Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:06
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Francia, terremoto di magnitudo 4.0 provocato da una centrale geotermica

Immagine di copertina
Strasburgo. Credit: Pixabay

Un terremoto di magnitudo 4.0 sulla scala Richter è stato registrato all’alba del 26 giugno 2021 a Strasburgo, in Francia. La Rete nazionale francese di monitoraggio sismico (Renass) ha classificato la scossa, avvertita in tutta la regione alsaziana e nelle vicina Germania, come un terremoto “indotto” dall’attività umana: un progetto geotermico fermo dal 2020 è stato infatti la causa del sisma, il più forte mai avvenuto nell’area negli ultimi 17 anni (ricordando il terremoto di magnitudo 5.1 del 2004).

La terra ha continuato a tremare anche dopo il sisma registrato alle 5:00 di questa mattina, anche se in maniera più lieve. Un’altra scossa, stavolta di magnitudo 2.0 sulla scala Richter, è infatti stata avvertita cinque minuti dopo la prima a nord di Strasburgo, nei pressi della cittadina di La Wantzenau. Proprio qui si trova uno dei pozzi scavati nell’ambito del progetto geotermico diretto dalla centrale alsaziana di Fonroche. Il sisma non ha provocato vittime né danni ingenti, ma ha alimentato diverse polemiche a livello politico.

Il terremoto di questa mattina non è l’unico avvenuto nella zona a causa del progetto geotermico, già causa (pare) di una decina di scosse negli ultimi nove mesi. Tuttavia il sisma che oggi ha spaventato Strasburgo è stato il più importante degli ultimi tempi. “Questa volta è stata davvero dura”, ha scritto su Twitter uno dei leader dell’opposizione nel Consiglio comunale della città francese, Alain Fontanel. “L’intera casa ha tremato per alcuni secondi. Grazie agli apprendisti stregoni dell’energia geotermica profonda per questo brutale risveglio”, ha proseguito Fontanel, ex socialista oggi membro del partito del presidente Emmanuel MacronLa République en marche, e fino al 2020 vicesindaco nella precedente giunta, sostituita dall’amministrazione di Jeanne Barseghian, esponente dei Verdi.

Il progetto geotermico di Fonroche

Il sisma, inizialmente stimato di magnitudo 4.3 dal Dipartimento per l’analisi e il monitoraggio ambientale della CEA (Commissione francese per l’energia atomica e le energie alternative – CEA-Dase), è stato attribuito alle attività della centrale di Fonroche, un progetto volto a sfruttare l’energia geotermica profonda ormai fermo dal dicembre dello scorso anno. Sviluppata a nord di Strasburgo, nei comuni di Vendenheim e Reichstett, vicino a La Wantzenau, a partire da ottobre la centrale ha condotto una serie di test che prevedevano l’iniezione nel sottosuolo di ingenti quantità di acqua ad alta pressione, responsabili di almeno una decina di scosse sismiche nella regione.

Per questo motivo, visti i rischi per la popolazione, il 7 dicembre 2020 le autorità della prefettura del Basso Reno hanno annunciato che il progetto è stato definitivamente interrotto a seguito di una serie di terremoti più o meno intensi – tra cui uno di magnitudo 3.5 sulla scala Richter classificato come “indotto” dal Renass. Eppure, nonostante il fermo delle operazioni e l’ammissione da parte della Fonroche géothermie, capofila del progetto, che tali proprie attività sono state la causa di alcuni terremoti, la terra continua a tremare. Secondo il Centro sismologico Euro-Mediterraneo, la popolazione interessata supera le 300 mila persone.

“La localizzazione e la prima stima di profondità ci fanno pensare chiaramente che questi eventi siano una continuazione dei precedenti”, ha dichiarato all’agenzia di stampa Afp il sismologo Jérôme Vergne dell’Osservatorio di scienze della terra di Strasburgo. “Avevamo continuato a registrare una persistente attività sismica negli ultimi mesi: il sottosuolo impiega del tempo per reagire alla chiusura (del progetto) e per tornare a uno stato di stress naturale”, ha aggiunto l’esperto. “Ciò che stupisce è che oggi abbiamo registrato il terremoto più importante della sequenza”.

Lo scienziato ha poi ricordato la “crisi sismica di Basilea“, la città svizzera colpita da una serie di terremoti nei primi anni 2000dopo aver interrotto un progetto geotermico locale. Il ben noto caso del progetto elvetico EGS provocò tra la fine del 2006 e il primo semestre 2007 ben. 3.500 eventi sismici, di cui tre di magnitudo 3.0 sulla scala Richter.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"