Covid ultime 24h
casi +13.633
deceduti +472
tamponi +264.728
terapie intensive -28

Elezioni a Roma, cinque big del M5s sfiduciano la candidatura della Raggi: “Serve salto di qualità”

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 15 Set. 2020 alle 13:13
57
Immagine di copertina
Al centro la sindaca di Roma, Viriginia Raggi, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro e il capo politico ad interim del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi (Credits: ANSA/CLAUDIO PERI)

Elezioni a Roma, cinque big del M5s sfiduciano la candidatura della Raggi

La candidatura di Virginia Raggi, che ha annunciato di voler correre per un secondo mandato nel ruolo di sindaca a Roma, rischia di diventare più complicata del previsto. Il motivo? Pare che all’interno del M5s ci sia una fronda di consiglieri pronti a sfiduciare la prima cittadina e a spingere per un altro candidato. A dimostrarlo un comunicato in cui i 5 big pentastellati (Enrico Stefàno, Angelo Sturni, Alessandra Agnello, Marco Terranova e Donatella Iorio) chiedono un “salto di qualità” al partito: “Nelle ultime settimane – si legge nella nota – il dibattito cittadino sta scadendo sempre di più. Vuoti slogan che lanciano soluzioni semplicistiche per problematiche complesse, estrema personalizzazione della contesa elettorale alla spasmodica ricerca del candidato ‘ideale’, tutto a discapito della costruzione di un progetto serio”. I consiglieri, inoltre, hanno fatto capire di essere disposti a cercare sponde anche al di fuori del M5s: “Crediamo – si legge ancora – che la strada giusta sia quella del confronto e del dibattito con tutte le forze civiche, sociali e politiche”.

L’affondo arriva a pochi giorni da un altro smacco inflitto alla prima cittadina: sabato pomeriggio gli stessi cinque consiglieri hanno disertato il ritiro convocato dalla Raggi stessa a Ostia Antica. Una dimostrazione plastica di come sia venuto meno il rapporto di fiducia tra l’inquilina del Campidoglio e cinque nomi di peso all’interno dei Cinque Stelle. Così, i cinque consiglieri si sono uniti a Crea Movimento, l’associazione politica di Marcello De Vito, guida del consiglio comunale. E adesso rischiano di far perdere la maggioranza alla Raggi in aula Giulio Cesare.

Secondo quanto riportato da Repubblica, nelle chat interne al Movimento Cinque Stelle la sindaca di Roma ha manifestato tutta la sua delusione per il comunicato dei cinque consiglieri: “Cambiare è lecito – avrebbe scritto la prima cittadina – però a volte siete un po’ destabilizzanti. Quello che trovo più difficile da accettare e capire è l’ingiustizia di alcune affermazioni. Finché avrò forza e voglia continuerò a guidare questa nave consentendovi di fare i vostri percorsi politici e di sparare anche contro di me”.

Leggi anche: 1. La mail di Casaleggio che striglia i parlamentari M5S: “Troppe quote non versate, Rousseau riduce i servizi” / 2. Gasparri si candida a sindaco di Roma? “Nei prossimi giorni farò proposta concreta” / 3. Roma, lo sfogo di Ignazio Marino: “Il Pd mi ha osteggiato in tutti i modi, oggi invece tace sulla Raggi”

4. Roma, Cirinnà: “Il Pd aspetta un big che non arriva. Mi candido a fare la sindaca” / 5. Esclusivo TPI. Faccia a faccia con Davide Casaleggio: “Ora parlo io” / 6. Roma, il vicesindaco Luca Bergamo critica la Raggi: “Sulla ricandidatura sbaglia, così fa un favore alla destra”

57
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.