C’era una volta a Hollywood: 5 curiosità sul nuovo film di Quentin Tarantino

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 22 Mar. 2019 alle 12:48
0
Immagine di copertina
Leonardo DiCaprio in C'era una volta a Hollywood

C’ERA UNA VOLTA A HOLLYWOOD CURIOSITÀ – Rick Dalton è un attore conosciuto principalmente per i suoi ruoli in tv, genere perlopiù western. Cliff è la sua fedele controfigura e, insieme, tentano la scalata del successo puntando a una carriera sul grande schermo.

Da qui, parte la trama di C’era una volta a Hollywood, il nono film di Quentin Tarantino che ancor prima di uscire ha conquistato il pubblico con una sfilza di poster e il suo primissimo trailer.

Il trailer incanta con quell’atmosfera che grida “America anni ’60” da tutti i pori, a partire dalla prima inquadratura in bianco e nero spacciata come un’intervista ai due personaggi: il primo più sfacciato, sicuro di sé, alla costante ricerca d’attenzione; il secondo più duro, un uomo “tutto d’un pezzo” a cui non dispiace giocare nell’ombra.

Rick e Cliff, oltre che colleghi, sono amici e le loro vicende lavorative molto presto s’intrecciano a una tragedia che ha segnato l’America del 1969: oggi viene ricordata come la strage di Cielo Drive, durante la quale è stata uccisa la moglie incinta di Roman Polanski.

C’era una volta a Hollywood curiosità | Le precedenti collaborazioni tra attori e regista

Leonardo DiCaprio e Brad Pitt non hanno mai lavorato insieme. Il pubblico è andato in visibilio non soltanto perché si credeva che Tarantino si fosse ormai ritirato dalla telecamera dopo The Hateful Eight, ma perché il magico duo riunito da Quentin Tarantino per C’era una volta a Hollywood avrebbe lavorato gomito a gomito.

Mentre Brad Pitt ha recitato in Bastardi senza gloria nel 2009 sotto la regia di Tarantino, Leonardo DiCaprio (reduce dal successo di Revenant), ha approfondito la conoscenza personale del regista in occasione di Django Unchained (datato 2012).

A detta di Quentin Tarantino, la coppia DiCaprio-Pitt è “il miglior duo dai tempi di Robert Redford e Paul Newman”.

Ma c’è da dire che questo film è il “non c’è due senza tre” per Kurt Russell e Tarantino: C’era una volta a Hollywood li vede collaborare per la terza volta insieme dopo Grindhouse – A prova di morte e The Hateful Eight. Quello che forse tutti non sanno è che Russell avrebbe dovuto recitare anche in Django Unchained ma, a causa del suo agente, non ha potuto farlo.

C’era una volta a Hollywood curiosità | Le grandi assenze

Sono due gli attori mancati all’appello per questo grande ritorno di Tarantino. Il primo è Burt Reynolds, a cui era destinato il personaggio di George Spahn che poi è stato riassegnato a Bruce Dern. Reynolds è venuto a mancare qualche settimana prima dall’inizio delle riprese, stroncato da un arresto cardiaco nella sua casa in Florida.

Un’altra assenza di C’era una volta a Hollywood è Luke Perry, l’attore diventato famoso per Beverly Hills 90210 stroncato da un ictus all’inizio di marzo 2019. A differenza di Reynolds, Luke è venuto a mancare poco dopo la fine delle riprese, per cui il suo personaggio Scott Lancer comparirà sul grande schermo.

C’era una volta a Hollywood curiosità | Premiere a Cannes?

Non è confermato nulla, per il momento è soltanto un rumor: pare che la nona pellicola del regista di Pulp Fiction potrebbe essere proiettata in anteprima al Festival di Cannes il 21 maggio 2019.

Pura casualità che il 21 maggio di quel lontano 1994 veniva mostrato per la prima volta al mondo Pulp Fiction proprio in quel di Cannes, per poi portare a casa la Palma d’Oro?

Tarantino ha un affetto particolare per il Festival di Cannes, anche perché aveva presentato fuori concorso “Le Iene”, era stato Presidente della Giuria nel 2004 e aveva presentato nel 2009 “Bastardi senza gloria” con protagonista proprio Brad Pitt.

C’era una volta a Hollywood curiosità | La tragedia di 10050 Cielo Drive

Era il 9 agosto 1969 e Charles Manson spedì quattro suoi membri della setta “Famiglia” in una missione omicida: Leslie Van Houten, Patricia Krenwinkel, Charles “Tex” Watson e Susan Atkins furono i quattro individui che piombarono nella villa al 1500 di Cielo Drive (Beverly Hills, Los Angeles) e uccisero quattro persone.

Tra le vittime, ci furono l’hairstylist Jay Sebring, Wojciech Frykowski e la sua fidanzata Abigail Folger e infine, lasciata per ultima, Sharon Tate. La giovane attrice, sposata con il regista Roman Polanski, era incinta di otto mesi. Con uno straccio bagnato del suo sangue, fu lasciato un messaggio sulla porta: “Pig” (maiale).

L’indomani sarebbero seguiti altri due assassini, con Charles Manson presente questa volta. Quella strage segnò profondamente la coscienza dell’America. Charles Manson, che dopo quella notte aveva continuato a uccidere, fu arrestato e andò sotto processo nel 1970 per poi essere condannato all’ergastolo.

Charles Manson è morto nel 2017 all’età di 83 anni dopo 45 anni di ergastolo.

C’era una volta a Hollywood curiosità | I cambiamenti dall’inizio

L’uscita iniziale di C’era una volta a Hollywood era stata programmata per il 9 agosto 2019, a cinquant’anni dalla strage di Bel Air, ma per evitare polemiche il film verrà invece distribuito il 26 luglio nelle sale americane.

Inoltre, prima di diventare C’era una volta a Hollywood, Tarantino si riferiva al suo nuovo film con un solo numero: 9 (perché, del resto, questo è il suo nono progetto cinematografico).

Inoltre, in principio il film era sotto la protezione della Weinstein Company come quasi tutte le precedenti pellicole di Tarantino ma, in seguito allo scandalo Weinstein, il progetto è passato nelle mani di Sony.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.