Coronavirus:
positivi 96.887
deceduti 18.279
guariti 28.470

Tre senatori pronti a lasciare il M5s e passare alla Lega: sarebbero Urraro, Grassi e Lucidi

Lucidi lascia in aperta polemica per la riforma del Mes, Grassi e Urraro per la riforma della prescrizione. Ma ci sarebbero altri due senatori sul punto di lasciare il M5s

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 11 Dic. 2019 alle 15:42 Aggiornato il 11 Dic. 2019 alle 15:58
1.3k
Immagine di copertina

Mes, senatori Urraro, Grassi e Lucidi lasciano M5s e passano alla Lega

È polemica vera all’interno del Movimento Cinque Stelle sulla riforma del Mes, ma non solo: tre senatori sarebbero infatti pronti a lasciare il M5s e passare probabilmente alla Lega.

Si tratta di Francesco Urraro, Ugo Grassi e Stefano Lucidi. Quella che al momento è solo un’indiscrezione potrebbe però essere confermata oggi stesso, mercoledì 11 dicembre 2019, in occasione della presentazione al Senato della risoluzione della maggioranza giallorossa sulla riforma del Mes.

Da stamattina, infatti, a palazzo Madama circola la voce del malcontento di Urraro, Grassi e Lucidi. I tre non hanno votato, ad esempio, la fiducia al dl terremoto. Un segnale del fatto che non hanno più intenzione di dare il proprio sostegno al governo.

Dei tre, l’unico a esprimersi chiaramente stamattina è stato Lucidi, intervistato dalla trasmissione radio Un giorno da pecora: “La mia posizione sul voto di oggi pomeriggio alla risoluzione del Mes? È contraria – ha dichiarato – e voterò no. Io ne faccio una questione di metodo, che è dipeso da chi ha scritto questo documento. Farò una dichiarazione in dissenso esponendo le mie ragioni. Se uscirò dal M5s? È una riflessione che faremo nelle prossime ore, vediamo quello che succederà”.

Per quanto riguarda Urraro e Grassi, invece, i due sono da tempo tra i più critici della riforma della prescrizione, che entrerà invece in vigore dal 1 gennaio 2020. Si resta dunque in attesa dell’ufficializzazione della decisione dei tre senatori.

Attesa per l’arrivo di Conte al Senato

Saranno le prossime ore quelle decisive per capire se davvero i tre senatori M5s passeranno tra le file della Lega. L’attenzione si sposta dunque in Aula a Palazzo Madama, dove tra poco il premier Giuseppe Conte arriverà per riferire davanti al Senato – dopo essere intervenuto anche alla Camera – riguardo alla risoluzione di maggioranza sul Mes, in vista del Consiglio europeo in programma domani e dopodomani.

Ma secondo i rumors, non ci sarebbero solo Urraro, Grassi e Lucidi a ingrossare le file degli scontenti in casa M5s: potrebbero esserci altri due senatori – la cui identità, al momento, resta ignoti – con il piede sulla porta.

Se anche tutti e cinque andassero alla Lega, la maggioranza del governo in Senato (161 voti affinché si dia il via libera alla risoluzione di maggioranza) non sarebbe a rischio, complici anche alcune assenze all’interno dell’opposizione.

Leggi anche: 

Mes, Borghi (Lega) a TPI: “Gualtieri è un poverino, voleva che firmassimo a scatola chiusa”

La Lega raccoglie 400mila firme contro il Mes, ma gli elettori non sanno cosa sia: “Ci fidiamo di Salvini”

Mes, Conte attacca Salvini: “La sua resistenza a studiare i dossier mi è ben nota” | VIDEO

Mes, cosa cambia con la riforma del Fondo Salva-Stati

Vi spiego perché sul Mes hanno ragione sia Conte sia Salvini (di L. Telese)

1.3k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.