Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

I terrapiattisti hanno organizzato una crociera per cercare la verità sul pianeta

La nave non avrà il Gps e sarà extralusso

Di Rossella Melchionna
Pubblicato il 16 Gen. 2019 alle 10:29 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:58
0
Immagine di copertina

“La più grande, la più audace e la più bella avventura di sempre”. Cos’è? È la crociera organizzata da alcuni terrapiattisti americani, coloro che credono che la Terra non sia sferica, bensì piatta. L’obiettivo del viaggio – ideato dalla Flat Earth International Conference, come riportato da Repubblica – è dimostrare che “il nostro pianeta non sia sferico”. E così, nel 2020, partirà una delle crociere più bizzarre della storia.

La nave, sia chiaro, è dotata di tutti i comfort – si parla di extralusso – ed è priva di Gps. Direzione, inutile dirlo, l’Antartide. Secondo i terrapiattisiti, infatti, il ghiaccio si trova al perimetro del disco piatto chiamato Terra. Il viaggio, però, potrebbe incontrare qualche ostacolo: la navigazione marittima si basa sul principio che la Terra sia tonda, un fattore che i terrapiattisti non possono non considerare.

“Se arrivassero davvero in Antartide, si scoprirebbero tutte le magagne di chi ci propina l’idea che la Terra sia sferica”, ha affermato Albino Galuppini, scrittore di Quaderni dalla Terra Piatta. “Perché ai privati è proibito superare il 60esimo parallelo Sud? Solo spedizioni governative possono spingersi in Antartide. Ma noi siamo sicuri che abbiano qualcosa da nascondere”.

Dello stesso parere sono anche alcune personalità famose, come B.o.B. e Tila Tequila, rispettivamente rapper e personaggio televisivo.

Chi sono e quanti sono i terrapiattisti

La teoria che la Terra sia piatta è in circolazione dal XIX secolo, ma negli ultimi anni si è diffusa a macchia d’olio tramite Internet, in particolare su Youtube e Twitter.

È difficile stabilire con precisione quanti siano, effettivamente, coloro che credono nella teoria che la Terra sia piatta. La prima conferenza sulla questione si è svolta nel 2017 negli Stati Uniti, richiamando una folla di 500 persone, secondo i suoi organizzatori.

Ma secondo gli ultimi sondaggi i “giovani millennial” sono molti più inclini a mostrare uno scetticismo intorno alla questione della forma della Terra.

Per fare un confronto, il 94 per cento delle persone che hanno dai 55 anni in su pensa che il mondo sia rotondo, così come l’85 per cento degli adulti tra i 45 e i 54 anni, l’82 per cento delle persone tra i 35 e i 44 anni e il 76 per cento di coloro che hanno tra i 25 e i 34 anni.

A parte l’età, la statistiche non hanno rivelato molte differenze tra i vari stati del paese, tra i generi o tra le persone con diverse ideologie politiche. Un dato rilevante, invece, ha evidenziato che le persone che hanno registrato redditi inferiori sono meno convinte che la Terra sia rotonda rispetto a chi ha un reddito annuale maggiore. 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.