Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Etiopia: un ragazzo salvo grazie ad un cambio di volo dell’ultimo minuto

Immagine di copertina

Il ragazzo ha cambiato volo poco prima della partenza

Sul volo partito da Addis Abeba, in Etiopia, e diretto a Nairobi, la capitale del Kenya, doveva esserci un altro italiano, anche lui dipendente del World Food Programme delle Nazioni Unite.

>>>>Chi sono i passeggeri italiani a bordo dell’aereo precipitato in Etiopia

Arturo A., un ragazzo di 30 anni residente a Milano, ha raccontato a Leggo di essersi salvato grazie ad un cambio di volo improvviso deciso poco prima della partenza dalla sua agenzia.

Invece di partire da Roma per fare scalo ad Addis Abeba e da lì ripartire per Nairobi, il ragazzo ha cambiato aereo a Francoforte in Germania.

L’incidente aereo – Nella mattina del 10 marzo 2019 un Boeing 737 della compagnia aerea Ethiopian Airlines si è schiantato sei minuti dopo il decollo da Addis Abeba, in Etiopia: nell’incidente hanno perso la vita 157 persone di 35 nazionalità diverse.

Il volo sarebbe dovuto atterrare in Kenya, a Nairobi, due ore dopo.  [cosa è successo].

Sul Boeing erano presenti anche otto cittadini italiani: i primi ad essere identificati sono stati Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale e assessore ai beni culturali della Regione Sicilia [chi è Sebastiano Tusa]  e Paolo Dieci, presidente del Comitato internazionale per lo sviluppo dei popoli (Cisp) e di  Rete LinK 2007, un’associazione che riunisce alcune ong italiane. [chi è Paolo Dieci].

>>>>Alberto Angela: “Abbiamo perso una delle figure più luminose dell’archeologia italiana”

Tra le vittime ci sono Carlo Spini e la moglie Gabriella Vigiani, entrambi residenti ad Arezzo, e Matteo Ravasio, commercialista e tesoriere dell’associazione, residente a Bergamo [chi sono]: i tre erano legati alla Onlus Africa Tremila.

Le ultime tre ragazze identificate sono due dipendenti della Fao, Virginia Chimenti, 30 anni, e Maria Pilar Buzzetti, 31. [chi sono] e la giovane Rosemary Mumbi.

>>>>Le prime immagini dal luogo del disastro

>>>>Aereo caduto in Etiopia, timori sulla sicurezza dei Boeing 737. E in Italia ce ne sono 3

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI