È morto Bruno Ganz, l’angelo del “Cielo sopra Berlino” e l’Hitler de “La caduta”

Originario della Svizzera, l'attore Bruno Ganz aveva 77 anni.

Di TPI
Pubblicato il 16 Feb. 2019 alle 14:55 Aggiornato il 17 Feb. 2019 alle 15:24
0
Immagine di copertina

BRUNO GANZ MORTO – Un’altra stella del cinema si è spenta. Bruno Ganz verrà per sempre ricordato per l’interpretazione di Hitler nel film “La caduta” e per quella dell’angelo Damiel nel “Cielo sopra Berlino”.

L’attore si è spento a 77 anni, nella notte del 16 febbraio 2019. Il suo volto è sicuramente tra i più celebri del cinema tedesco.

La sua carriera, avviatasi negli anni ’60, gli ha permesso di lavorare al fianco di tanti registi come Eric Rohmer, Volker Schloendorff e Werner Herzog.

Bruno Ganz morto | Chi era

Figlio di un operaio svizzero e di mamma italiana, Bruno Ganz ha esordito al cinema con il film “Der Herr mit der schwarzen Melone”.

Dopo aver fondato negli anni ’70 la compagnia “Schaubühne am Halleschen Ufer”, ha lasciato un segno nel cinema recitando ne “L’amico americano”, interpretando il corniciaio Jonathan Zimmermann: era il 1977.

L’anno seguente, ha recitato nella rivisitazione di “Nosferatu, il principe della notte”, ma il grande successo è arrivato nel 1987 nelle vesti dell’angelo per “Il cielo sopra Berlino” del regista Wim Wenders.

Nel 1995 ha preso parte alla serie TV “Il grande Fausto” incentrata sulla vita del ciclista Fausto Coppi.

Bruno Ganz morto | Chi era | Il successo 

Un altro successo nella sua carriera è avvenuto con “Pane e Tulipani”, che gli ha permesso di ottenere il David di Donatello 2000 come miglior attore protagonista.

Nel 2004, ha poi interpretato Adolf Hitler nel film “La caduta”.

Nel 2010, ha poi recitato ne “La fine è il mio inizio”.

Vivendo tra Zurigo, Berlino e Venezia, l’attore è stato poi premiato con il Pardo alla carriera al Festival del cinema di Locarno nel 2011. Nel 2013 è tornato al cinema, grazie a Ridley Scott, per interpretare il Papa nella serie The Vatican.

Tra le sue ultime comparse al cinema, possiamo menzionare “Remember” e “Heidi” nel 2015, “The Party” nel 2017 e “La casa di Jack” nel 2019.

LEGGI ANCHE: Tutti i film da vedere a febbraio 2019, tra cui La casa di Jack con Bruno Ganz

Bruno Ganz morto | La vita privata

Della sua vita privata, sappiamo che è stato sposato con Sabine dal 1965 con la quale ha avuto un figlio, Daniel. Dopo la separazione con Sabine, ha avuto una relazione con la fotografa Ruth Walz.

Nel 2018, gli è stato diagnosticato un carcinoma intestinale, una malattia che ha tentato di combattere con la chemioterapia.

Purtroppo, il 16 febbraio si è spento in una clinica di Zurigo.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.