Covid ultime 24h
casi +17.083
deceduti +343
tamponi +335.983
terapie intensive +38

Etiopia: un ragazzo salvo grazie ad un cambio di volo dell’ultimo minuto

Il ragazzo ha cambiato volo poco prima della partenza

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 11 Mar. 2019 alle 10:27 Aggiornato il 11 Mar. 2019 alle 10:43
0
Immagine di copertina

Sul volo partito da Addis Abeba, in Etiopia, e diretto a Nairobi, la capitale del Kenya, doveva esserci un altro italiano, anche lui dipendente del World Food Programme delle Nazioni Unite.

>>>>Chi sono i passeggeri italiani a bordo dell’aereo precipitato in Etiopia

Arturo A., un ragazzo di 30 anni residente a Milano, ha raccontato a Leggo di essersi salvato grazie ad un cambio di volo improvviso deciso poco prima della partenza dalla sua agenzia.

Invece di partire da Roma per fare scalo ad Addis Abeba e da lì ripartire per Nairobi, il ragazzo ha cambiato aereo a Francoforte in Germania.

L’incidente aereo – Nella mattina del 10 marzo 2019 un Boeing 737 della compagnia aerea Ethiopian Airlines si è schiantato sei minuti dopo il decollo da Addis Abeba, in Etiopia: nell’incidente hanno perso la vita 157 persone di 35 nazionalità diverse.

Il volo sarebbe dovuto atterrare in Kenya, a Nairobi, due ore dopo.  [cosa è successo].

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Sul Boeing erano presenti anche otto cittadini italiani: i primi ad essere identificati sono stati Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale e assessore ai beni culturali della Regione Sicilia [chi è Sebastiano Tusa]  e Paolo Dieci, presidente del Comitato internazionale per lo sviluppo dei popoli (Cisp) e di  Rete LinK 2007, un’associazione che riunisce alcune ong italiane. [chi è Paolo Dieci].

>>>>Alberto Angela: “Abbiamo perso una delle figure più luminose dell’archeologia italiana”

Tra le vittime ci sono Carlo Spini e la moglie Gabriella Vigiani, entrambi residenti ad Arezzo, e Matteo Ravasio, commercialista e tesoriere dell’associazione, residente a Bergamo [chi sono]: i tre erano legati alla Onlus Africa Tremila.

Le ultime tre ragazze identificate sono due dipendenti della Fao, Virginia Chimenti, 30 anni, e Maria Pilar Buzzetti, 31. [chi sono] e la giovane Rosemary Mumbi.

>>>>Le prime immagini dal luogo del disastro

>>>>Aereo caduto in Etiopia, timori sulla sicurezza dei Boeing 737. E in Italia ce ne sono 3

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.