Covid ultime 24h
casi +19.350
deceduti +785
tamponi +182.100
terapie intensive -81

La premonizione di Lady Diana sulla sua morte, dopo l’assassinio di Gianni Versace

Lui morì assassinato il 15 luglio 1997. Il 31 agosto dello stesso anno, la principessa morì in un tragico incidente a Parigi

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 3 Feb. 2019 alle 13:18 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:31
0
Immagine di copertina
Lady Diana e Gianni Versace. Credit: Getty Images

Lady Diana aveva paura di morire assassinata. Un terrore che l’aveva colta all’indomani della morte dello stilista italiano Gianni Versace, a cui la principessa era legata da una profonda e sincera amicizia.

Era il 15 luglio 1997 quando il padre della celebre maison di moda italiana veniva ucciso per mano di Andrea Cunan. Quella morte straziò Lady D, tanto da iniziare a turbarla profondamente. In quei giorni caldi di luglio si insinuava nella mente della principessa l’inquietudine di morire giovane e in circostanze misteriose.

Leggi anche: La storia dell’assassinio di Gianni Versace, un caso risolto troppo in fretta

Fu la stessa Lady Diana a confessare queste paure alla sua guardia del corpo. La morte di Versace, infatti, non è mai stata chiarita del tutto e dopo quasi 22 anni quell’assassinio resta avvolto dal mistero. La violenza con cui l’amico era stato ucciso, provocò in Diana un terrore ingestibile. L’idea di poter essere uccisa era diventata un’ossessione per la principessa.

“Succederà anche a me, vero? Lo faranno quando sarò su un piccolo aereo, in macchina mentre guido o su un elicottero”, avrebbe detto la principessa all’uomo che la scortava giorno e notte. Parole, queste, che oggi risuonano come una premonizione inquietante.

Appena poche settimane dopo la morte di Gianni Versace, Lady D moriva in un tragico incidente, su cui ancora oggi calano ombre pesanti. Sebbene, infatti, la morte di Diana e di Dodi Al-Fayed a Parigi in quel tragico 31 agosto del 1997 sia stata archiviata come una fatalità, resta il sospetto forte che quell’incidente sia stato l’esito di un intrigo internazionale, dietro cui forse si cela la Regina Elisabetta II, che temeva la fine del matrimonio del figlio Carlo e di Diana.

È stata la stessa guardia del corpo a rivelare la paura di Lady D alla stampa britannica. Dopo 22 anni, la morte della “Principessa Triste” resta avvolta nel mistero e ora si tinge ancor più di nero.

Leggi anche: Come Lady Diana è diventata un’icona intramontabile

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.