Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Francia, auto tenta di investire soldati: arrestato il sospetto attentatore

Immagine di copertina
In Francia resta alto l'allarme terrorismo. Credit: Afp.

L'attentato vicino Grenoble: non ci sono morti né feriti. Le autorità escludono l'ipotesi terrorismo

In Francia, vicino Grenoble, il 29 marzo 2018 un uomo alla guida di un’auto ha tentato di investire un gruppo di soldati che faceva jogging nei pressi della caserma di Varces-Allie’res-et-Risset, nel dipartimento dell’Isere, regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi. Non ci sono morti né feriti.

Due persone sono state arrestate, tra cui l’uomo sospettato di essere stato l’autore dell’attentato. Secondo le testimonianze dei soldati, al volante c’era un uomo e al suo fianco c’era una donna.

L’attentato è avvenuto poco dopo le 8 del mattino ed è subito scattata la caccia all’uomo. Intorno alle 13 la polizia francese ha reso noto di aver arrestato un uomo sospettato di essere stato alla guida dell’auto.

Successivamente è finita in manette una seconda persona, ma non è chiaro se si tratta della donna che era sull’auto come passeggera o del proprietario del mezzo.

Secondo i media francesi, l’autore dell’attentato è un alcolizzato e sarebbe esclusa l’ipotesi di terrorismo.

I militari sono riusciti a fornire una sua descrizione dettagliata, compreso il numero di targa del veicolo.

L’uomo, alla guida di una Peugeout, ha prima insultato, poi tentato di investire un gruppo di militari del 93 Reggimento di artiglieria di montagna di Varces. Non essendoci riuscito, ha fatto un secondo tentativo, prima di darsi alla fuga.

La prefettura di Isere ha riferito di non sapere se si è trattato di un’azione involontaria o di un gesto deliberato. La procura ha aperto un’indagine.

Il colonnello Benoit Brulon, portavoce del esercito, ha riferito che intorno alle 08.15 un uomo “ha minacciato verbalmente sei o sette soldati che stavano facendo jogging e insultato un secondo gruppo di militari che stavano uscendo per fare jogging”.

I soldati hanno poi “perso di vista” l’uomo, che però è “tornato e ha cercato di investirli”. I militari sono riusciti a evitare l’auto saltando “sul marciapiede senza essere investiti”.

Il colonnello Brulon ha detto che “la polizia ha isolato la zona” e “rafforzato il perimetro di sicurezza”.

Tutte le scuole dell’Isere sono state bloccate.

In Francia è alto l’allarme terrorismo, dopo che il 23 marzo 2018 l’Isis ha rivendicato l’azione di un uomo che si è barricato in un supermercato di Trebes, in Occitania, e ha ucciso quattro persone (qui cosa è successo).

Francia, auto tenta di investire soldati

Notizia in aggiornamento

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”