Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Guerra in Ucraina, il disperato appello di una madre: “Non ho più notizie di mia figlia, aiutatemi”

Immagine di copertina

E’ un grido disperato quello di Kate Kushen, madre di una ragazza di 25 anni “rimasta a Mariupol per assistere l’anziana zia”, della quale Kate ha ormai perso le tracce: “al momento non so se è ancora viva o meno”, ha scritto nell’appello diffuso da Change.org in cui chiede di evacuare subito gli abitanti della città, che ha raccolto oltre 60mila firme in 24 ore, di cui 37mila dall’Italia. Le altre vengono da Stati Uniti, Francia, Spagna. “Pretendiamo dalle autorità di Ucraina, Russia e dalla comunità internazionale la negoziazione e il raggiungimento di un accordo sull’immediata evacuazione degli abitanti di Mariupol”, si legge nella petizione.

“L’Ucraina è fatta di persone prima di essere un territorio!”. Il testo ripercorre gli eventi degli ultimi giorni. “Insieme ai suoi amici, mia figlia stava anche aiutando altri abitanti di Mariupol distribuendo acqua e cibo. Da 12 giorni le persone che vivono a Mariupol sono state lasciate sole senza acqua, cibo, elettricità, riscaldamento e rete mobile. La città è costantemente sotto attacco e le case vengono distrutte. La gente non può andarsene dalla città con gli attacchi in corso. Tantissimi anziani sono morti a causa di infarti e i bambini soffrono di disidratazione a causa della mancanza di acqua. Lunedì scorso un bambino è morto disidratato!”, recita l’appello.

“Nei giorni scorsi sono arrivate notizie sull’apertura di corridoi umanitari per far evacuare gli abitanti dell’Ucraina”, conclude il testo. “Purtroppo quando gli autobus carichi di civili hanno provato a lasciare il paese sono stati oggetto di attacchi da parte dell’esercito russo. L’evacuazione di civili da Mariupol è stata ostacolata e oltre 400mila persone sono al momento tenute in ostaggio!”, ricorda la promotrice della campagna.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Chi è Elisabeth Borne, la nuova premier francese nominata da Emmanuel Macron
Esteri / Il Libano verso una nuova era politica: Hezbollah perde la maggioranza
Esteri / Francia, Macron nomina premier Élisabeth Borne
Ti potrebbe interessare
Esteri / Chi è Elisabeth Borne, la nuova premier francese nominata da Emmanuel Macron
Esteri / Il Libano verso una nuova era politica: Hezbollah perde la maggioranza
Esteri / Francia, Macron nomina premier Élisabeth Borne
Esteri / “Stefania”: un soldato ucraino canta il brano che ha vinto l’Eurovision mentre cadono le bombe a Mariupol | VIDEO
Esteri / Russia, la giornalista del blitz anti-Putin denunciata dal marito: “Non vuole farmi vedere i nostri figli”
Esteri / Dopo 32 anni, McDonald’s lascia definitivamente la Russia: in vendita 850 ristoranti
Esteri / Mosca: “Se Svezia e Finlandia nella Nato errore di vasta portata”
Esteri / Nato, al via esercitazioni con Finlandia e Svezia
Esteri / Usa, due sparatorie in poche ore: in California aggressione armata in chiesa e in un mercatino a Houston
Esteri / Guerra in Ucraina, Nato: Erdogan chiude la porta a Svezia e Finlandia. Evacuazione acciaieria, Azov: "Pronti a obbedire all'ordine"