Mongolia, nuovi casi di peste nera e scatta la quarantena: “Hanno mangiato carne di marmotta”

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 4 Lug. 2020 alle 18:21
381
Immagine di copertina

Paura in Mongolia per due nuovi casi di peste. Si tratta di due fratelli di 27 e 16 anni che avrebbero contratto la cosiddetta “peste nera” dopo aver mangiato della carne di marmotta. È il maggiore dei due ragazzi a versare nelle condizioni peggiori: la regione interessata dai contagi e nella quale ora è scattata la quarantena su ordine delle autorità è quella di Khovd, in Mongolia occidentale, al confine con la Russia. A riportare la notizia il Moscow Times, il quale riporta come fonte alcuni media locali.

Ad accertare che si tratti proprio di “peste delle marmotte” è stato il Centro nazionale della Mongolia per la malattia zoonotica (Nczd), il quale ha effettuato i dovuto test di laboratorio e confermato che i due individui hanno contratto la suddetta malattia. Subito sono scattati anche i test su tutte le persone entrate in contatto con i due contagiati: al momento sono stati effettuati 146 esami e sono stati identificati 504 individui che hanno avuto un secondo contatto con i fratelli. La regione di Khovd, nella quale al momento è vietato l’ingresso per i veicoli, si trova a circa 500 chilometri a sud delle repubbliche siberiane meridionali di Tyva e Altai. Dei casi di “peste delle marmotte” erano già stati diagnosticati lo scorso anno, nel maggio 2019, quando ad ammalasi furono due ragazzi che avevano ingerito il rene crudo dell’animale: i giovani, due fidanzati di 37 e 38 anni del distretto di Bayan-Ölgij, erano morti dopo aver contratto il batterio Yersinia pestis, proprio quello della peste nera che uccise 20 milioni di persone nel Medioevo.

Leggi anche: 1. Lo scienziato che aveva predetto il Covid avverte: “Una pandemia più letale del Coronavirus arriverà nei prossimi 5 anni” / 2. Coronavirus, il virologo Peter Piot avverte: “La pandemia è appena cominciata” / 3. Sesso in quarantena: così è ripartita la nuova ondata di Coronavirus in Australia

4. California, 51enne partecipa a una festa e contrae il Coronavirus: si scusa sui social, ma il giorno seguente muore / 5. Ryanair: “Divieto del bagaglio a mano? Una follia. Espone a un maggiore rischio di contagio” / 6. Coronavirus, quali mascherine usare con il caldo? L’infettivologo Bassetti non ha dubbi: “Meglio evitare le Ffp2”

381
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.