Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

“Volevo avere un impatto internazionale”: l’interrogatorio del dirottatore dello scuolabus di Milano

Immagine di copertina
Credit: ANSA

Voleva fare “un’azione dimostrativa” e avere “non un impatto nazionale ma un massimo impatto internazionale”: queste le dichiarazioni rilasciate da Ousseynou Sy, l’uomo che ha dato alle fiamme uno scuolabus il 20 marzo.

Oggi, 22 marzo, l’autista è stato ascoltato dai gip per la convalida del fermo.

Secondo quanto raccontato alla fine dell’udienza dal legale dell’uomo, durante l’interrogatorio Sy avrebbe mostrato “evidenti segni di squilibrio” e fatto anche alcune “invocazioni”. L’uomo avrebbe detto: “Sentivo le voci dei bambini morti in mare che dicevano ‘fai qualcosa di eclatante per noi ma non fare del male a questi bambini”.

La procura di Milan ha chiesto la custodia cautelare in carcere per Ousseynou Sy, affermando che vi è il pericolo che l’uomo possa colpire ancora e compiere altre azioni simili.

A supportare la richiesta dei giudici anche le parole pronunciate dall’uomo stesso, che non sembra essersi pentito del gesto da lui compiuto, rivendicando anzi le sue intenzioni: “L’ho fatto per l’Africa, perché gli africani restino in Africa e così non ci siano morti in mare”.

L’uomo al momento si trova in una cella del carcere di San Vittore.

Nella giornata del 22 marzo è stato anche diffuso un audio della telefonata tra Ousseynou Sy e i Carabinieri intervenuti sul posto dopo la telefonata di uno degli studenti che era a bordo e che è riuscito a dare l’allarme.

L’uomo ha confessato che le sue intenzioni erano di raggiungere l’aeroporto di Milano e imbarcarsi con i bambini che gli avrebbero dovuto fare da scudo.

È stato comunque esclusa l’affiliazione dell’uomo allo Stato islamico, ipotesi che era stata ventilata nelle prime ore. L’uomo al momento è accusato di tentata strage con aggravante di terrorismo.

Chi è Ousseynou Sy, l’autista che ha dato fuoco allo scuolabus a Milano

Attacco allo scuolabus, spunta il video manifesto dell’attentatore: aveva pianificato tutto

La comunità senegalese condanna il gesto dell’autista dello scuolabus Ousseynou Sy

“Mamma ci stanno uccidendo, aiuto!”: la drammatica telefonata di uno studente che era sul bus incendiato

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI