Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Afghanistan, ultime notizie. Martedì il G7 straordinario. Caos all’aeroporto di Kabul, 20 morti in 7 giorni: evacuate oltre 25mila persone. Blinken: “Al Qaeda c’è ma è meno potente”

Immagine di copertina
Soldato americano sorveglia le barriera esterne dell'aeroporto internazionale di Kabul. Credit: ANSA

L’AFGHANISTAN TORNA AI TALEBANI: COSA STA SUCCEDENDO | NEWS 22 AGOSTO 2021

Da una settimana l’Afghanistan è tornato sotto il controllo dei talebani dopo vent’anni di presenza militare degli Stati Uniti e dei Paesi alleati. Il gruppo fondamentalista islamico sta cercando di accreditarsi agli occhi della comunità internazionale come interlocutore responsabile e più aperto sul fronte dei diritti, ma sono già riprese le discriminazioni verso le donne [leggi qui] e alcune manifestazioni di protesta sono state sedate nel sangue. All’aeroporto internazionale di Kabul continuano le operazioni di evacuazione dal Paese: secondo l’emittente araba Al Jazeera, sono 28mila – tra afghani e stranieri – le persone che hanno lasciato l’Afghanistan in aereo negli ultimi sette giorni. Ma all’esterno dello scalo è il caos: migliaia di afghani sono accalcati nel tentativo di accedere all’aeroporto e imbarcarsi su un volo diretto all’estero. Nella confusione generale ci sono stati finora almeno 20 morti, secondo la Nato. E i talebani accusano gli Stati Uniti: “Pace e calma in tutto il Paese, caos solo all’aeroporto di Kabul”.

Fonti del Pentagono hanno avvertito del pericolo di attentati terroristici da parte di affiliati all’Isis. Il presidente americano Joe Biden ha definito quella in corso come “la più difficile evacuazione della storia” e ha ammesso che non sa come andrà a finire. L’Onu avverte: “C’è il rischio di una catastrofe umanitaria”. E sale il pressing sugli Usa per prolungare le evacuazioni oltre la scadenza prevista del 31 agosto. Il premier britannico Boris Johnson ha annunciato che martedì 24 agosto è prevista una riunione straordinaria del G7 sull’Afghanistan. Intanto, il cofondatore dei talebani, il mullah Abdul Ghani Baradar, è arrivato a Kabul per colloqui con altri membri del gruppo e altri politici sulla creazione del nuovo governo afghano. E nella capitale è atteso presto anche un altro leader del movimento islamista, Haibatullah Akhundzada, che nei giorni scorsi alcuni media avevano dato per ucciso. Nella valle del Panjshir, nel nord del Paese, i talebani hanno dato un ultimatum di 4 ore alla resistenza per arrendersi. Di seguito le ultime notizie di oggi, domenica 22 agosto 2021.

AFGHANISTAN, LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA

Ore 19,05 – Blinken: “Al Qaeda c’è ma è meno potente”– “Al Qaeda è ancora presente in Afghanistan anche se è meno potente. Lo ha detto in un’intervista a Fox News il segretario di Stato americano Antony Blinken. Nel suo intervento alla nanzione di venerdì scorso, il presidente Joe Biden ha sostenuto che non ha più senso per gli Stati Uniti rimanere in Afghanistan perché “al Qaeda non c’è più”. Blinken ha risposto “sì” quando gli è stato chiesto se ci sono ancora nel paese rappresentanti dell’organizzazione terroristica fondata da Osama bin Laden. “Il presidente – ha puntualizzato Blinken – si riferiva alla capacità di fare quello che hanno fatto l’11 settembre e quella capacità è stata ampiamente ridimensionata. Noi siamo andati in Afghanistan venti anni fa con un’unica missione e un unico scopo: per occuparci di quelli che ci hanno attaccati l’11 settembre, assicurare bin Laden alla giustizia, cosa che abbiamo fatto un decennio fa, per ridimensionare la potenza di al Qaeda, per impedire che potesse attaccarci e ci siamo riusciti. Questo era il punto del presidente”

Ore 18,00 – Afghanistan: “Di Maio esempio di difficoltà dell’Occidente” – “Il caso dell’Afghanistan è certamente esemplificativo delle difficoltà che incontra oggi l’Occidente anche nelle sue espressioni multilaterali”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in un suo intervento al meeting di Rimini, dove ha partecipato a una riunione su Istituzioni internazionali e multilateralismo alla prova in tempo di Covid. Le difficoltà, ha aggiunto, “si sommano a quelle sperimentate nell’ultimo anno e mezzo con il Covid”.  “La domanda di accoglienza di rifugiati e migranti di provenienza afghana è destinata ad aumentare” in seguito alla drammatica situazione in Afghanistan, dopo la presa di potere dei talebani. Per questo, secondo il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, “è necessario e urgente mettere a punto insieme all’Unione Europea una risposta comune, in raccordo con i partner della regione”.

Ore 17,25 – Usa: evacuate oltre 25mila persone da Kabul in 7 giorni – Almeno 25.100 persone sono state evacuate da Kabul dal 14 agosto 2o21 con l’aiuto delle forze armate degli Stati Uniti e di altri Paesi occidentali. È quanto emerge dagli ultimi dati resi pubblici dal Pentagono, secondo cui soltanto nella giornata di ieri 3.900 persone hanno lasciato la capitale dell’Afghanistan a bordo di 35 aerei della coalizione e altre 3.900 su voli militari statunitensi. Gli Stati Uniti hanno confermato oggi che si avvarranno anche di voli commerciali per accelerare l’evacuazione dalla città, caduta nelle mani dei talebani a partire dal 15 agosto.

Ore 17,15 – Organizzazione per la Cooperazione Islamica si impegna per la pace – L’Organizzazione per la cooperazione islamica (OIC), composta da 57 membri, si è impegnata oggi a contribuire al raggiungimento della pace in Afghanistan. Nel comunicato finale seguito al vertice straordinario di Riad, in Arabia Saudita, l’organizzazione ha esortato “la futura leadership afghana” e la comunità internazionale a collaborare per garantire che l’Afghanistan non venga mai più utilizzato come piattaforma o rifugio sicuro per i “terroristi”. “Le organizzazioni terroristiche non possono avere un punto d’appoggio (in Afghanistan)”, si legge nella nota.

Ore 16,50 – Putin: “Non vogliamo miliziani afghani in Russia” – Il presidente russo Vladimir Putin ha respinto oggi la proposta di accogliere nei Paesi dell’Asia centrale vicini alla Russia le persone in fuga dall’Afghanistan tornato nelle mani dei talebani. Il capo del Cremlino, secondo quanto riportano varie agenzie di stampa russe, teme infatti che “combattenti e miliziani potrebbero entrare in Russia sotto la copertura dei rifugiati”.

Ore 16,25 – Casa bianca: “Al G7 valuteremo piani per fornire aiuti umanitari” – La Casa bianca ha confermato che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden parteciperà al vertice straordinario online del G7 convocato dal premier britannico Boris Johnson per martedì 24 agosto 2021. In una nota, la Casa bianca ha fatto sapere che i leader presenti “discuteranno il prosieguo del nostro stretto coordinamento sulla politica dell’Afghanistan e l’evacuazione dei nostri cittadini, dei coraggiosi afghani che sono stati con noi negli ultimi due decenni e di altri afghani vulnerabili”. I capi di Stato e di governo di Usa, Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Giappone e Canada discuteranno anche degli sforzi per fornire assistenza umanitaria e sostegno ai rifugiati afghani.

Ore 16,00 – L’ex Navy Seal che uccise Bin Laden: “È una vergogna” – Robert O’Neill, l’ex membro delle forze speciali della Marina americana (Navy Seal) che sostiene di aver ucciso Osama Bin Laden durante un’operazione segreta nel 2011, ha definito quanto sta accadendo in Afghanistan una “vergogna”. “È disgustoso”, ha dichiarato O’Neill nel corso di un’intervista a Fox News. “Le persone al comando sono una vergogna”, ha proseguito. “Sono stupito che almeno 30 generali e ammiragli non si siano dimessi o non siano stati licenziati”.

Ore 15,10 – Media, i talebani hanno riconquistato due distretti perduti a Baghlan – I talebani hanno riconquistato due dei tre distretti occupati negli scorsi giorni dalla resistenza nella provincia di Baghlan, a circa 200 chilometri da Kabul. Fonti locali e militari a Baghlan hanno rivelato a Herat Times che le forze talebane hanno riconquistato i distretti di Deh Salah e Banu. Fonti vicine alla resistenza avevano ammesso la ritirata sulle montagne dei miliziani del Panjshir di fronte all’avanzata in forze dei cosiddetti studenti coranici, che già nella notte avevano ripreso il controllo della valle di Andarab.

Ore 15,00 – Vertice online del G7 il 24 agosto per discutere di Afghanistan – I leader del G7 discuteranno della crisi in Afghanistan durante un vertice in collegamento video convocato per martedì 24 agosto 2021. Lo ha annunciato il primo ministro britannico Boris Johnson su Twitter. “È fondamentale che la comunità internazionale lavori insieme per garantire evacuazioni sicure, prevenire una crisi umanitaria e sostenere il popolo afghano al fine di assicurare i risultati raggiunti negli ultimi 20 anni”, ha scritto Johnson.

Ore 14,00 – Usa, Pentagono: 18 voli civili per evacuazioni da Kabul – L’amministrazione statunitense ha annunciato che si avvarrà anche dei voli commerciali per velocizzare le evacuazioni dall’Afghanistan. Il portavoce del Pentagono, John Kirby, ha spiegato che i 18 velivoli di compagnie aeree americane tra cui United, American Airlines e Delta, non voleranno direttamente a Kabul, ma saranno utilizzati per trasferire le persone che hanno già lasciato l’Afghanistan. Nello specifico, secondo l’agenzia di stampa Reuters, il segretario alla Difesa Lloyd Austin ha attivato la fase iniziale del programma Civil Reserve Air Fleet, chiedendo 18 velivoli: tre ciascuno ad American Airlines, Atlas Air, Delta Air Lines e Omni Air; due a Hawaiian Airlines; e quattro a United Airlines. Il Dipartimento, ha precisato Kirby,  non prevede un impatto significativo di questa operazione sui voli commerciali.

Ore 13,10 – Massoud: “Pronto a governo inclusivo con i talebani” – Ahmed Massoud, figlio del leggendario “Leone del Panjshir”, eroe della resistenza ai sovietici, apre ai talebani, a condizione che il loro governo non sia “estremista”. In un’intervista al giornale arabo al Sharq al Awsat, Massoud, che guida la resistenza nel nord, ha dichiarato: “Siamo pronti a formare un governo inclusivo con i talebani attraverso negoziati politici, ma quello che non è accettabile è la formazione di un governo afghano caratterizzato dall’estremismo, che porrebbe una seria minaccia, non solo all’Afghanistan ma alla regione ed al mondo intero”. Leggi l’articolo integrale.

Ore 13,00 – Talebani, ultimatum alla resistenza nel Panjshir: “Arrendetevi”- I talebani, che ormai controllano quasi tutto l’Afghanistan, hanno ammassato truppe al confine con la provincia del Panjshir, l’unica non ancora arresasi ai cosiddetti studenti coranici, che hanno lanciato un ultimatum alla resistenza concedendo 4 ore alle forze di Ahmad Massoud per consegnarsi al nemico. Leggi l’articolo integrale.

Ore 12,45 – Aeroporto Kabul, la Nato: almeno 20 morti in 7 giorni – Almeno 20 persone sono morte negli ultimi sette giorni all’interno e nei dintorni dell’aeroporto di Kabul, durante le operazioni di evacuazione dopo l’occupazione della capitale da parte dei talebani. Lo ha detto all’agenzia di stampa Reuters un funzionario della Nato. “Le nostre forze stanno mantenendo una stretta distanza dalle aree esterne dell’aeroporto di Kabul per prevenire eventuali scontri con i talebani”, ha aggiunto il funzionario.

Ore 12,30 – Talebani: “Caos all’aeroporto colpa degli Usa” – Il caos di questi giorni all’aeroporto di Kabul è colpa degli Stati Uniti. Lo ha detto un funzionario talebano, Amir Khan Mutaqi. “L’America, con tutta la sua potenza e le sue strutture non è riuscita a portare l’ordine all’aeroporto. Ci sono pace e calma in tutto il Paese, ma c’è caos solo all’aeroporto di Kabul”, ha dichiarato Mutaqi.

Ore 12,15 – Talebani incontreranno funzionario del governo uscente – I comandanti talebani incontreranno ex governatori e burocrati in più di 20 delle 34 province dell’Afghanistan nei prossimi giorni. Lo riferisce un funzionario del gruppo. “Non stiamo costringendo nessun ex funzionario del governo a unirsi a noi o a dimostrare la loro fedeltà, hanno il diritto di lasciare il Paese se lo desiderano”, ha detto all’agenzia di stampa Reuters il funzionario in via anonima.

Ore 12,00 – Leader talebano intervistato da Al Jazeera – Abdul Qahar Balkhi, della Commissione culturale dei talebani, ha rilasciato all’emittente araba Al Jazeera la prima intervista ufficiale del gruppo da quando Kabul è stata riconquistata. Balkhi ha rivelato il suo volto per la prima volta martedì scorso, nella prima conferenza stampa dei talebani. Il leader talebano ha affermato che il gruppo vuole andare avanti e spera che le parti interessate, sia nazionali che internazionali, possano cooperare su interessi comuni.

Ore 11,45 – La resistenza anti-talebana sfila per le strade della valle del Panjshir: guarda il video.

Ore 11,30 – Onu avverte: “Rischio catastrofe umanitaria” – Il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (Wfp) ha avvertito che in Afghanistan si profila una “catastrofe umanitaria”. Il direttore del programma per l’Afghanistan, Mary-Ellen McGroarty, ha chiesto uno stretto coordinamento all’interno della comunità internazionale alla luce della situazione in rapida evoluzione. “Altrimenti, una situazione già orrenda diventerà solo una catastrofe assoluta, un completo disastro umanitario”, ha detto al quotidiano britannico The Observer. “Dobbiamo portare il cibo ora e portarlo alle comunità nelle province, prima che le strade siano bloccate dalla neve”, ha avvertito McGroarty.

Ore 11,00 – Donna afghana partorisce sull’aereo in fuga dai talebani – Una donna afgana ha partorito a bordo di un aereo da evacuazione statunitense mentre era in volo verso la Germania. La storia a lieto fine è stata resa nota dall’Aeronautica militare Usa, che vi ha dedicato un thread su Twitter. Leggi l’articolo integrale.

Ore 10,30 – Pressing per proseguire con le evacuazioni oltre il 31 agosto, stasera parla Biden – Cresce il pressing sul presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, affinché estenda la scadenza del 31 agosto per il ritiro delle truppe dall’Afghanistan. Diversi Paesi occidentali hanno evidenziato come sia praticamente impossibile evacuare tutti gli stranieri ancora presenti nel Paese entro la fine del mese. Il segretario alla Difesa britannico, Ben Wallace, ha affermato che “nessuna nazione sarà in grado di far uscire tutti”, mentre l’alto rappresentante della politica estera dell’Unione europea, Josep Borrell, sostiene che è “matematicamente impossibile” evacuare 60.000 persone entro il 31 agosto. Questa sera alle 22 italiane è atteso un nuovo discorso alla nazione da parte di Biden, il terzo da quando i talebani hanno ripreso il controllo dell’Afghanistan.

Ore 10,00 – Spagna mette a disposizione degli Usa due basi per le evacuazioni – La Spagna ha messo a disposizione degli Stati Uniti due basi militari nel sud del Paese – a Siviglia e Cadice – per supportare le evacuazioni da Kabul. Lo ha reso noto il governo spagnolo. Sabato sera c’è stata una conversazione telefonica tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, e il primo ministro iberico, Pedro Sánchez. La Spagna ha già aperto un centro di accoglienza fuori Madrid per i dipendenti afghani degli organismi dell’Unione europea evacuati da Kabul.

Ore 09,00 – Altri 7 morti nel caos all’aeroporto di Kabul – Altri 7 civili afghani sono morti nella calca all’esterno dell’aeroporto di Kabul. Lo riferisce il ministero della Difesa del Regno Unito. “Le condizioni sul campo rimangono estremamente difficili, ma stiamo facendo tutto il possibile per gestire la situazione nel modo più sicuro e protetto possibile”, ha affermato un portavoce in una nota. Miliziani talebani hanno allestito posti di blocco lungo il perimetro dell’aeroporto e bloccato l’ingresso agli afghani senza documenti di viaggio.

Ore 08,00 – Evacuazione da Kabul, gli Usa valutano di usare aerei di linea – L’amministrazione Biden sta pensando di chiedere alle compagnie aeree di dare una mano per l’evacuazione degli afghani da Kabul. Lo riferisce il quotidiano statunitense Wall Street Journal. La Casa Bianca starebbe valutando di attivare il Civil Reserve Air Fleet (Craf), creato nel 1952 in seguito al ponte aereo per Berlino, per utilizzare una ventina di aerei di 5 compagnie al massimo: aerei che non dovrebbero andare a Kabul ma trasferire gli afghani che sono già stati evacuati e che si trovano nelle basi militari Usa nel Qatar, nel Bahrain, in Germania e altrove.

Ore 07,00 – Trump: “Biden disastroso, talebani negoziatori tenaci” – “Quello che sta accadendo a Kabul è una vergogna per l’America, una enorme macchia per la reputazione e la storia americana”. Lo ha dichiarato l’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che nel corso di un comizio in Alabama, definendo “un terribile errore” quanto deciso dal suo successore, Joe Biden, sull’Afghanistan. “Siamo di fronte a un disastro senza precedenti”, ha detto Trump. “Con me l’America era rispettata, ora la bandiera talebana sventola sull’ambasciata americana”. L’ex presidente ha definito i fondamentalisti islamici come un gruppo di “grandi negoziatori e combattenti tenaci” e ha sostenuto che con lui alla Casa Bianca “non si sarebbero mai sognati di catturare i campi di aviazione Usa o di mostrarsi in giro con le armi americane”.

LEGGI ANCHE: “I talebani ci danno la caccia per ucciderci”: storie di chi aveva scelto la democrazia in Afghanistan

Ti potrebbe interessare
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Esteri / Usa, il video shock degli agenti che frustano migranti al confine con il Messico
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente