Covid ultime 24h
casi +13.331
deceduti +488
tamponi +286.331
terapie intensive -4

“Sorpresa!”: Mihajlovic torna a casa e ad aspettarlo c’è una festa a sorpresa in famiglia

L'allenatore del Bologna torna a casa dopo oltre 40 giorni di ricovero in ospedale

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 31 Ago. 2019 alle 15:45 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:57
0
Immagine di copertina
Sinisa Mihajlovic e la moglie Arianna. Credit: Instagram

Sinisa Mihajlovic e la festa a sorpresa in famiglia al rientro a casa

Mihajlovic torna a casa dopo 40 giorni di assenza e, ad attenderlo, c’è una festa a sorpresa organizzata dalla moglie Arianna e di suoi figli, Virginia, Marco, Nicholas, Miroslav, Viktorija e Dušan. La famiglia intera ha accolto l’allenatore del Bologna, che ha trascorso l’ultimo periodo all’ospedale Sant’Orsola di Bologna dove sta portando avanti dei cicli di chemio per curare la leucemia.

A pubblicare le foto della festa a sorpresa è stata la moglie Arianna Rapaccioni, dal 1995 compagna inseparabile e alleata coraggiosa dell’allenatore serbo. Su Instagram Arianna ha postato una serie di scatti in cui si vede il mister del Bologna accolto da palloncini e festoni, al suo rientro a casa.

Credit: Instagram/Arianna Mihajlovic

Sorride, Sinisa, nonostante i dieci chili in meno e il viso scavato dalla malattia. L’allenatore del Bologna ha scoperto di essere affetto dalla leucemia lo scorso luglio, ma non ha lasciato il suo ruolo nella società rossoblu.

La dedica commovente della moglie di Mihajlovic al mister del Bologna

Il tecnico del Bologna è stato dimesso dall’ospedale lo scorso mercoledì e solo oggi è tornato a casa, a Roma, dove ad attenderlo c’era la sua famiglia. “Sorpresa! Bentornato a casa papà”, ha scritto la moglie dell’allenatore accanto alle foto.

Negli scatti si vede la casa dei Mihajlovic addobbata di palloncini colorati e foto del mister con i figli e con la moglie. Intanto l’amore e l’affetto dei suoi cari e dei tifosi sono stati lo stimolo per Mihajlovic di scendere in campo nonostante la malattia.

Così sia nella prima che nella seconda giornata di campionato, Sinisa Mihajlovic ha calpestato l’erba verde del campo per guidare i suoi ragazzi rossoblu. Il 30 agosto, per la prima partita in casa, ad accogliere mister Mihajlovic al Dall’Ara c’erano migliaia e migliaia di persone.

“Un nazista resta un nazista anche se malato”: Mihajlovic torna in campo e viene travolto dagli insulti

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.