Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Starbuck: arriva anche a Roma la più nota catena di caffetterie del mondo

Immagine di copertina

Dopo le tante notizie inattendibili che si sono rincorse negli anni, questa volta sembra essere quella giusta. Starbucks aprirà a Roma. Come anticipa il sito Gugsto, la prima apertura nella capitale della nota caffetteria arriva in zona Musei Vaticani, nel quartiere Prati ed è attesa per l’autunno 2019.

Tra settembre e ottobre dunque la catena di caffetterie, che a settembre 2018 era arrivata a Milano, dovrebbe aprire i battenti a Roma. Rimane segreto, per il momento, l’indirizzo esatto.

La zona scelta è ad alta densità turistica ed è questo il motivo per il quale Percassi, licenziatario per l’Italia, apre il primo Starbucks Core (il format di caffetteria tradizionale) di Roma.

I Musei Vaticani sono tra i più visitati al mondo, con oltre sei milioni di visitatori l’anno.

L’apertura del primo locale potrebbe aprire la via a successive inaugurazioni, come già successo a Milano. Dopo la Reserve Roastery di piazza Cordusio a Milano, sono infatti state aperte altre tre caffetterie Starbucks nel capoluogo lombardo: a corso Garibaldi, a Piazza San Babila e alle partenze del Terminal 1 dell’aeroporto di Malpensa.

L’intenzione di Starbucks sarebbe quella di aprire almeno 15 negozi nella Penisola all’anno. “Dobbiamo capire la risposta del mercato – ha spiegato Roberto Masi, managing director di Starbucks Coffe Italy – ma se tutto andrà bene, il piano di sviluppo prevede circa 10-15 aperture l’anno e un focus, oltre che sui centri città, anche sui luoghi di viaggio, come aeroporti e stazioni, e centri commerciali”.

Alcune curiosità su Starbucks

Il primo negozio, a Seattle, fu aperto nel 1971 da tre soggetti senza nemmeno un MBA: un insegnante di storia, un insegnante di inglese e uno scrittore diventato poi pubblicitario.

Il primo si occupava della gestione del negozio, il secondo della parte finanziaria e della produzione di caffè, il terzo del marketing. Il negozio, allora e per molto tempo, vendette solo chicchi di caffè.

Sapevate che la storia di Starbucks inizia proprio a Milano o che il grembiule dei dipendenti nasconde nell’etichetta parole incoraggianti? Sapevate che da Starbucks esiste una strana regola dei 10 minuti? O che alcuni negozi sono in incognito?

Qui tutte le curiosità di Starbucks.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI