Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:50
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Libia, un razzo colpisce un magazzino: 5 milioni di testi scolastici distrutti dalle fiamme

Immagine di copertina
Credit: AFP

Da più di 10 giorni prosegue l’offensiva del maresciallo Khalifa Haftar sulla capitale della Libia Tripoli, nonostante gli appelli della comunità internazionale ad arrivare ad un cessate il fuoco.

>>Guerra in Libia: perché si combatte, chi sta con chi e come siamo arrivati fin qui

Secondo i dati diffusi  l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha) e l’Organizzazione mondiale della Sanità, dall’inizio della guerra almeno 147 persone sono morte, altre 614 sono rimaste ferite mentre gli sfollati ammontano già 13mila.

I combattimenti hanno anche distrutto case ed edifici, tra cui il magazzino del ministero dell’Istruzione che sorgeva nella località di Ain Zara, nei pressi di Tripoli.

ESCLUSIVO TPI: “Senza cibo né acqua, pestati a sangue dai soldati”: la guerra in Libia vista dai migranti rinchiusi nei centri di detenzione

L’edificio è stato bombardato dall’Esercito nazionale libico di Haftar il 15 aprile: a causa del raid e del crollo della struttura del Ministero sono stati distrutti cinque milioni di libri di testo e i risultati degli esami di Stato.

A dare la notizia è stato il sottosegretario all’Istruzione, Adel Jumua.

I due fronti in Libia

Il maresciallo Haftar controlla la Cirenaica, nell’est del paese, il sud e parte della zona desertica del Fezzan. Il militare è a capo dell’Esercito nazionale libico e a livello internazionale può contare sul sostegno di Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti e sta cercando di ottenere l’appoggio della Russia. A puntare su Haftar a livello europeo è soprattutto la Francia.

Il premier Serraj, che controlla il Governo di accordo nazionale, ha dalla sua l’Onu, il Qatar e la Turchia e spera che gli Stati Uniti appoggi pubblicamente il suo Governo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Migranti, oltre 6.000 arrivi in un giorno a Ceuta: Sanchez annulla viaggio a Parigi
Esteri / Biden: "Israele ha il diritto di difendersi, appoggiamo il cessate il fuoco". Ma la tregua è lontana
Esteri / “Palestinian lives matter”: ora non è più solo Bernie Sanders a criticare Israele nel Congresso USA
Ti potrebbe interessare
Esteri / Migranti, oltre 6.000 arrivi in un giorno a Ceuta: Sanchez annulla viaggio a Parigi
Esteri / Biden: "Israele ha il diritto di difendersi, appoggiamo il cessate il fuoco". Ma la tregua è lontana
Esteri / “Palestinian lives matter”: ora non è più solo Bernie Sanders a criticare Israele nel Congresso USA
Esteri / Associated Press chiede un’inchiesta indipendente sul bombardamento del palazzo dei media a Gaza
Esteri / “Bill Gates ha lasciato la presidenza Microsoft a causa di una relazione con una dipendente”
Esteri / Gerusalemme, crolla la tribuna di una sinagoga: almeno 2 morti e 130 feriti
Esteri / Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni
Esteri / Nuovi raid su Gaza e razzi su Israele. L’Autorità palestinese: “Finora abbiamo avuto 220 morti”. Ucciso alto comandante Jihad Islamica
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"