Antonio Razzi: tutto sull’ex senatore di Forza Italia e concorrente di Ballando con le stelle 2019

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 27 Mar. 2019 alle 18:35
0
Immagine di copertina

ANTONIO RAZZI BALLANDO CON LE STELLE 2019 – Noto al grande pubblico per le sue gaffe e uscite esilaranti – puntualmente riprese dal comico Maurizio Crozza che ne ha fatto uno dei suoi personaggi di punta – Antonio Razzi è stato senatore di Forza Italia durante la XVII legislatura.

Molto vicino a Silvio Berlusconi (un po’ troppo, direbbe qualcuno), Razzi non è stato ricandidato in quota azzurra alle scorse elezioni politiche e ora, dopo anche l’esperienza di Razzi Vostri (programma sul Nove) si sta concentrando sulla carriera televisiva: l’ex senatore, infatti, è uno dei nuovi concorrenti di Ballando con le stelle 2019.

Ripercorriamo le principali tappe della sua vita per conoscerlo meglio, dal suo trasferimento in Svizzera alla sua carriera politica fino a qualche curiosità che lo riguarda.

Antonio Razzi Carriera

Antonio Razzi, classe 1948, è nato in Abruzzo a Giuliano Teatino in provincia di Chieti e della sua formazione sappiamo che ha un diploma di istituto tecnico commerciale.

Nel 1965 decide di lasciare la sua regione per emigrare in Svizzera a Emmenbrücke, località nel Canton Lucerna in Svizzera, dove lavora per la ditta tessile Tersuisse Multifils SA.

È presidente e socio fondatore del Centro regionale abruzzese di Lucerna e della Federazione emigrati abruzzesi in Svizzera (fino al 2007).

La sua esperienza politica inizia col le elezioni politiche del 2006, quando Razzi viene eletto alla Camera dei deputati nella lista dell’Italia dei Valori nella Circoscrizione Estero – Europa. Successivamente viene confermato anche alle elezioni politiche del 2008.

Fedelissimo del Cavaliere, Antonio Razzi vota contro la mozione di sfiducia nei confronti del quarto governo di Silvio Berlusconi del dicembre 2010.

Al termine della XVI legislatura, nel 2013, Razzi viene ricandidato, ma questa per il Senato in quarta posizione di lista in Abruzzo per Il Popolo della Libertà. Anche questa volta riesce ad essere eletto; quando poi il 16 novembre 2013 il Popolo della Libertà chiude i battenti, Razzi passa a Forza Italia.

Finita anche la XVII legislatura, nel 2018 il politico comunica – non senza sconforto – di non essere stato ricandidato dal partito azzurro per le politiche 2018.

A questo punto inizia il suo esordio televisivo: Antonio Razzi, d’altronde, è divenuto talmente tanto un personaggio che da il Nove decidono di affidargli un programma, Razzi Vostri.

Antonio Razzi Ballando con le Stelle | Curiosità

Antonio Razzi, le cui gaffe sono sia numerose che memorabili, ha ricevuto molto spesso diverse critiche per la sua mancanza di competenze e per la evidente difficoltà nell’esprimersi correttamente in italiano.

Celebri sono alcune sue dichiarazioni, come quella che fece durante un’intervista ai microfoni di Un giorno da pecora, quando Razzi ha affermato di essere “di proprietà di Berlusconi, quello che lui mi dice io faccio”. Per il leader di Forza Italia, infatti, ha sempre detto di essere disposto a tutto, anche a “buttarsi sotto a un treno” o “a votare anche Totò Riina” se Berlusconi lo avesse chiesto.

Nel dicembre 2011 “Gli Intoccabili”, trasmissione in onda su La7 condotta da Gianluigi Nuzzi, diffuse un video ripreso di nascosto all’interno del Parlamento in cui Razzi ammetteva di aver votato la fiducia al governo solo per motivi di tornaconto personale.

Razzi ha inoltre più volte detto di ammirare la politica della Corea del Nord e il suo dittatore Kim Jong-un, arrivando a definirlo “un moderato” che “sta cercando di portare un po’ di democrazia in quel paese”. Motivo per cui ha negato che il paese fosse sotto dittatura paragonandolo alla “Svizzera d’Oriente”. Peraltro, come segretario della Commissione Esteri, ha partecipato con Paolo Romani a una cerimonia ufficiale in Corea del Nord e, in seguito, nel 2013, l’ex senatore ha manifestato la sua intenzione di riportare la pace tra le due Coree.

Sempre Antonio Razzi ha rivelato che Kim Jong-un è un tifoso dell’Inter.

Il politico ha anche ricevuto l’accuso di appropriazione indebita quando era presidente del Centro Regionale Abruzzese di Lucerna: tale associazione ha poi avviato un procedimento penale in Svizzera nei confronti dell’ex senatore relativamente ai fondi destinati dalla regione Abruzzo per l’alluvione di Lucerna del 2005.

Razzi è infine stato coinvolto nell’inchiesta per corruzione a seguito del suo passaggio dall’IdV al PdL nel 2010.

Antonio Razzi moglie e figli | Vita privata

Antonio Razzi è posato con Maria Jesús Fernàndez dal 1974, una donna di origini spagnole anche lei emigrata in Svizzera. La coppia ha due figli.

Di se stesso, il politico dice di essere stato un grande amatore: “La mia prima volta – ha dichiarato – è stata molto presto, a 13 anni. Poi, finché non mi sono sposato a 26 anni,ho avuto più di 1000 donne. Erano così tante che ho iniziato a registrarle su un quadernino: scrivevo come si chiamavano e ogni tanto davo loro anche i voti”.

Razzi è anche molto attivo sui social: ha un account Instagram seguito da oltre 15mila persone, e uno su Facebook. Ma il suo profilo più seguito è senza dubbio quello Twitter, con oltre 30mila like.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.