Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Spagna, tre morti per la tempesta di neve “Filomena”: è la peggiore degli ultimi 50 anni

Immagine di copertina
Credits:ANSABALLESTEROS

A Madrid la neve cade da ieri e ha lasciato molte abitazioni della comunità senza acqua, senza luce e riscaldamento mentre la temperatura esterna è sotto lo zero. Centinaia di automobilisti sono bloccati nei dintorni della capitale, l'aeroporto Barajas è stato chiuso e le linee ferroviarie sono state sospese. Una tale tormenta di neve non si vedeva dal 1971

Spagna, tre morti per la tempesta di neve “Filomena”: la peggiore in 50 anni

La tempesta di neve Filomena, in Spagna, sta mettendo in ginocchio il Paese. Fino ad ora tre persone sono morte – due trascinate dall’acqua a Malaga e una intrappolata sotto la neve a Madrid – centinaia di automobilisti sono bloccati nei dintorni della capitale, l’aeroporto Barajas è stato chiuso e le linee ferroviarie sono state sospese. Ma secondo le autorità il peggio deve ancora venire perché sono previste altre nevicate per la giornata.

A Madrid la neve cade da ieri e ha lasciato molte abitazioni della comunità senza acqua, senza luce e riscaldamento mentre la temperatura esterna è sotto lo zero. La Comunidad de Madrid, coperta da un manto nevoso che non si vedeva da mezzo secolo, ha chiuso tutte le scuole di ogni ordine e grado fino a martedì e, nel timore che le temperature possano scendere fino a -12 gradi, la governatrice Isabel Diaz Ayus ha anche messo in telelavoro fino a nuovo ordine i funzionari della Comunidad.

Nella capitale sono caduti 33 litri di neve per metro quadrato in 24 ore, ma Filomena – la più pesante nevicata dal 1971 – sta mettendo in difficoltà anche il resto del Paese, dove cinque regioni (Aragona, Castilla-La Mancha, Catalogna, Madrid e Valencia) sono state messe in Stato di allarme. “Evitiamo di metterci in viaggio e seguiamo le indicazioni dei servizi di emergenza. Stiamo molto attenti di fronte alla tempesta”, ha twittato il premier Pedro Sanchez, lodando il lavoro dei “professionisti che cercano di aiutare le persone bloccato nella neve”.

Leggi anche: 1. Coronavirus, la città di Madrid è stata chiusa 2. El Pais elogia Sergio Mattarella: “Un presidente solo nella tempesta, suo mandato esemplare”

Ti potrebbe interessare
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Ti potrebbe interessare
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Esteri / Omicidio Regeni, l’impertinenza egiziana: “Non c’è motivo per iniziare un processo”
Esteri / Un bisonte e un paio d'occhiali da sole: così sottovoce Biden torna a trattare con Putin
Esteri / “Forza Italia”: Patrick Zaki scrive un bigliettino per gli azzurri dal carcere egiziano
Esteri / Hong Kong, blitz della polizia negli uffici del giornale pro-democrazia: 5 arresti
Esteri / Biden regala a Putin un bisonte di cristallo: ecco cosa simboleggia
Esteri / Violentata in una casa vacanze, 29enne risarcita con 7 milioni da Airbnb
Esteri / Abusati, picchiati, derubati: quei minori stranieri respinti illegalmente alla frontiera del Nord Italia