Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

David di Donatello 2020, i vincitori: chi ha vinto

Di Marco Nepi
Pubblicato il 8 Mag. 2020 alle 21:20 Aggiornato il 8 Mag. 2020 alle 23:51
292
Immagine di copertina

David di Donatello 2020, i vincitori: chi ha vinto

DAVID DI DONATELLO 2020 VINCITORI – Oggi, venerdì 8 maggio 2020, alle ore 21,20 si è tenuta la cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2020 in cui sono stati annunciati tutti i vincitori: dal miglior film al miglior attore protagonista; dalla più brava attrice protagonista alla regia. Ma vediamo insieme chi ha vinto i David di Donatello 2020, tutti i vincitori:

Miglior film: ‘Il Traditore’ di Marco Bellocchio – “Il traditore”, candidato italiano alla 92esima edizione della notte degli Oscar, narra le vicende del criminale Tommaso Buscetta, primo pentito di mafia, interpretato dall’attore Pierfrancesco Favino. Buscetta è conosciuto come il boss dei due mondi che aiutò Falcone e Borsellino a far luce sull’organizzazione di Cosa nostra e sui suoi vertici.

Miglior regia: Marco Bellocchio per ‘Il traditore’. “Ho 80 anni, per un po’ di anni spero di poter continuare a fare film in cui credo, che mi entusiasmano”. Così Marco Bellocchio ha festeggiato il suo David di Donatello per la miglior regia de ‘Il traditore’, vincitore nella cinquina che annoverava Matteo Rovere (‘Il primo re’), Claudio Giovannesi (‘La paranza dei bambini’), Pietro Marcello (‘Martin Eden’) e Matteo Garrone ‘Pinocchio’. Festeggiato dalla famiglia, entrata nell’inquadratura casalinga al momento della proclamazione Bellocchio ha detto: “Sono contento naturalmente per me stesso, per coloro che mi hanno premesso di fare il film dai produttori Del Brocco e Caschetto a tutti gli attori”. Il regista si è anche detto felice per il premio a Luigi Lo Cascio e per la candidatura di Ferracane “un grandissimo attore con cui spero di poter rilavorare presto”. Prima di ricevere il premio ha spiegato che “avendo uno spirito democristiano vorrei che tutti fossero premiati” augurando quindi al cinema italiano “così in difficoltà in questo momento, di poter ricominciare a lavorare”.

Migliore attrice protagonista: Jasmine Trinca per ‘La dea fortuna’. Jasmine Trinca vince il premio David di Donatello come miglior attrice protagonista per ‘La dea fortuna’, due anni dopo averlo vinto per ‘Fortunata’. “Non posso non pensare a Ferzan Ozpetek, a Edoardo Leo e a Stefano Accorsi”, dice l’attrice emozionatissima alla comunicazione di Carlo Conti della vittoria. Anche lei in collegamento da casa, la Trinca abbraccia la figlia Elsa a cui dedica questo premio. Le altre candidate erano Valeria Bruni Tedeschi per ‘ I villeggianti’, Isabella Ragonese per ‘Mio fratello rincorre i dinosauri’, Linda Caridi per ‘Ricordi?’, Lunetta Savino per ‘Rosa’, Valeria Golino per ‘ Tutto il mio folle amore’.

Miglior attore protagonista: Pierfrancesco Favino per ‘Il traditore’. L’irruzione in stanza di Anna Ferzetti, con il bacio al marito trionfatore, è l’immagine del David di Donatello, categoria “miglior attore protagonista’ a Pierfrancesco Favino, per la sua interpretazione di Tommaso Buscetta ne ‘Il traditore’ di Marco Bellocchio. Favino che ha dedicato il premio alla mamma Stella, era in gara con Toni Servillo (‘5 è il numero perfetto’), Alessandro Borghi (‘Il primo re’), Francesco Di Leva (‘Il sindaco del rione Sanità’) e Luca Marinelli (‘Martin Eden’). Felicissimo, a Carlo Conti Favino ha voluto raccontare anche un aneddoto: “Prima del lockdown mentre andavo a un appuntamento, nell’androne ho incontrato una signora che mi ha fermato dicendomi di essere rimasta incantata da Il Traditore” ha detto, ricordando di aver provato “tenerezza, gratitudine e l’orgoglio di appartenere alla categoria di uomini e donne dello spettacolo che hanno spesso saputo rialzare la testa segnando la strada della rinascita” quando quell’anziana signora gli ha detto di tornare presto. “A quella signora adesso dico che torneremo a trovarla presto”.

Miglior attore non protagonista: Luigi Lo Cascio per ‘Il traditore’. Luigi Lo Cascio ha vinto il David di Donatello nella categoria miglior attore non protagonista per la sua interpretazione ne ‘Il traditore’, scelto nella cinquina che annoverava Carlo Buccirosso, ( ‘5 è il numero perfetto’) Stefano Accorsi (‘Il campione’) Fabrizio Ferracane (‘Il traditore’) e Roberto Benigni (‘Pinocchio’), che prima della proclamazione ha scherzato, ribattezzando questa anomala edizione del premio ‘Covid di Donatello’: “Io sono la categoria più colpita perché prendo in braccio tutti, bacio, tocco – ha continuato Benigni- se fossi lì, Carlo, ti bacerei, ti spoglierei dello smoking”. Collegato da solo in una stanza della sua casa, il vincitore Lo Cascio ha festeggiato facendosi raggiungere dai figli che lo stavano guardando in salotto: “Avevo già vinto un David per ‘I Cento passi’ ma ero troppo giovane , adesso ringrazio Marco Bellocchio per avermi scelto, ringrazio i miei compagni del film, è davvero una gioia grandissima”. Lo Cascio ha quindi dedicato il premio allo scomparso Luigi Maria Burruano suo padre nei ‘I Cento pass’i e alle “centinaia di migliaia di lavoratori dello spettacolo” in difficoltà in questo momento di emergenza Covid.

Miglior attrice non protagonista: Valeria Golino. Per la sua interpretazione in ‘5 è il numero perfetto’ la prima premiata della serata dei David di Donatello, nella categoria “miglior attrice non protagonista”. Golino, candidata insieme a Anna Ferzetti (‘Domani è un altro giorno’), Alida Baldari Calabria (‘Pinocchio’) Maria Amato (‘Il traditore’) e Tania Garriba (‘Il primo re’), collegata da casa sua in abito nero, ha dedicato il premio “all’Italia, a tutti noi e a questo momento fragile e potente”. Si è detta molto emozionata di poter ricevere il premio (virtualmente, in realtà lo riceverà nei prossimi giorni) grazie alla tecnologia. “Spero che l’anno prossimo potremo rivederci, gioire insieme, baciarci e abbracciarci, ma questa edizione straordinaria sarà ricordata”.

David Donatello: premio speciale a Valeri, “gigante spettacolo” – Le immagini dei suoi più grandi film accanto ad Alberto Sordi, Vittorio De Sica e De Filippo, mixati agli sketch televisivi che l’hanno resa celebre, a partire da quelli in cui al telefono impersonava la “Sora Cecioni”, hanno accompagnato l’assegnazione del David speciale a Franca Valeri. L’attrice, che compirà cento anni il prossimo 31 luglio, ha già ricevuto nei giorni scorsi il suo David a casa, e non era in collegamento video come gli altri premiati. C’erano però le immagini e le parole dell’intervista con Carlo Conti durante una puntata de ‘I migliori anni’: “Un David speciale, e un grande abbraccio a questo gigante dello spettacolo’ l’ha così salutata Conti.

Miglior regista esordiente: Phaim Bhuiyam per ‘Bangla’

David Donatello 2020, tutti i vincitori

Ecco tutti i premi David di Donatello 2020 dell’edizione numero 65 dell’Oscar italiano del cinema.
MIGLIOR FILM: ‘Il traditore’ di Marco Bellocchio
MIGLIOR REGISTA: Marco Bellocchio per ‘Il traditore’
MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA: Pierfrancesco Favino per ‘Il traditore’
MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA: Jasmine Trinca per ‘La dea fortuna’
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Luigi Lo Cascio per ‘Il traditore’
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Valeria Golino (‘5 è il numero perfetto’)
MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE: Phaim Bhuiyan per ‘Bangla’
MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE:  Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo per ‘Il traditore’
MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: Maurizio Braucci, Pietro Marcello per ‘Martin Eden’
MIGLIOR PRODUTTORE: Matteo Rovere e Andrea Paris per Grøenlandia, Rai Cinema, Gapbusters, Roman Citizen per ‘Il primo re’
MIGLIORE SCENOGRAFO:  Dimitri Capuani per ‘Pinocchio’
MIGLIOR TRUCCATORE:  Dalia Colli, Mark Coulier (trucco prostetico) per ‘Pinocchio’
MIGLIOR AUTORE FOTOGRAFIA:  Daniele Ciprì per ‘Il primo re’
MIGLIORE MUSICISTA: L’orchestra Di Piazza Vittorio per ‘Il Flauto Magico di Piazza Vittorio’
MIGLIOR CANZONE ORIGINALE: ‘Che vita meravigliosa’ di Antonio Diodato per ‘La dea fortuna’
MIGLIORE COSTUMISTA: Massimo Cantini Parrini per ‘Pinocchio’
MIGLIOR ACCONCIATORE: Francesco Pegoretti per ‘Pinocchio’
MIGLIORE MONTATORE: Francesca Calvelli per ‘Il traditore’
MIGLIOR SUONO: Angelo Bonanni (Presa diretta), Davide D’Onofrio (Microfonista), Mirko Perri (Montaggio), Mauro Eusepi (Creazione suoni), Michele Mazzucco (Mix) per ‘Il primo re’
MIGLIORI EFFETTI VISIVI VFX: Theo Demiris, Rodolfo Migliari per ‘Pinocchio’
MIGLIOR DOCUMENTARIO: ‘Selfie’ di Agostino Ferrente
MIGLIOR FILM STRANIERO: ‘ Parasite’ di Bong Joon Ho
MIGLIOR CORTOMETRAGGIO:  ‘Inverno’ di Giulio Mastromauro
DAVID GIOVANI: ‘Mio fratello rincorre i dinosauri’ di Stefano Cipani
DAVID DELLO SPETTATORE: ‘Il primo Natale’ di Salvo Ficarra E Valentino Picone
DAVID SPECIALE: Franca Valeri.

Nomination

Quali film, attori, attrici e registi erano in corsa per vincere i David di Donatello 2020? Di seguito tutte le nomination (cinquine candidati) agli oscar del cinema italiano andati in scena oggi, 8 maggio 2020:

Miglior film:

  • ‘Il Primo Re’ di Matteo Rovere
  • ‘Il Traditore’ di Marco Bellocchio
  • ‘La paranza dei bambini’ di Claudio Giovannesi
  • ‘Martin Eden’ di Pietro Marcello
  • ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone

Miglior regia:

  • Matteo Rovere per ‘Il Primo Re’
  • Marco Bellocchio per ‘Il traditore’
  • Claudio Giovannesi per ‘La paranza dei bambini’
  • Pietro Marcello per ‘Martin Eden’
  • Matteo Garrone per ‘Pinocchio’

Miglior regista esordiente:

  • Igort per ‘5 è il numero perfetto’
  • Phaim Bhuiyam per ‘Bangla’
  • Leonardo D’Agostini per ‘Il campione’
  • Marco D’Amore per ‘L’immortale’
  • Carlo Sironi per ‘Sole’

Miglior sceneggiatura originale:

  • ‘Bangla’ di Phaim Bhuiyan, Vanessa Picciarelli
  • ‘Il Primo Re’ di Filippo Gravino, Francesca Maniero, Matteo Rovere
  • ‘Il traditore’ di Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo
  • ‘La dea fortuna’ di Gianni Romoli, Silvia Ranfagni, Ferzan Ozpetek
  • ‘Ricordi?’ di Valerio Mieli

Miglior sceneggiatura non originale:

  • ‘Il sindaco del rione Sanità’ di Mario Martone, Ippolita Di Majo
  • ‘La famosa invasione degli orsi in Sicilia’ di Thomas Bidegain, Jean-Luc Fromental, Lorenzo Mattotti
  • ‘La paranza dei bambini’ di Maurizio Braucci, Roberto Saviono, Claudio Giovannesi
  • ‘Martin Eden’ di Maurizio Braucci, Pietro Marcello
  • ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone, Massimo Ceccherini

Migliore attrice protagonista:

  • Valeria Bruni Tedeschi per ‘I villeggianti’
  • Jasmine Trinca per ‘La dea fortuna’
  • Isabella Ragonese per ‘Mio fratello rincorre i dinosauri’
  • Linda Caridi per ‘Ricordi?’
  • Lunetta Savino per ‘Rosa’
  • Valeria Golino per ‘Tutto il mio folle amore’

Miglior attore protagonista:

  • Toni Servillo per ‘5 è il numero perfetto’
  • Alessandro Borghi per ‘Il Primo Re’
  • Francesco Di Leva per ‘Il sindaco del rione Sanità’
  • Pierfrancesco Favino per ‘Il traditore’
  • Luca Marinelli per ‘Martin Eden’

Miglior attrice non protagonista:

  • Valeria Golino per ‘5 è il numero perfetto’
  • Anna Ferzetti per ‘Domani è un altro giorno’
  • Tania Garribba per ‘Il Primo Re’
  • Maria Amato per ‘Il traditore’
  • Alida Baldari di Calabria per ‘Pinocchio’

Miglior attore non protagonista:

  • Carlo Buccirosso per ‘5 è il numero perfetto’
  • Stefano Accorsi per ‘Il campione’
  • Fabrizio Ferracane per ‘Il traditore’
  • Luigi Lo Cascio per ‘Il traditore’
  • Roberto Benigni ‘Pinocchio’

Dove rivedere la cerimonia dei David 2020

Dove rivedere i David di Donatello 2020 in tv e live streaming on demand? La cerimonia dei David 2020 è andata in onda in diretta su Rai 1 e Rai Movie oggi, 8 maggio 2020, dalle ore 21,20. Ve la siete persa e la volete recuperare? Niente panico, molto probabilmente su Rai Movie verranno trasmesse delle repliche. Inoltre sarà possibile seguire la cerimonia anche in streaming on demand tramite la piattaforma gratuita, previa registrazione, RaiPlay.it.

292
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.