Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Francia, cane sbrana proprietaria incinta, il fidanzato: “Non è stato lui, non può essere abbattuto”

Immagine di copertina

Cane sbrana la proprietaria incinta, il compagno: “Non è stato lui”

Curtis, lo staffordshire terrier americano accusato di aver sbranato e ucciso la sua proprietaria, Elisa Pilarski, a novembre 2019 in Francia, rischia di essere abbattuto. Pilarski aveva 29 anni ed era incinta di sei mesi quando è morta in seguito a un’emorragia e alle gravi lesioni riportate durante una passeggiata nei boschi di Retz, a 80 km da Parigi, insieme a Curtis. La donna ha riportato morsi alla testa, al torso e agli arti superiori e inferiori, che si sono rivelati fatali. Prima dell’aggressione, aveva telefonato al fidanzato per dirgli che non si sentiva al sicuro, ma quando l’uomo è giunto sul posto in suo soccorso era ormai troppo tardi. Eppure proprio il compagno, Christophe Ellul, ritiene che il cane non sia responsabile della morte della donna, e che per questo non deve essere abbattuto. “Curtis va salvato perché non è stato lui ad aggredirla”, ha affermato Ellul.

Inizialmente la colpa è ricaduta sui cani da caccia che si preparavano a una battuta nelle vicinanze. Ma in seguito è stato dimostrato che questa non era ancora iniziata Elisa Pilarski è morta. Così lo staffordshire è diventato il principale indiziato. L’animale è stato rinchiuso in un canile di Beauvais, ma Ellul è riuscito a farlo trasferire, sostenendo che sia stata “la lobby della caccia” a voler dipingere il cane come una belva cattiva “Troppo facile”, ha osservato l’uomo. “I graffi sulla testa dell’animale proverebbero che semmai Curtis ha provato a difendere la padrona”, ha aggiunto l’avvocato della famiglia. “Avevano un rapporto straordinario, è impossibile che sia stato lui ad attaccare Elisa”. La tesi del procuratore, Frédéric Trinh, è che Elisa sia stata uccisa da un branco di cani. Si attendono i test del Dna sui cani e gli esami sulla compatibilità delle ferite con le arcate dentarie.

Leggi anche: 1. Bambino di 8 mesi muore sbranato dal cane in casa: l’animale l’ha azzannato alla testa 2. Cheerleader sbranata da un branco di cani. “Era rientrata per prendere la borsa” 3. Savona, sbranato dal mastino napoletano dei vicini: muore dopo 3 giorni di atroci sofferenze

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Esteri / Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo: “Onorerò David Sassoli”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Esteri / Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo: “Onorerò David Sassoli”
Esteri / Cantante folk prende volontariamente il Covid per non fare il vaccino e muore
Esteri / Siberia, cinque ragazzi trovano e salvano una bambina appena nata abbandonata a -20 gradi
Esteri / Francia, la proposta shock del candidato Zemmour: “Scuole separate per studenti disabili”
Esteri / Djokovic espulso dall’Australia, il presidente serbo: “Trattato come un assassino seriale”
Esteri / “Il futuro dipende dai non vaccinati, salveranno l’umanità”: l’ultima teoria folle del Nobel Montagnier
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225