Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Trivelle, scontro nel Governo: la sottosegretaria della Lega contro il M5S

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ GREENPEACE

Vannia Gava, sottosegretaria leghista all'Ambiente: "Sbagliato l'emendamento dei Cinque Stelle"

Dopo il caso Sea Watch e le divergenze sulla Tav, ecco un nuovo terreno di scontro tra i due partiti di governo, Lega e M5S. Vannia Gava, sottosegretaria leghista all’Ambiente, ha criticato la posizione dei Cinque Stelle che con un emendamento al decreto semplificazione vuole bloccare le trivellazione in mare in cerca di idrocarburi.

“Non posso approvare un’impostazione tutta volta a dire No, come quella che sta alla base dell’emendamento dei 5 stelle sul tema delle trivelle. È sbagliato bloccare le autorizzazioni per le trivelle: non possiamo consentire che la paura blocchi lo sviluppo”, ha dichiarato Gava.

“Questo paese ha bisogno di una vera politica energetica che non può dipendere dall’acquisto dall’estero perché questo oltre a portare costi sulle bollette dei cittadini, ci rende anche estremamente deboli”, ha aggiunto la sottosegretaria. “Questi insediamenti devono sottostare a precise valutazioni di impatto ambientale che li rendono compatibili con l’eco sistema. Senza contare che questo comparto imprenditoriale è una eccellenza che genera posti di lavoro”.

“Noi non vogliamo cercare motivi per bloccare le aziende e lo sviluppo, ma vogliamo cercare una strada assieme per fare le cose, facendole bene. Le sfide del futuro non aspettano, il nostro paese deve andare avanti e non indietro”, ha concluso l’esponente della Lega.

La replica del M5S è stata affidata al capogruppo al Senato, Stefano Patuanelli: “La posizione del Governo per noi è sacrosanta. Noi del Movimento 5 Stelle siamo contrari alle trivellazioni”, ha detto il capogruppo. “L’Italia è un paese fragile, lo viviamo tutti i giorni sulla nostra pelle, e che ha bisogno di una politica energetica seria e lungimirante e che non guardi al passato”.

“Il 4 marzo eè stato segnato un solco tra vecchia e nuova politica. La ricerca di combustibili fossili e la conseguente devastazione dei nostri territori rappresenta il passato”, ha aggiunto Patuanelli. “Vogliamo un Paese diverso: lo dobbiamo alle future generazioni”.

Il botta e risposta tra Lega e M5s segue di pochi giorni quello tra il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio e il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, con quest’ultimo che aveva criticato le autorizzazioni a trivellare firmate dal Mise.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI