Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:34
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Gossip

Lodo Guenzi: “Achille Lauro dice cose di sinistra”

Immagine di copertina
Lodo Guenzi e Achille Lauro

Lodo Guenzi, frontman de Lo Stato Sociale, ha speso parole di elogio per la canzone ‘Rolls Royce’ [qui il testo], con cui il trapper Achille Lauro ha partecipato al Festival di Sanremo 2019.

“Ha un arrangiamento Punk 77 che però è prodotto come un pezzo di Grignani negli anni Novanta, ‘Ti raserò l’aiuola’”, ha osservato Lodo intervistato durante il programma radiofonico I Lunatici, in onda su Radio2.

Secondo Guenzi, la canzone di Achille Lauro (accusata di plagio) “è situazionista” e “dice una cosa vera, che noi tutti ci siamo stancati di inseguire il mito capitale del denaro”.

“Dice una cosa molto di sinistra, e cioè che noi non ne possiamo più di avere questi miti, e se ce li abbiamo è perché è qui che siamo nati” ha osservato il cantante. “Il denaro e la competizione non sono le cose giuste della vita. Ma purtroppo, e Rolls Royce lo racconta, dice che siamo schiavi di questo mondo qui”.

Lo Stato Social sono stati la band rilevazione dell’edizione precedente di Sanremo, quella del 2018, in cui si erano classificati secondi con il brano ‘Una vita in vacanza’.

“Forse noi l’anno scorso siamo stati degli apripista e adesso ti senti canzoni strepitose e straordinarie, come quella degli Zen Circus, quella di Motta, e ti vedi anche quello che mancava, il Vasco di ‘Vado in Messico’, il Vasco di ‘Vita Spericolata’, in quel gran figo di Achille Lauro”, ha proseguito Lodo nell’intervista.

Guenzi ha detto che al Festival faceva il tifo per gli Zen Circus (“sono amici miei”): “Se non dovessi tifare per loro, tiferei Achille Lauro, lo confesso, sono colpevole”, ha aggiunto.

Secondo il leader de Lo Stato Sociale, “vincere Sanremo non conta niente. Nulla. Vita Spericolata arrivò penultima o ultima. Vita Spericolata, cioè uno dei pezzi più importanti dell’universo della musica italiana. Non esiste vincere a Sanremo. Esiste portare una cosa che racconti davvero il Paese”.

Ti potrebbe interessare
Gossip / Stornello romano per Salvini e la fidanzata Francesca Verdini a Castel Gandolfo | VIDEO
Costume / Fedez e le “scarpe di Satana” con il sangue nella suola
Costume / Simona Ventura a TPI: “Vedo poco l’Isola dei Famosi, ho molti Webinar”
Ti potrebbe interessare
Gossip / Stornello romano per Salvini e la fidanzata Francesca Verdini a Castel Gandolfo | VIDEO
Costume / Fedez e le “scarpe di Satana” con il sangue nella suola
Costume / Simona Ventura a TPI: “Vedo poco l’Isola dei Famosi, ho molti Webinar”
Gossip / È nata Vittoria, la figlia di Chiara Ferragni e Fedez: la sua prima foto
Gossip / Belen, festa in zona rossa per la sorella Cecilia: "Alla faccia del Covid"
Costume / Fedez torna a parlare degli attacchi di panico: “Stavo per vomitare, vedevo sfocato e mi mancava il respiro”
Gossip / Arisa lasciata dal fidanzato a pochi mesi dal matrimonio
Costume / Emily Ratajkowski è diventata mamma: la prima foto del figlio Sylvester Apollo Bear
Gossip / Giulia De Lellis e i consigli per le donne: “Non mettere pigiami merd…i, sempre in ordine”. È bufera
Cinema / Lady Gaga a Roma per le riprese di “Gucci”: il nuovo look della popstar | FOTO