Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Migranti, il vescovo di Chioggia: “Chi ama il pericolo, nel pericolo cadrà”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 29 Lug. 2020 alle 13:31 Aggiornato il 29 Lug. 2020 alle 14:05
137
Immagine di copertina
Il vescovo di Chioggia Adriano Tessarollo

Migranti, il vescovo di Chioggia Adriano Tessarollo

Fa discutere l’ultimo post pubblicato su Facebook dal vescovo della diocesi di Chioggia. Commentando la questione immigrazione in Italia Mons. Adriano Tessarollo utilizza parole durissime. “Mi chiedo se questi ‘fuggitivi dai loro paesi’ siano ‘immigrati’! Non sono, cacciati via dai loro paesi, non sono autorizzati a entrare in Italia, forse vogliono solo transitare, ma non sanno che gli altri Stati europei li respingono. – scrive sui social il vescovo – Allora vengono in Italia perché sanno che qui comunque, una volta giunti si possono muovere come vogliono e qualcuno ci penserà a loro, o a sfruttarli o ad aiutarli in qualche modo”.

E ancora: “Forse non occorre neanche arrivare, basta anche mettersi consapevolmente in pericolo e dal quale qualcuno ha il dovere di sottrarli. Talvolta accade anche che ‘chi ama il pericolo, nel pericolo cadrà'”, scrive il Prelato.

Poi l’attacco alla politica: “Ritengo in ogni caso che ogni situazione di ‘ingovernabilità’ crea senso di sfiducia sociale, di disagio e discordia sociale e non invoglia alla solidarietà sociale ma crea sfiducia politica. Non sarà un problema grandissimo per ora per l’Italia, ma certamente non sarà indifferente e senza conseguenze trascurarlo o fingere addirittura che non esista o pensare superficialmente che si risolverà ‘da se stesso'”. Buona giornata”, conclude Mons. Adriano Tessarollo. Una presa di posizione certamente destinata a far discutere.

vescovo chioggia

Leggi anche: Salvini: “Governo sparge migranti infetti per l’Italia per tenerci sotto stato di emergenza”

137
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.