Covid ultime 24h
casi +17.012
deceduti +141
tamponi +124.686
terapie intensive +76

Arresto De Vito, la sindaca Raggi: “Gravissimo, nessuno sconto per chi sbaglia”

Il presidente dell'Assemblea capitolina è finito in manette con l'accusa di corruzione nell'ambito dell'inchiesta sul nuovo stadio della Roma

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 20 Mar. 2019 alle 10:38 Aggiornato il 20 Mar. 2019 alle 14:03
0
Immagine di copertina
Marcello De Vito e la sindaca Virginia Raggi. Credit: Ansa/Andrea/Pacific Press via Zua Wire

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha commentato sui suoi profili social l’arresto del presidente dell’Assemblea capitolina, il pentastellato Marcello De Vito, nell’ambito dell’inchiesta sulla costruzione del nuovo stadio della Roma.

“Nessuno sconto. A Roma non c’è spazio per la corruzione. Chi ha sbagliato non avrà alcuno sconto da parte di questa amministrazione. La notizia dell’arresto di Marcello De Vito è gravissima: ho piena fiducia nella magistratura e nel lavoro dei giudici”, scrive Raggi su Facebook.

“Una cosa è certa”, aggiunge la sindaca. “Nessuna indulgenza per chi sbaglia. Ho dichiarato guerra alla corruzione e respinto i tentativi di chi vuole fermare l’azione di pulizia che portiamo avanti. Qui non c’è spazio per ambiguità. Non c’è spazio per chi immagina di poter tornare al passato e contaminare il nostro lavoro”. Infine, “avanti fino in fondo, senza se e senza ma, per la legalità”.

De Vito, espulso dal Movimento Cinque Stelle dal capo politico Di Maio, è considerato il “numero due” di Raggi. I rapporti politici tra i due sono sempre stati caratterizzati da una certa tensione.

Il presidente dell’Assemblea comunale fa parte dell’ala M5S più critica nei confronti della sindaca, quella che fa capo a Roberta Lombardi, capogruppo del movimento nel Consiglio regionale del Lazio.

Nel 2016 De Vito e Raggi si erano sfidati alle primarie dei Cinque Stelle per scegliere il candidato sindaco di Roma: come noto, vinse Raggi, poi eletta primo cittadino.

De Vito [chi è] è stato arrestato all’alba di mercoledì 20 marzo 2019, insieme ad altre persone. La Procura di Roma ipotizza vari reati, tra cui corruzione e traffico di influenze illecite.

Poche ore dopo la notizia dell’arresto, Di Maio ha annunciato l’espulsione di De Vito parlando di fatto “grave”, “vergognoso” e “moralmente basso”.

Roberta Lombardi ha commentato l’arresto su Twitter: Gravissime accuse, ripongo la massima fiducia nel lavoro della magistratura con l’auspicio che si faccia chiarezza al più presto su questa inquietante vicenda. L’onestà deve essere sempre la nostra stella polare”, ha scritto.

Il senatore pentastellato Nicola Morra, presidente della commissione parlamentare Antimafia, parla invece di “fatti gravissimi”: “In questo momento, ancor più di prima, è necessario ribadire la piena e totale fiducia nell’operato della magistratura e delle forze dell’ordine. Non si può rimanere in silenzio”, sottolinea Morra. “La corruzione è un male che colpisce in qualsiasi forza politica e bisogna essere intransigenti”.

>>>Di Maio ha espulso dal M5S Marcello De Vito

>>>Stadio della Roma, ecco a che punto è l’iter per la realizzazione dell’impianto: rischio nuovo stop

>>>Marcello De Vito: ecco chi è il numero due della Raggi arrestato per presunte tangenti

>>>L’intercettazione che incastra Marcello De Vito, il “numero due” della sindaca Raggi in Campidoglio

>>>Quando Marcello De Vito (M5S) diceva: “Colpiremo sprechi e corruzione” | VIDEO

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.