Francesca Cavallin: tutto quello che c’è da sapere sull’attrice che interpreta Miriam ne La Compagnia del Cigno

Di TPI
Pubblicato il 4 Feb. 2019 alle 18:50 Aggiornato il 4 Feb. 2019 alle 19:00
0
Immagine di copertina

Nata a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, Francesca Cavallin è tornata in televisione per interpretare Miriam ne La compagnia del Cigno, la serie TV creata e diretta da Ivan Cotroneo approdata da poco su RAI.

Ma chi è Francesca Cavallin? Qual è stato il suo esordio televisivo? Vediamo insieme tutto quello che sappiamo dell’attrice.

Francesca Cavallin | Biografia | La vita privata 

Classe 1976, la Cavallin si è laureata in Lettere Moderne (con indirizzo Storia dell’Arte Contemporanea) presso l’Università di Padova e ha frequentato l’Accademia Teatrale.

Ha avviato la sua carriera in qualità di modella e poi è approdata sul Canale Leonardo di Sky come conduttrice della rubrica “La piccola Enciclopedia dell’Arte”.

Dopo aver frequentato un corso di recitazione presso il Centro Teatro Attivo di Milano (tra il 2003 e il 2004), la Cavallin ha debuttato sul piccolo schermo, recitando in “Vivere” (soap opera andata in onda su Canale 5).  Da quel momento, le porte del mondo dello spettacolo non hanno avuto più alcuna serratura per lei.

E, se l’amore per il cinema ci dà tanto, non dovrebbe stupirci che la bella Cavallin si sia sposata con il regista Stefano Remigi (figlio di Memo Remigi). I due sono stati insieme per dieci anni e hanno avuto anche il primo figlio Leonardo (al quale è seguito Jacopo) prima di convolare a nozze nel 2012.

Francesca Cavallin | Tra l’anoressia e la bulimia

“Il mio fidanzatino mi disse al telefono che preferiva gli uomini. Quel giorno ho perso la fiducia in me stessa. Ci ho messo anni per uscirne”. Si era già confessata su IoDonna riguardo questa delicata parentesi della sua vita, spiegando perché a 15 anni avesse smesso di mangiare.

Poi, ospite a Vieni da me (programma televisivo RAI), l’attrice ha raccontato delle sue battaglie contro l’anoressia e la bulimia, spiegando quanto fosse difficile accettare il proprio corpo in trasformazione e quanto sia stato prezioso l’aiuto della famiglia (e in particolare della mamma) per superare le difficoltà.

Francesca Cavallin | La filmografia

Irene Monteleone è stato il suo primo, vero ruolo televisivo. Era il 2004 quando entrò nel cast di Vivere, la soap opera che le ha spianato la strada per una carriera luminosa. Soltanto due anni dopo, infatti, è arrivata al cinema con “Vita Smeralda” di Jerry Calà.

Ma la TV, il primo grande amore, l’ha richiamata a sé: tra le varie serie televisive in cui ha recitato ricordiamo: “Il generale Dalla Chiesa”, in cui ha interpretato Emanuela Setti Carraro (2007), “Coco Chanel” (2008), “Il bene e il male” e “L’uomo che cavalcava nel buio”( entrambe del 2009). Sempre nel 2009, la Cavallin è approdata in una delle serie più amate dagli italiani: “Un medico in famiglia” le ha fatto posto per interpretare Bianca Pittaluga (per le stagioni sei, sette e otto, un cameo poi nella dieci).

Ambrogio Lo Giudice l’ha poi scelta come sua protagonista per la serie TV “Tutta la musica del cuore”, in cui la Cavallin ha recitato al fianco di  Johannes Brandrup. Il 2013 l’ha vista impegnata in “Adriano Olivetti – La forza di un sogno”, miniserie in cui ha interpretato la moglie di Luca Olivetti (interpretato da Luca Zingaretti).

Nel 2015, Francesca Cavallin è tornata a casa con “Di padre in figlia”, la miniserie diretta da Riccardo Milani le cui scene (nella maggior parte dei casi) sono state girate proprio a Bassano del Grappa.

Il 2016 è l’anno della serie TV “Rocco Schiavone” e del film “I babysitter” di Giovanni Bognetti. L’ultima comparsa cinematografica della Cavallin è stata in Moglie e Marito (2017), mentre è nel 2019 che è tornata in RAI con La compagnia del Cigno.

Francesca Cavallin | Instagram 

Anche i VIP amano i social e l’ennesima dimostrazione arriva dalla stessa Francesca Cavallin, il cui account Instagram pullula di immagini postate, i cui soggetti riguardano arte, viaggi e anche famiglia.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.