Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:56
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Turchia invade la Siria, Medici Senza Frontiere pronta a fornire cure alla popolazione in fuga dai bombardamenti

Immagine di copertina
Carri armati turchi al confine con la Siria Credit: AFP

Le equipe dell'organizzazione medico umanitaria si preparano a soccorrere i pazienti in aumento a causa del conflitto

Medici Senza Frontiere pronta a fornire cure a nord-est della Siria

Medici Senza Frontiere (MSF) è pronta a fornire cure mediche a seguito dell’azione militare lanciata dall’esercito turco nel nord-est della Siria.

La Turchia attacca: raid in Siria, si registrano le prime vittime civili

L’organizzazione medico umanitaria fa sapere che le sue equipe a Tal Abyad si stanno preparando per un potenziale aumento dei pazienti a causa del conflitto, mentre i team medici presenti a Ain Al Arab (Kobane), Ain Issa, Al Mallikeyeh (Derek), Raqqa e Tal Tamer sono in stand-by, pronti a fornire assistenza in caso di necessità.

“Abbiamo già visto persone sfollate da località lungo il confine e siamo molto preoccupati che l’intervento militare minaccerà la sicurezza e la salute della popolazione siriana”, dichiara lo staff di Msf.

L’organizzazione, presente in Siria dal 2009, chiede attenzione e rispetto per il diritto internazionale umanitario, per “garantire la protezione dei civili, degli ospedali, delle ambulanze e del personale medico e umanitario”, si legge nella nota.

L’attacco nel nord-est della Siria da parte della Turchia è iniziato nel pomeriggio di mercoledì 9 settembre, nell’ambito della cosiddetta Operazione Primavera della Pace, lanciata dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan contro le organizzazioni terroristiche PKK/YPG e Daesh.

Siria, le drammatiche foto dei civili curdi in fuga dai bombardamenti turchi

“Il nostro obiettivo è distruggere il corridoio del terrore che si sta tentando di formare sul nostro confine meridionale e portare stabilità e pace nella regione”, ha annunciato Erdogan.

Sono almeno 18 mila i combattenti di milizie locali dell’Esercito siriano libero (Esl) che prenderanno parte all’operazione militare della Turchia contro le forze curde nel nord-est della Siria.

A riferirlo è Abdelrahman Ghazi Dadeh, portavoce di Anwar al-Haq, una milizia dell’Esl, precisando che 10 mila saranno impiegati a Ras al-Ayn e gli altri a Tal Abyad, le due postazioni frontaliere evacuate dai soldati Usa.

Secondo il Centro di coordinamento militare delle Forze Democratiche Siriane, i primi raid aerei turchi hanno provocato un numero imprecisato di vittime tra i civili.

Oggi, giovedì 10 ottobre, l’Ufficio d’informazione del Kurdistan ha fatto sapere che gli aerei turchi hanno bombardato anche Kobane, città simbolo della resistenza curda contro l’Isis, colpendo sia obiettivi militari che civili.

L’attacco della Turchia ai curdi in Siria: colpita anche Kobane, la città che sconfisse l’Isis

Msf lavora in Siria dal 2009. Nel Nord del paese gestisce ospedali e cliniche mobili, attività di vaccinazione e distribuzione di beni di prima necessità. Nei governatorati di Idlib e Aleppo supporta servizi medici di base e specialistici. In Siria Msf non lavora in aree controllate dal governo perché tutte le richieste di autorizzazione per accedere a queste aree sono state rifiutate.

MSF: “In Siria morte e sofferenza tra bimbi e donne nel campo di Al Hol, è emergenza umanitaria”
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”