Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Libia, 121 morti e oltre 500 feriti nei combattimenti

Immagine di copertina
Credit: Mahmud TURKIA

Sono trascorsi i primi 10 giorni dall'inizio dell'offensiva di Haftar su Tripoli

I combattimenti intorno a Tripoli hanno causato almeno 121 morti e 561 feriti, secondo quanto reso noto dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Sale quindi il bilancio dell’offensiva lanciata da Khalifa Haftar lo scorso 4 aprile.

L’Oms, che sta inviando materiale sanitario e sta incrementando il proprio personale sul campo, denuncia “ripetuti attacchi contro mezzi degli operatori sanitari”, come riporta l’agenzia Agi.

Intanto, il governo italiano ha invitato a Roma Mohammed Al Thani, il vicepremier e ministro degli Esteri del Qatar, un grande sostenitore del governo di Tripoli. Per lunedì è previsto un bilaterale tra il premier Conte e il politico qatariota proprio sul dossier libico. Il Qatar potrebbe essere infatti il primo paese pronto a finanziare la resistenza di Fayez Serraj all’attacco militare lanciato da Haftar.

Secondo quanto riporta Repubblica, domani arriverà inoltre nella Capitale il vicepresidente del Consiglio presidenziale del governo di Tripoli, Ahmed Maitig, braccio destro di Fayez al Serraj, primo ministro del Governo di Accordo Nazionale della Libia.

Insieme a Serraj e al ministro dell’Interno Fathi Bashaga, Maitig sta gestendo la situazione a Tripoli in questi primi dieci giorni di guerra.

In Libia “c’è il rischio di una crisi umanitaria”, ha detto ieri il premier Conte in un’intervista al Fatto Quotidiano. 

Secondo l’Organizzazione Internazionale per le migrazioni sarebbero 200mila i migranti pronti a partire verso l’Europa dalla Libia. L’Oim ridimensiona quindi le cifre circolate negli ultimi mesi, che parlavano di 600mila migranti pronti ad attraversare il Mediterraneo.

ESCLUSIVO TPI: “Senza cibo né acqua, pestati a sangue dai soldati”: la guerra in Libia vista dai migranti rinchiusi nei centri di detenzione

Libia, le forze di Haftar conquistano Azizia, 50 km a sud di Tripoli

Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”