Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Gossip

“Comandano i terroni”: scoppia la polemica per il titolo di Libero e Di Maio attacca i fondi all’editoria

Immagine di copertina

Il quotidiano Libero insulta il Sud Italia e scoppia subito la bufera.

Nel bene e nel male, purché se ne parli – Ancora una volta il quotidiano milanese Libero mette il piede sull’acceleratore della polemica. “Comandano i terroni“, scrive in prima pagina il giornale diretto da Vittorio Feltri l’11 gennaio. Un ‘approfondimento’ sulla quantità di cariche istituzionali ricoperte da uomini e donne originari del sud Italia, sotto la linea di Roma per la precisione.

I nomi che vengono da mezzogiorno – Dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, siciliano doc, al premier Giuseppe Conte, nato a Volturara Appula, in Puglia, sono molti i nomi citati dalla giornalista Azzurra Noemi Barbuto. “E sottolineo questo trend con fierezza, poiché sono terrona anch’io”, specifica la stessa autrice nel pezzo.

La bufera online – Polemiche dai social dove l’hashtag #Libero è diventato trending topic: “Quando il capro espiatorio di oggi non funziona più, quello di ieri è sempre pronto”. A scatenare le polemiche, però, oltre all’articolo in sé, è la scelta del termine “terrone”, da sempre usato con accezione negativa.

Leggi anche: “Lo spot sociale sui terroni e la Lega”

Le minacce del vicepremier – “Buongiorno con la prima pagina di Libero, giornale finanziato con soldi pubblici, anche quelli dei terroni. Questa è la preziosa informazione da tutelare con i vostri soldi. Ma tranquilli: abbiamo già iniziato a togliergliene da quest’anno e nel giro di 3 anni arriveranno a zero. Ps: anche questa volta l’Ordine dei giornalisti rimarrà in silenzio?”, scrive su Facebook il vicepremier Luigi Di Maio, uno dei tanti citati nell’articolo, puntando il dito contro i fondi all’editoria. “Questo non è giornalismo, non è informazione”, gli fa eco su Twitter il capogruppo del Movimento 5 stelle alla Camera, Francesco d’Uva.

Il post del vicepremier Luigi Di maio

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare
Gossip / Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi, addio definitivo: “Si sono lasciati”
Gossip / Noemi Bocchi scoppia in lacrime dopo una brutta lite al ristorante con Francesco Totti
Gossip / Francesco Totti e Noemi Bocchi: iniziato il trasloco nella nuova casa a Roma Nord
Ti potrebbe interessare
Gossip / Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi, addio definitivo: “Si sono lasciati”
Gossip / Noemi Bocchi scoppia in lacrime dopo una brutta lite al ristorante con Francesco Totti
Gossip / Francesco Totti e Noemi Bocchi: iniziato il trasloco nella nuova casa a Roma Nord
Gossip / Il dettaglio che incastra Belen: così la showgirl spia l’ex Spinalbese
Gossip / Chanel Totti vittima degli haters: “Sembri una 30enne, fai impressione”
Gossip / Fedez torna a parlare della sua malattia: “Sto seguendo le cure necessarie. Con Chiara nessun reality”
Gossip / Elisa Esposito, la prof di corsivo sbarca su OnlyFans: “Le foto sexy? I miei genitori mi supportano”
Gossip / La confessione di Giulia De Lellis dopo la visita: “Disagio che vivo da quando sono piccola”
Gossip / Il pranzo in famiglia di Ilary Blasi: a tavola c’è anche il cugino di Francesco Totti
Gossip / Aurora Ramazzotti, compleanno rovinato: ecco cosa è successo