single e con una vita sentimentale turbolenta alle spalle, il secondo stabilmente fidanzato con la sua Cristina da un paio di anni. Accade che nella casa di Cinecittà gli assi di questi due pianeti, apparentemente distanti, si allineino e diano vita a un legame che sa di autenticità e di bene sincero, fatto di confidenze, abbracci, sguardi, carezze, silenzi, lacrime, incomprensioni e riavvicinamenti.

E, in tempi di magra e reclusione forzata, per noi spettatori che abbiamo già esaurito tutte le serie e i film romantici disponibili su qualsiasi piattaforma streaming, con le loro schermaglie, scambi di corrispondenza e sguardi complici diventano presto il nostro teleromanzo preferito, un po’ Meredith e Derek, un po’ Sandra e Raimondo, come loro stessi si definiscono. Poi come un fulmine a ciel sereno arriva la notizia del prolungamento del programma e la decisione di Francesco di abbandonare per tornare ai suoi affetti. Tommaso va in crisi e solo in quel momento trova il coraggio di ammettere che quella non era amicizia, nemmeno una amicizia speciale stile Gregorelli, ma un vero e proprio innamoramento. Solleva il velo e si mostra vulnerabile e spaventato ma sceglie la verità, l’unica carta che chi partecipa a un reality dovrebbe giocarsi, per correttezza verso se stesso e verso il pubblico. Momento clou di questo “drama” è stato il tanto atteso incontro tra i due di ieri sera, che non ha deluso i fan dei “Zorzini”. Certo, chi sperava in un improbabile coming out a sorpresa di Oppini è rimasto a bocca asciutta, ma le emozioni non sono mancate e anche i più imperturbabili si sono ritrovati con l’occhio lucido.

“Il bene e l’affetto che provo per Francesco e viceversa è troppo grande per dimenticarci. Ce l’ho dentro, è con me. Grazie a lui mi sono sbloccato, ho sempre avuto difficoltà a esporre i miei sentimenti, a esporre quello che nascondo dentro di me. A prescindere dal rapporto che avrò con lui fuori di qui, mi ha aiutato a trovare quello che cercavo”, sono state le parole di Tommaso.

“Non aver paura di nulla perché io ci sarò sempre, io sono fuori e ti aspetto a prescindere, un amico che cosa fa? Ti sta ancora più vicino a prescindere da tutto. L’amicizia è un sentimento d’amore e io ti appoggerò sempre, non pensare a cose strane, non c’è nulla di cui preoccuparsi e le persone al mio fianco e al tuo capiscono quello che c’è. Aspetterò il giorno che uscirai per andare a cena insieme, sei una persona sensibile e non voglio che tu ti faccia delle remore. Sono un tuo amico e ci sarò a prescindere, e se tu vuoi che io faccia un passo indietro per farti stare bene lo farò. Ma se cambi idea e il giorno dopo vuoi andare a mangiare una pizza io ci sarò. Io sono ancora qua e ci sarò sempre”, l’ha rassicurato Francesco proteggendo ancora una volta l’amico più giovane e vulnerabile.

Ripeto, sarà che in questo periodo tendo a commuovermi anche per le pubblicità natalizie di pigiami e pandori, ma un paio di lacrimucce le ho versate e so di essere stata in buona compagnia. Capito cari i miei autori? Mentre voi ci propinavate “Il Segreto” di Montecarlo, qui ha preso corpo spontaneamente una sceneggiatura degna di una serie Netflix, e tutto senza imbeccate e suggerimenti.

L’ascesa di Nostra Signora Eligreg dalla Casa del Gf alla dimora di Montecarlo

Le stesse imbeccate, con tanto di bacetti a richiesta che manco all’asilo, che ci siamo dovuti sciroppare ancora una volta prima di vedere finalmente Nostra Signora di Soverato Elisabetta Gregoraci “ascendere” dalla casa allo studio. Ultima tappa di quel processo di santificazione di cui siamo stati testimoni dal 14 settembre a oggi, con tanto di clip finale in cui gli altri coinquilini decantavano grazie, miracoli e prodigi della showgirl. Ora come minimo mi aspetto che la prossima settimana una delle pareti della casa sia dedicata agli ex voto. Comunque io non so voi, ma quando ieri sera per la centesima volta Signorini le ha chiesto se davvero fosse intenzionata a lasciare definitivamente la casa e lei ha risposto senza esitazione l’ennesimo “SI'” spinta dal desiderio di tornare dal suo bambino, ho sentito un CRACK ben distinto. Era il cuoricino del povero Alfy andato in mille pezzi. Eppure le aveva provate tutte nei giorni scorsi per non perdere la sua vippona preferita e il di lei consorte, perché diciamolo, in tanti a un certo punto ci siamo chiesti se “GF” non stesse più per Grande Fratello ma per “Grande Flavio”, tirato in ballo regolarmente tutte le puntate.

La disperazione del conduttore era da giorni evidente, mancava solo le proponesse di far entrare il piccolo Nathan nella casa con tanto di tata e istitutrice oppure di continuare a partecipare al programma dal suo appartamento di Montecarlo, che dopo il Tugurio poteva essere la volta del Luxurio. A un certo punto giuro ho temuto una sua crisi di nervi e già me lo vedevo attaccato alle caviglie della sua Ely implorando “Ancora una settimanaaaa, puoi entrare e uscire quando vuoi, ti faccio il duplicato delle chiavi, ti passo un telefono sotto banco, faccio sbattere fuori quella sciacquetta che si è permessa di darti della snob! Tutto quello che vuoi ma restaaaa”. Invece ha ingoiato il rospo e con quel “Benissimo” che suonava come l’esatto contrario ha finalmente accettato la realtà con tardiva dignità.

Ultime piccole considerazioni in ordine sparso sulla puntata. Quell’uscita infelice della zia Malgi: bello il momento in cui Tommaso ha aperto il suo cuore a Cristiano, confidandogli i suoi sentimenti per Francesco, tutto bene, molto toccante, fino a quella frase che giustamente ha indignato tanti, riferita al destino sentimentale delle persone omosessuali: “Purtroppo amore ricordati che noi siamo destinati a rimanere soli. Tu ti innamori, ti innamori, ma alla fine non vanno d’accordo nemmeno le vere coppie tra uomo e donna. Noi abbiamo questo… purtroppo è così, è un segno”. Ma è un discorso da fare a un ragazzo di 25 anni? E, soprattutto, è un messaggio da trasmettere a tutti quelli che guardano il programma? Oggi, nel 2020? Probabilmente Cristiano parlava della propria esperienza personale e delle difficoltà incontrate da gay dichiarato ormai mezzo secolo fa, un vissuto che merita certamente rispetto ma che non può essere calato nella realtà di oggi, dove un omosessuale non può sentirsi dire che il suo orientamento si tradurrà in solitudine e infelicità. E naturalmente nessuno che si sia sognato di censurare un’uscita, quella sì, tanto infelice.

-Gli sbrachi della contessa: vi prego, qualcuno mandi in esilio la De Blanck. Qui parliamo di una donna di 80 anni ancora avvelenata fin nelle viscere per essere stata mandata al televoto da Stefania Orlando contro la quale ieri sera ha inveito con la consueta maleducazione a suon di “Sei falsa, bugiarda, stai zitta”. Io mi chiedo perché, in nome dell’età e dell’ingiustificata simpatia che il conduttore nutre per lei, ogni volta ci tocchi assistere a tanto degrado. E poi, Patty, invece di pensare alla Orlando, preoccupati di essere uscita per direttissima al primo televoto e con una percentuale bulgara. Che forse chi dovrebbe stare zitta per un po’ sei proprio tu.

-Elisabetta e il beauty, storia di un grande amore: momento epico della serata, quando la Gregoraci in procinto di abbandonare la casa, a pochi passi dalla porta rossa, dà quell’ultimo mandato ai suoi compagni di avventura, una sorta di testamento spirituale emblema dei suoi 84 giorni nella casa: “Mi chiudete i beauty?”.

– Maria Teresa Ruta “Quantestorie”: a memoria di reality non ricordo di aver mai visto concentrata in un solo concorrente una casistica così ampia di vicissitudini pronte da estrarre come conigli dal cilindro in favore di telecamera. Per intenderci: di solito ci sono un paio di sfighe a personaggio da sviscerare e rimestare, e poi c’è Mary Terry che ne ha una diversa per ogni puntata. In questi mesi l’abbiamo vista condividere con il pubblico (cito in ordine sparso) un terribile tentativo di violenza sessuale subito da ragazza, la scomparsa dell’amatissimo padre, il grave incidente stradale del fratello poco prima del suo ingresso nella casa, i tradimenti del primo marito Amedeo Goria, il rapporto tormentato con la figlia Guenda, il rapporto tormentato con il figlio GianAmedeo, la malattia avuta da quest’ultimo nel periodo dell’infanzia, i ripetuti tentativi e le cure per avere un figlio dal nuovo compagno e poi la dolorosa rinuncia.

Finita qui? Macché, ieri si è aggiunto all’elenco il racconto di quella proposta indecente ricevuta da un “uomo famoso” ormai trent’anni fa, rifiutata e costatale il lavoro. Racconto che ha dato il la a una riflessione sul tema delle molestie sessuali in ambito lavorativo. Io ve lo dico, se la Ruta rimane nel programma fino a febbraio tremo a immaginare le nuove possibili rivelazioni. Non mi stupirebbe se una sera ci rivelasse di come affrontò la pioggia di cavallette mandate da Dio sul popolo egiziano o a un certo punto si sfilasse uno dei suoi abiti da Barbie fior di pesco per mostrarci le ferite rimediate in guerra.

Ti potrebbe interessare
TV / Benvenuti al Nord: trama, cast e streaming del film
TV / Opera senza autore: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / The Voice Senior: le anticipazioni della terza puntata in replica su Rai 1
Ti potrebbe interessare
TV / Benvenuti al Nord: trama, cast e streaming del film
TV / Opera senza autore: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / The Voice Senior: le anticipazioni della terza puntata in replica su Rai 1
TV / John Q: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Jurassic Park: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Ascolti tv venerdì 23 luglio: Top Dieci, Masantonio – Sezione scomparsi, Quarto grado
TV / Top Dieci: anticipazioni, ospiti e squadre della puntata di oggi in replica, 23 luglio 2021
TV / Masantonio – Sezione scomparsi: trama e cast della quinta puntata, le anticipazioni
TV / Quarto Grado: anticipazioni e ospiti di oggi, 23 luglio 2021
TV / Una doppia verità: tutto quello che c’è da sapere sul film