Me
HomePolitica

Paragone lancia il sondaggio su Facebook: “Volete che voi No al Mes?” Ma l’avanzata dei Sì lo convincono a rimuovere il post

Il senatore del M5S ha chiesto i suoi follower un consiglio su come votare a Palazzo Madama, ma la situazione stava per sfuggire di mano

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 12 Dic. 2019 alle 08:56 Aggiornato il 12 Dic. 2019 alle 09:46
Immagine di copertina

Paragone lancia un sondaggio Facebook sul Mes ma poi lo cancella

Il senatore del M5S Gianluigi Paragone ha lanciato un sondaggio sul suo profilo Facebook per come votare sulla risoluzione di maggioranza sul Mes: il post, però, è stato successivamente cancellato.

Nella giornata di ieri, mercoledì 11 dicembre, infatti, sia alla Camera che al Senato si è votata la risoluzione della maggioranza sulle modifiche inerenti al Mes, il Fondo salva-Stati che ha monopolizzato il dibattito pubblico delle scorse settimane.

Nonostante l’accordo trovato tra M5S e PD, Gianluigi Paragone, senatore pentastellato, ha confermato la sua contrarietà al Mes.

Tuttavia, l’ex giornalista ha deciso di chiedere comunque un parere su come votare a Palazzo Madama ai suoi follower su Facebook.

Sul suo profilo personale, infatti, Paragone ha lanciato il seguente sondaggio: “Volete che oggi in Aula voti No al Mes nel rispetto del programma dei 5 Stelle?” ricordando poi ciò che recitava il programma del M5S: “Il Movimento 5 Stelle si impegnerà alla liquidazione del Mes”.

Tuttavia, la situazione è, come spesso accaduto in situazioni simili, sfuggita di mano.

Nel momento in cui i No al Mes erano all’87 per cento e i Sì appena al 13 per cento, alcuni “gruppi organizzati” hanno deciso di provare a ribaltare la situazione.

In breve tempo, dunque, i Sì sono schizzati al 46 per cento: un dato “pericoloso” che ha convinto Paragone, o il suo social media manager, a chiudere immediatamente il sondaggio e a rimuoverlo dalla pagina Facebook.

paragone sondaggio facebook mes

Poco tempo dopo, il sondaggio è riapparso sotto forma di screenshot in cui è stato svelato il risultato finale, che ha visto trionfare il No con il 54 per cento, mentre il Sì che si è fermato al 46 per cento.

Il senatore, poi, in Aula ha votato no, precisando comunque di non essere intenzionato a lasciare il Movimento 5 Stelle.

Leggi anche: 

Mes, Camera e Senato approvano la risoluzione di maggioranza

Riforma Mes, trovato accordo risoluzione di maggioranza. Conte alle Camere: “Ue una famiglia, no a divisioni”

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Tre senatori pronti a lasciare il M5s e passare alla Lega: sarebbero Urraro, Grassi e Lucidi

Mes, Borghi (Lega) a TPI: “Gualtieri è un poverino, voleva che firmassimo a scatola chiusa”

Dentro il Rojava, guerra di Siria

La Lega raccoglie 400mila firme contro il Mes, ma gli elettori non sanno cosa sia: “Ci fidiamo di Salvini”

Mes, Conte attacca Salvini: “La sua resistenza a studiare i dossier mi è ben nota” | VIDEO