Heather Parisi condivide un video che sbeffeggia le dichiarazioni sessiste di Amadeus

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 17 Gen. 2020 alle 09:24 Aggiornato il 30 Gen. 2020 alle 16:30
10

Heather Parisi sbeffeggia Amadeus con un video

Continua la polemica sulle parole che Amadeus ha usato per giustificare la scelta di Francesca Maria Novello tra le soubrette di Sanremo, e anche Eather Parisi, con un video, si schiera contro il presentatore.

Durante la conferenza stampa di presentazione del Festival, infatti, il conduttore di punta della Rai ha sottolineato più volte come Francesca Novello, fidanzata del motociclista Valentino Rossi, spicchi per la sua bellezza. Così tanto da sembrare quasi priva di altre caratteristiche.

“La fidanzata del grande Valentino Rossi, che è stata scelta da me per la bellezza e per la capacità di stare con un grande uomo, stando un passo indietro”, ha dichiarato Amadeus.

Subito sono esplose le critiche, e tantissimi hanno accusato il presentatore di sessismo, criticando il linguaggio utilizzato nei confronti della donna, in un festival in cui un conduttore uomo sarà circondato da cinque donne.

Tra chi ha preso di mira Amadeus sui social, anche la storica ballerina e soubrette Eather Parisi, che sul suo profilo Twitter condivide il video prodotto dal Freeda per sbeffeggiare le dichiarazioni al centro della polemica.

Ogni volta che Amadeus pronuncia la parola “bella” o “bellezza”, nel video appaiono gli sguardi stupiti, annoiati e polemici di star del cinema o della tv statunitense. “Ancora? Veramente?”, si legge nei sottotitoli. “Basta parlare delle donne in questo modo”, appare scritto nel montaggio.

Da James Corden a Jennifer Lopez, dai Simpson a Emma Watson, nel video di Freeda su Amadeus condiviso da Heather Parisi sembrano esserci proprio tutti.

Leggi anche:

Sanremo, Amadeus accusato di sessismo: “Sono stato frainteso”

No Amadeus, la bellezza non è un merito. A Sanremo stai mortificando le donne

10
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.