Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:08
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia » Lavoro

Reddito di cittadinanza, ultime notizie del 17 ottobre 2019: sussidio anche ai senza dimora

Immagine di copertina

Tutte le ultime notizie sul sussidio

Reddito di cittadinanza news di oggi 17 ottobre 2019

Tutte le news e le ultime notizie sul reddito di cittadinanza raccolte in questo articolo di TPI. Di seguito, gli aggiornamenti in tempo reale di oggi, giovedì 17 ottobre 2019, sul sussidio rilasciato dall’Inps:

Reddito di cittadinanza | L’appello: “Sussidio anche ai senza dimora”

“L’introduzione del Reddito di Cittadinanza, nonostante l’importante stanziamento di risorse che ha ampliato la platea dei beneficiari e l’importo del contribuito economico, non ha cancellato la povertà”. A dirlo è l’Alleanza contro la povertà, un insieme di soggetti sociali che hanno deciso di unirsi per contribuire alla costruzione di adeguate politiche pubbliche contro la povertà assoluta nel nostro Paese.

“Ribadiamo con forza la necessità di mantenere lo stanziamento di risorse previsto dalla legge di bilancio dello scorso anno e di mettere in atto i correttivi volti al raggiungimento delle persone escluse o penalizzate dai parametri di accesso e di erogazione della misura, come i senza dimora”, proseguono in una nota.

“Gli eventuali risparmi di spesa – prosegue la nota dell’Alleanza contro la povertà – andrebbero indirizzati alla necessaria rimodulazione della scala di equivalenza, attualmente penalizzante per i nuclei numerosi e con minori, e all’estensione della misura ai cittadini extracomunitari, discriminati in modo inaccettabile dalla normativa in essere, a cominciare dall’emanando decreto sulle certificazioni richieste”.

“Chiediamo, inoltre – concludono – che una particolare attenzione sia dedicata all’implementazione dei percorsi di inclusione sociale e lavorativa, con il necessario rafforzamento dell’infrastruttura dei servizi pubblici territoriali, a partire da quelli sociali, per un’adeguata presa in carico dei soggetti in condizione di disagio economico”.

Reddito di cittadinanza | Sul sito dell’Inps un test per scoprire se si hanno i requisiti

Per verificare i requisiti di accesso al Reddito o alla Pensione di Cittadinanza, ma anche alle altre prestazioni erogate da Inps, è disponibile da oggi il questionario “Inps per tutti”. Un progetto presentato dal presidente Pasquale Tridico che “punta a raggiungere i cittadini più fragili, quelli che spesso non hanno le informazioni sui loro diritti”. Collegandosi

Il questionario, disponibile sul sito dell’Inps, servirà a sapere se si ha diritto alle seguenti prestazioni:

  • Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza;
  • assegno familiare dei Comuni;
  • assegno di maternità dei Comuni;
  • Bonus Bebè;
  • premio alla nascita;
  • bonus asilo nido;
  • NASpI
  • assegno sociale;
  • invalidità civile.

Basterà collegarsi al portale dell’Inps (a questo link) e rispondere alle domande di un questionario sulla propria condizione per sapere a quali prestazioni si può avere accesso.

QUI altre notizie sul reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza | Integrazione delle domande entro il 21 ottobre

I beneficiari del reddito di cittadinanza che hanno presentato la domanda nel mese di marzo 2019, quindi subito dopo l’introduzione per legge del sussidio, devono adesso effettuare una integrazione dei documenti con una autocertificazione collegandosi al sito di Inps.

C’è tempo fino al 21 ottobre, come ricordano anche gli sms che Inps ha inviato a tutti gli interessati. Se non si faranno gli aggiornamenti necessari per la integrazione del reddito di cittadinanza entro quella data, il reddito di cittadinanza sarà sospeso. E, una volta ripristinato, i beneficiari non potranno godere degli arretrati.

Stesso discorso vale per tutti i percettori di Pensione di cittadinanza.

Come aggiornare il reddito di cittadinanza

Le cose da sapere

Reddito di cittadinanza ultime notizie e tutto quello che c’è da sapere. In questo articolo abbiamo spiegato le regole della carta e quali sono gli acquisti consentiti e quelli vietati. In questo articolo, invece, abbiamo spiegato in che modo è possibile visualizzare il saldo della Rdc Card: ricordiamo che i soldi del sussidio devono essere spesi entro entro il mese successivo a quello di erogazione o l’importo subirà una decurtazione del 20 per cento.

Per tutti i dettagli sui requisiti, come anche sulla card, i pagamenti e le modalità per presentare domanda, ecco di seguito una serie di link utili:

🔴 TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU ECONOMIA

Ti potrebbe interessare
Lavoro / Nel Recovery addio all'Esame di Stato, basterà la laurea
Lavoro / Nomadi del digitale: un professionista su tre del settore sogna di trasferirsi grazie allo smart working
Lavoro / Riforma Brunetta e concorso scuola: ecco perché è giusto valutare i titoli al posto della preselettiva
Ti potrebbe interessare
Lavoro / Nel Recovery addio all'Esame di Stato, basterà la laurea
Lavoro / Nomadi del digitale: un professionista su tre del settore sogna di trasferirsi grazie allo smart working
Lavoro / Riforma Brunetta e concorso scuola: ecco perché è giusto valutare i titoli al posto della preselettiva
Cronaca / Concorso per 2.800 assunzioni nella PA: bando e come candidarsi
Lavoro / Recovery Plan, concorso per 2.800 tecnici al Sud: assunzioni entro 3 mesi
Cultura / Futuro impiego nella società dell’informazione
Lavoro / Come difendersi sul lavoro se si è accusati ingiustamente
Lavoro / Health4U, Scaccabarozzi a TPI: “Il futuro della sanità si basa sulla passione dei giovani”
Lavoro / Smartworking, a rischio know-how aziendale e dati personali del lavoratore. Molte aziende italiane ancora indietro nella digitalizzazione e messa in sicurezza degli strumenti
Lavoro / L’innovazione tecnologica cambia il mondo del lavoro, tanti i nuovi profili professionali. La formazione targata Epicode