Covid ultime 24h
casi +16.310
deceduti +475
tamponi +260.704
terapie intensive -2

La videolettera di Riccardo Bocca: la parabola di Renzi, da mister Rottamatore a picconatore di sé stesso

Di Riccardo Bocca
Pubblicato il 14 Gen. 2021 alle 10:26 Aggiornato il 14 Gen. 2021 alle 14:31
264

La videolettera di Riccardo Bocca: 14 gennaio 2021

Carissimo Matteo Renzi,
le invio questa videolettera perché lei, giorno dopo giorno, è protagonista e acrobata delle cronache politiche italiane, costringendo tutti a seguire le sue gesta in un periodo in cui onestamente avremmo anche altri pensieri per la testa.

Certo non si può dire che lei sia fragile, arrendevole, sfiancato da una gimcana che l’ha portata prima a scalare la vetta della poltrona da premier e poi ad affaticarsi con un partito da “poco per cento”. No: lei non molla, a prescindere che vinca o perda.

Che storia grottesca. Sembra un attimo fa quando lei, sull’onda della gioventù, era mister Rottamatore, pronto ad emarginare dalla scena pubblica i ruderi della Prima Repubblica, rei di massima conservazione, mentre lei guardava futuristicamente avanti.

Oggi che i capelli conoscono i primi fili bianchi, e che con crudele velocità ha perso gran parte del suo consenso, lei ha cambiato profilo, passando da quello di liquidatore del passato a picconatore di sé stesso.

Non conta che le sue battaglie a Palazzo siano più o meno giuste. E tantomeno che siano più o meno baciate dalla buona sorte. E neppure è il caso di infierire sulle vicende umane e giudiziarie che hanno toccato lei stesso, le persone che hanno con lei e la sua famiglia d’origine.

Il problema fatale, caro Renzi, è la sua incapacità abbagliante di apparire come un politico al servizio della collettività e non invece succube del proprio cinismo. Un disastro, dal punto di vista della comunicazione. Una ferita che si è aperta negli anni e ora è molto difficile da suturare. Talmente profonda – paradossalmente – da farla apparire ormai superato dai tempi.

La videolettera di Riccardo Bocca: puntate precedenti
1. L’errore di San Patrignano, che non fa i conti col suo passato controverso | VIDEO
2. La lezione di Alex Zanardi in questo Natale amaro | VIDEO
3. “Caro Fedez, la beneficenza non è un reality show” | VIDEO

4. “Caro Mauro Corona, nessuno è affranto per la tua assenza dalla tv” | VIDEO
5. “Caro Pirlo, l’improvvisazione è un lusso anche per un predestinato” | VIDEO

6. “Cari virologi, siete i testimonial del caos” | VIDEO
7. “Caro Fabrizio Corona, tu non sei l’Italia” | VIDEO

8. “Caro Signorini, fermati: il tuo Gf Vip ha abbattuto il muro della decenza” | VIDEO
9. “Caro Gigi Proietti, non ti perdoniamo: ci lasci soli in un baratro di mediocrità” | VIDEO

10. Vittorio Sgarbi e il grottesco sonno della ragione | VIDEO
11. “Caro Conte, le non decisioni fanno calare il consenso” | VIDEO

12. “Caro Tiziano Ferro, le tasse si pagano: perché non chiedi scusa?” | VIDEO
13.  “Caro Beppe Grillo, il M5S è diventato un reality di faide interne | VIDEO

14. “Chiara Ferragni inventa un nuovo mestiere: la professionista del bene” | VIDEO
15.  “Caro Salvini, dietro il flop del voto c’è il fallimento della sua icona di superuomo” | VIDEO

264
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.