Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

Drogava il figlio e lo lasciava senza cibo per avere l’indennità di malattia: arrestata la madre adottiva

La tragica vicenda si è svolta in Russia ed è durata otto anni

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 19 Mar. 2019 alle 10:49 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:48
0
Immagine di copertina
Credits: The Sun

Da otto anni teneva il figlio adottivo in stato di malnutrizione e gli somministrava droghe per farlo apparire in condizioni di salute precarie e ottenere così l’indennità di malattia. La sconvolgente vicenda che vede protagonista Valery Kandaurov, 11 anni, viene dalla Russia così come riportato dal sito inglese “The Sun“.

La madre adottiva, Lyubov Korotkova, è stata dichiarata colpevole con l’accusa di aver “inflitto lesioni gravi a un minore” costringendolo “a uno stato di impotenza”. La donna ora dovrà anche dare indietro l’indennità percepita grazie a questa truffa e versare più di 9.400 euro per “danni morali” al figlio.

Valery Kandaurov era arrivato a pesare come un bambino di 4 anni affinché potesse “risultare malato agli occhi di tutti” così come previsto dallo schema diabolico della madre che, stando alle indagini, era riuscita a nascondere tutto al compagno e padre adottivo del bambino.

Svetlana Petrenko, funzionaria del Comitato investigativo federale russo, ha spiegato che “durante tutti questi anni la donna ha visto molti dottori con suo figlio, chiedendo loro di controllarlo perché malato, ipotizzando ai loro occhi anche il cancro. Ovviamente anche i medici sono stati raggirati dalla donna, non trovando mai una diagnosi giusta”.

Il bambino, che finora non era mai andato a scuola, ora si trova in cura dalla psicologa Svetlana Suleimanova che ha seguito il caso.

Taranto, madre abusava di 4 figli disabili: “Vivevano nel degrado, mangiavano solo patatine e non li lavava

Malata di slot faceva prostituire la figlia per giocarsi tutti i soldi, arrestata a Milano la madre

“Maschio o femmina? Mio figlio dovrà fare tante esperienze sessuali per scegliere”: parla la madre di un ‘bambino neutro’

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.