Covid ultime 24h
casi +16.424
deceduti +318
tamponi +340.247
terapie intensive +11

Naya Rivera morta per annegamento: l’autopsia svela le cause del decesso

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 14 Lug. 2020 alle 08:25 Aggiornato il 15 Lug. 2020 alle 08:09
158
Immagine di copertina

Naya Rivera morta per annegamento

Dopo cinque giorni di estenuanti ricerche, il corpo di Naya Rivera è stato ritrovato nel lago Piru, e secondo i risultati dell’autopsia effettuata sul corpo senza vita, si sarebbe trattato di annegamento. L’attrice di Glee si era recato nel lago della California insieme al figlio Josey, di quattro anni, per fare un bagno. L’8 luglio, Naya si sarebbe tuffata in acqua insieme al bambino ma, tornando alla barca, si è resa conto che la corrente aveva allontanato l’imbarcazione e, forte di un istinto materno, ha aiutato il bambino a salire sulla barca, poi le energie l’hanno abbandonata. “Pensiamo che era metà pomeriggio quando mamma e figlio sono andati a nuotare, ma poi la barca si è allontanata portata dalle correnti. Naya ha trovato abbastanza energia per salvare il bambino, ma non abbastanza per lei stessa”, ha spiegato lo sceriffo William Aybu durante una conferenza stampa, qualche ora dopo aver ritrovato il cadavere nel lago. Il bambino, come spiegato dalle autorità, “ha raccontato che la mamma lo ha aiutato a risalire in barca. Quando lui ha guardato indietro, l’ha vista scomparire sott’acqua”.

naya
Naya e il piccolo Josey.
Crediti: Instagram

I risultati dell’autopsia

Secondo l’autopsia effettuata sul corpo dell’attrice, Rivera è morta per annegamento. Il Ventura County Medical Examiner conferma che la donna non mostrava alcun segno di trauma o infortunio, né alcun tipo di malore che possa aver contribuito all’annegamento. Inoltre non è stata rinvenuta alcuna indicazione relativa a consumo di alcol o droghe che possano aver giocato un ruolo nel decesso dell’attrice.

Addio Naya Rivera: la solidarietà del cast di Glee

Cinque giorni d’agonia, di punti interrogativi, di supposizioni (si tratta di suicidio?): l’indizio indispensabile è arrivato qualche ora prima del ritrovamento, quando la polizia è entrata in possesso di una fotografia che proprio Naya Rivera aveva inviato alla famiglia, dove mostrava Josey e sullo sfondo un’insenatura che le autorità di Ventura Country hanno potuto identificare. Quella fotografia era stata scattata qualche ora prima rispetto al ritrovamento del bambino da solo sulla barca ed è stato grazie a quello scatto che la polizia ha potuto individuare il migliore punto di ricerca. Poco prima del ritrovamento del cadavere, parte del cast di Glee ha deciso di recarsi al lago Piru: gli attori, fotografati di spalle, si tengono per mano, a testa bassa, pregando per Naya. Era presente anche Heather Morris, che in Glee interpretava Brittany, il grande amore di Santana, il personaggio di Naya.

Il corpo dell’attrice è stato ritrovato nella stessa giornata in cui, sette anni fa, è morto Cory Monteith, l’attore che in Glee interpretava uno dei personaggi protagonisti (Finn), una coincidenza che ha del raccapricciante. Naya, all’epoca, dedicò (nella quinta stagione di Glee) “If I die young” al personaggio di Finn e all’attore Cory. Salutiamo così Naya, con la sua coraggiosa Santana Lopez, una forza della natura che ha saputo ribaltare il proprio ruolo all’interno di una serie che l’avrebbe confinata ai margini se non fosse stato per il suo carisma e il suo dono innato nel cantare. Ciao Naya.


Leggi anche:

1. Naya Rivera non è l’unica persona ad essere scomparsa nel Lago Piru / 2. Naya Rivera, l’attrice di Glee scomparsa nel lago Piru: ritrovato soltanto il figlio

158
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.